Città del New Mexico evacuata a causa di un violento incendio boschivo

Città del New Mexico evacuata a causa di un violento incendio boschivo
Città del New Mexico evacuata a causa di un violento incendio boschivo

Lunedì ai residenti di una città del sud del New Mexico è stato ordinato di lasciare le loro case, senza avere tempo per raccogliere le loro cose a causa di un incendio in rapido movimento.

“Vai adesso: non cercare di raccogliere oggetti o proteggere la tua casa. Evacuare immediatamente”, hanno indicato sul loro sito e sui social network le autorità di Ruidoso, cittadina di circa 7mila abitanti, intorno alle 19:00.

La Società di servizi pubblici del New Mexico ha interrotto l’elettricità in una parte della città a causa dell’incendio di South Fork, che si estendeva per circa 8,2 miglia quadrate e non è stato contenuto, ha detto lunedì sera la Divisione forestale. L’agenzia ha riferito che le strutture erano minacciate e molte erano andate perdute. Un tratto della Highway 70 a sud della città è stato chiuso.

“Ci stavamo preparando per sederci a mangiare ed è arrivato l’allarme: evacuare adesso, non prendere nulla e non pensare a fare le valigie, evacuare e basta”, ha detto Mary Lou Minic a KOB-TV. “E nel giro di tre, cinque minuti eravamo in macchina e partivamo.”

L’incendio di South Fork è scoppiato lunedì nella riserva Mescalero Apache, dove il presidente della tribù ha emesso un ordine esecutivo che dichiara lo stato di emergenza. L’incendio stava avanzando attraverso la riserva e il servizio forestale degli Stati Uniti atterra vicino a Ruidoso.

Un secondo fuoco, chiamato Fuoco Salato, ardeva anche nella riserva di Mescalero e a sud-ovest di Ruidoso. Lunedì notte aveva raggiunto le 4,3 miglia quadrate e non era stato contenuto, secondo la divisione forestale.

Ruidoso si trova a circa 75 miglia a ovest di Roswell, dove sono stati allestiti diversi centri di evacuazione. Il fumo ha provocato un allarme sulla qualità dell’aria per livelli non salutari sia a Ruidoso che nell’area circostante.

Incendi in California

Nel vicino stato della California, i vigili del fuoco continuano questo martedì a combattere contro il più grande incendio che lo stato abbia mai subito quest’anno, mentre si intensificano i timori per le condizioni previste per i mesi caldi e secchi che si prospettano in estate.

Il Post Fire, a nord della città di Los Angeles, ha bruciato rapidamente circa 37 miglia quadrate di terreno durante il fine settimana, costringendo l’evacuazione di più di mille persone accampate in un parco ricreativo e chiudendo anche un famoso lago dedicato alla navigazione.

Quasi 1.700 vigili del fuoco e altro personale sono impegnati a contenere questo incendio, che attualmente sta bruciando circa 24 miglia quadrate ed è contenuto solo per il 24%.

Da sabato sono scoppiati più di 20 incendi in California, bruciando più di 20.000 acri. Almeno 18 rimangono attivi martedì e la maggior parte non è contenuta, secondo il sito web di Cal Fire. Molti di questi incendi hanno causato evacuazioni e danni a edifici, compreso il Post.

I recenti inverni umidi hanno portato a una rapida crescita della vegetazione, che secondo gli esperti potrebbe rivelarsi pericolosa con l’inizio della siccità nelle prossime settimane e mesi.

Secondo il National Weather Service, le praterie e gli alberi in alcune parti della California sono già “abbastanza asciutti” da resistere alle elevate preoccupazioni legate agli incendi. “L’attività recente suggerisce che gli elementi combustibili si seccano rapidamente e contribuiscono alla propagazione del fuoco”, ha aggiunto l’agenzia.

Con informazioni da AP e AFP.

Incendio boschivo brucia 15.000 acri in California: “In pochi secondi tutto ha cominciato a prendere fuoco”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV È morto Claudio Reyes, il comico che interpretava Charly Badulaque
NEXT Lei è Karime Pindter, la nona inquilina della “Casa del Famoso Messico”