l’emozionante intervista rilasciata da Lorenzo Somaschini prima dell’incidente in Brasile

l’emozionante intervista rilasciata da Lorenzo Somaschini prima dell’incidente in Brasile
l’emozionante intervista rilasciata da Lorenzo Somaschini prima dell’incidente in Brasile

Video: l’emozionante intervista rilasciata da Lorenzo Somaschini prima dell’incidente in Brasile

Il pilota argentino Lunedì notte è morto Lorenzo Somaschini, 9 anni dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva da venerdì scorso, a seguito dell’intervento incidente subito nelle prove libere del quarto appuntamento di campionato Superbike brasiliana.

La conferma della morte è stata confermata dall’organizzazione del concorso sui suoi social network: “SuperBike Brazil comunica, con grande tristezza e dolore, la scomparsa del pilota Lorenzo Somaschini questo lunedì (17/6), alle 19:43 L’argentino, nato a Rosario, è stato ricoverato all’ospedale Albert Einstein, a San Pablo, in terapia intensiva e, purtroppo, non ha resistito.

Lorenzo era una delle promesse della sua categoria. Nato il 17 luglio 2014, “Lolo” si appassionò al motociclismo da suo padre, che gli regalò una mini moto quando aveva 4 anni, e da lì iniziò la sua carriera. Ha debuttato il 13 aprile alla nazionale SuperBike di Buenos Aires durante il Campionato Argentino di Motociclismo di Velocità.

È stato lui stesso a raccontare la sua storia in un’intervista a Paseo Tuerca. “Ho 9 anni e vengo da Rosario. Da quando corro da quattro anni. Mio padre andava in moto, quando avevo quattro anni mi portò a conoscerlo e lì mi piaceva. Ho iniziato con un 50cc. “Il mio sogno è raggiungere il GP ed essere campione del mondo”ha detto in un video diventato virale sui social network.

>> Leggi tutto: È morto Lorenzo Somaschini, il motociclista di 9 anni di Rosario avuto un incidente in Brasile

Sul suo account Instagram, Lolo aveva caricato un post qualche ora prima dell’incidente accompagnato da un breve testo: “Sogni realizzati… Primo allenamento a Interlagos Brasile in preparazione alla Junior Cup”.

La Honda Junior Cup è una delle competizioni giovanili più riconosciute del continente che riunisce motociclisti dagli 8 ai 16 anni su moto da 160 cc con pedali e manubri adatti alla taglia di ogni giovane.

>> Leggi tutto: È di Rosario, ha 9 anni e sogna di arrivare al Campionato del Mondo MotoGP

Prima del debutto nella Superbike argentina, Lorenzo ha parlato con lui La capitale. “Un giorno mio papà mi portò al supermercato a fare il pieno, non ricordo bene, ma facemmo un giro sulla 125cc che era di mio nonno e mi piaceva tantissimo”, raccontò in quell’occasione, confessando : “Ecco che mi ha colto qualcosa che non mi afferrava.” Mi è piaciuto molto e bene…Le moto hanno iniziato ad affascinarmi ed eccomi qui, pronto a correre”.

Nell’intervista ha raccontato anche i suoi sogni e le sue aspettative. “Devo imparare molto, perché mi manca l’esperienza”ha ammesso Lolo, come se fosse un pilota esperto, e ha aggiunto: “Per ora andrò a correre in Superbike e se tutto andrà bene, come spero, allora potrò andare al campionato brasiliano. E da lì chi lo dice.”

“Anche Spero un giorno di essere all’Accademia Chicho Lorenzo in Spagna. Anche se sono solo una o due settimane. Questi sono anche gli obiettivi che abbiamo con i miei genitori. Ma Per prima cosa devi debuttare qui e cercare di fare una buona carriera“, ha affermato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Video| Carlos Alcaraz, pensando all’Eurocup, ha vinto a Wimbledon, ha festeggiato come Bellingham e ha chiesto come stava andando Spagna-Spagna. Germania
NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare