Le bollette del gas da pagare a luglio avranno forti aumenti • Diario Democracia

Le bollette del gas da pagare a luglio avranno forti aumenti • Diario Democracia
Le bollette del gas da pagare a luglio avranno forti aumenti • Diario Democracia

Juninenses dovrebbe prepararsi a ricevere le bollette del gas con forti aumenti nel corso del prossimo mese. Il fatto è che in questo periodo si rifletteranno gli aumenti previsti, che implicano un aumento fino al 600% rispetto a quanto pagato prima dell’aprile di quest’anno.

Così, nel mese di luglio, le bollette del gas naturale si sommano agli aumenti concordati dallo scorso aprile e anche all’aumento mensile di giugno, poiché a maggio le autorità del Ministero dell’Energia hanno deciso di non applicarlo.

Interrogato da Democracia, Pablo Torres, presidente del consiglio di amministrazione del Grupo Servicios Junín, ha spiegato come sono le fatture del mese in corso e cosa ci si deve aspettare a partire dal mese prossimo.

“Con l’aumento di aprile – ha spiegato – il prezzo del metro cubo senza sussidio pagato dal N1 (utente ad alto reddito) era di 139,05 pesos, e in giugno costa 156,80 dollari. “Si tratta solo dell’aumento del prezzo del metro cubo di gas, non di altri parametri presenti nella fatturazione”. A questo punto vale la pena notare che l’N1 non prevede alcuno sconto.

“Per i consumatori di N2 (reddito più basso) è previsto uno sconto PIST (punto di ingresso al sistema di trasporto o gas alla testa del pozzo) del 64%. E per N3 (reddito medio), lo sconto è del 55%”, ha osservato Torres. E qui va anche chiarito che solo una certa quantità di metri cubi consumati al mese beneficiano di questo sconto, ma non per il resto dei concetti.

“Per il mese di giugno – ha proseguito il direttore del Grupo Servicios Junín – nella R1 (categoria del settore che consuma meno) ci sono 57 metri cubi che hanno detto sconto; per gli R34 (quelli che consumano di più) sono 132 m3. Cioè, il valore di 156,80 pesos meno lo sconto del 64% o meno lo sconto del 55%, a seconda dei casi, si applica solo a un certo numero di metri cubi fissato come limite per ciascuna categoria di accesso allo sconto.

Il limite al numero di metri cubi di gas consumati mensilmente che beneficia di uno sconto è il seguente: R1 è 57 m3; per R21 è 58 m3; R22, 62 m3; e per R23, 65 m3; R32, 76 m3; R33, 82 m3; e R34, 132 m3.

Se si consumano fino a queste quantità di metri cubi, gli utenti hanno uno sconto, ma generalmente consumano molto di più, come sottolinea il direttore del Grupo Servicios Junín. E se superano questi limiti di consumo, pagheranno il costo totale del metro cubo, ovvero 156,80 pesos.

Si sa che quando ci sono basse temperature si consuma più gas, ma quest’anno a partire da aprile il freddo si è fatto sentire e in quel mese si è registrato un consumo record. “C’è stato un consumo record, senza precedenti per quel mese dell’anno, visto che il freddo era arrivato prima. Da quando sono qui non abbiamo mai comprato così tanto gas come lo scorso aprile”, ha commentato Torres.

«Proprio le fatture con i consumi di aprile cominciano parzialmente ad arrivare ai consumatori. L’aumento totale arriverà, per una questione di status e altro, nel disegno di legge che scade a luglio”, ha avvertito. Cioè a luglio arriverà l’intero aumento deciso ad aprile dal Ministero dell’Energia e anche l’aumento mensile, che a maggio non veniva applicato ma lo era a giugno.

“Si stima che ogni aumento mensile sarà inferiore poiché va di pari passo con l’indice dei salari, l’indice delle costruzioni e l’indice dei prezzi all’ingrosso. Dato che l’inflazione è in calo, si presume che i tassi di aumento saranno più bassi”, ha osservato.

«Il grande aumento era già deciso: per i consumi di aprile è del 600 per cento, quelli mensili non erano tanti. Ma possiamo dire che la tariffa intera sarà pagabile solo a luglio”, ha affermato.

Rapporto provinciale

Un recente rapporto preparato dal Sottosegretariato dell’Energia di Buenos Aires ha precisato che, per quanto riguarda l’impatto sulla bolletta dell’utente residenziale di gas naturale, nel caso della categoria R31 con consumo invernale, l’aumento (tasse incluse) per N1 -Reddito alto- sarà essere del 299% (giugno vs marzo).

Per la categoria R31 degli utenti N2 (a basso reddito), l’aumento rispetto agli stessi periodi è del 604%. Per la categoria R31, ma per un’utenza N3 (reddito medio) con consumi invernali, l’incidenza sulla bolletta è del 367%, si legge nel rapporto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare