Propongono di utilizzare il RIGI per espandere il trasporto del gas con lavori per 700 milioni di dollari

Propongono di utilizzare il RIGI per espandere il trasporto del gas con lavori per 700 milioni di dollari
Propongono di utilizzare il RIGI per espandere il trasporto del gas con lavori per 700 milioni di dollari

“Il progetto si basa sul massimo utilizzo dell’infrastruttura di trasporto esistente, altamente efficiente in termini di investimento per metro cubo trasportato, che si traduce in un minor costo per l’utente finale, oltre a tempi di costruzione più brevi”, hanno sottolineato da TGS.

I conducenti di IPASTGA Assicurano che con queste opere cercano di donare “affidabilità” all’approvvigionamento energetico e sostituire le importazioni di GNL e diesel con il gas Vaca Muerta per almeno 100 giorni all’annopur consentendo saldi delle esportazioni nella regione, attraverso l’Uruguay o il Brasile.

I calcoli di TGS indicarlo sfruttando il gas Mucca morta Per coprire il deficit di gas, si eviterebbe il pagamento delle attuali importazioni di GNL e diesel, con prezzi intermedi 11 e 18 dollari USA per milione di BTUche sono tra tre e cinque volte superiore ai prezzi commercializzati dal bacino di Neuquén.

Sebbene il TGS abbia chiarito che il progetto è complementare e “non esclude in alcun modo” la possibilità di procedere con la costruzione della Sezione II del Gasdotto Néstor Kirchner, il tracciato del IPASTGA riflette una sostituzione di quel lavoro già in corso, che costa un totale di 2,5 miliardi di dollari e richiederebbe più tempo per essere completata.

immagine.png

Gasdotto Néstor Kirchner. Sono già in corso i lavori della tratta II con le centrali di compressione e lo svincolo del gasdotto Nord.

Per di più, quasi contemporaneamente TGS ha mandato in onda la sua iniziativa, Enarsa ha riferito che il 15 giugno sono iniziati i test presso lo stabilimento di compressori di Trayén, come riprogrammato.o, per l’Early Functioning Appropriate (APF).

Il piano degli interventi di ampliamento è concepito in due ordinamenti con quadri normativi differenziati, e secondo TGSsarebbe complementare a qualsiasi altra opera infrastrutturale che consenta di favorire lo sviluppo del Mucca morta e integrazione energetica regionale.

Tuttavia, Fonti del settore hanno già espresso preoccupazione per la possibile caduta dell’ostracismo della Tranche II del GPNK se questa iniziativa andasse avanti. Uno dei dubbi è come sarebbe collegato alla inversione del gasdotto Nord per raggiungere le province della NOA con il gas di Vaca Muerta.

Lavori di ampliamento della capacità della Sezione I del GPNK (Legge 17.319)

Da un lato, si propone di eseguire un lavoro sulla sezione Trayén–Salliqueló del gasdotto Néstor Kirchnersotto il Legge sugli idrocarburi e applicando il RIGIche prevede una procedura concorsuale per ricevere e aggiudicare le offerte presentate dagli interessati alla sua realizzazione.

Questa prima parte dei lavori presso il GPNK prevede l’installazione di tre nuovi impianti di compressione per un totale di 90.000 CV e un investimento di circa 500 milioni di dollari.

Opere complementari di ampliamento delle parti finali del sistema regolamentato TGS (legge 24.076)

D’altra parte, il progetto è completato con un ampliamento del sistema regolamentato di TGSche finanzierà ed eseguirà secondo i termini della sua licenza, e che consentirà al gas naturale incrementale che arriva a Salliqueló attraverso il GPNK di accedere all’area della Grande Buenos Aires, per poi essere trasferito al TGN verso la zona costiera.

I lavori nel sistema regolamentato TGS comprendono l’installazione di 20 km di circuiti di tubazioni e l’installazione di 15.000 HP di compressione nel gasdotto Neuba II, oltre ad altri lavori e test per aumentarne la pressione massima di esercizio, con un investimento stimato in 200 dollari USA milioni che il TGS finanzierebbe, anche se non venisse assegnato nell’ampliamento del GPNK.

Quali sono i vantaggi dell’iniziativa TGS per espandere il trasporto del gas

  • Questo progetto è superiore a qualsiasi altra alternativa per il importo di investimento efficiente, sfruttando l’utilizzo delle infrastrutture esistenti.
  • IL benefici nella bilancia commerciale dall’Argentina ammonterà a più di 700 milioni di dollari l’anno e, in termini di risparmio fiscale, nell’ordine di 500 dollari all’anno, a causa della sostituzione di queste importazioni una volta attivato il progetto.
  • Con la diminuzione della domanda di gas nel mercato interno, i saldi possono essere esportati verso i paesi della regione nel periodo estivo.
  • Il progetto riattiverà la crescita di vari settori economici. Ad esempio, nell’upstream, per raggiungere lo sviluppo di 14 MMm3/g di produzione incrementale di gas naturale dovranno essere perforati e completati circa 20 pozzi nella fase iniziale a Vaca Muerta, con un investimento stimato di 400 milioni di dollari.
  • Ma anche, il investimenti necessari nel midstream ciò aggiungerebbe altri 450 milioni di dollari in strutture di condizionamento per il trasporto del nuovo gas.

Tappe necessarie per l’autorizzazione del progetto IPASTGA

  1. Analisi e approvazione della proposta da parte dell’Esecutivo Nazionale.
  2. Preparazione dei documenti di gara da parte dell’esecutivo nazionale.
  3. Analisi delle Offerte ricevute.
  4. Premio, che prevede la concessione della cessione parziale della Concessione di Trasporto entro il 1° novembre 2024, per poter avere il nulla osta ai lavori inverno 2026.

Ciò che hanno detto i direttori di TGS, Pampa Energía e Grupo Sielecki

immagine.png

Luis Fallo (Gruppo Sielecki), Oscar Sardi (TGS) e Gustavo Mariani (Pampa Energía).

Oscar Sardi, CEO di TGSha ricordato che le riserve di Mucca morta Sono “equivalenti a più di 120 anni di consumo interno” e ha aggiunto che “è imperativo che l’Argentina disponga delle infrastrutture necessarie che le consentano di capitalizzare queste risorse durante la transizione energetica”.

“Siamo convinti che in questo momento sia l’alternativa più efficiente per i lavori di ampliamento. Il suo grande contributo all’offerta e il suo periodo di costruzione più breve consentiranno all’Argentina, a partire dal 2026, di dare priorità alle proprie risorse, smettendo di spendere 700 milioni di dollari all’anno in importazioni che potrebbero essere sostituite dal gas di Neuquén per un costo di 200 milioni di dollari.generando notevoli risparmi e garantendo l’approvvigionamento interno ogni inverno”, ha sottolineato Sardi.

Gustavo Marianiamministratore delegato di Energia della Pampaha assicurato che “se la legge Basi sarà approvata, l’inquadramento degli investimenti privati ​​nell’ambito del RIGI “Ciò si tradurrà in tariffe di trasporto del gas più basse per gli utenti”.

Luis Fallodirettore esecutivo di Gruppo Sieleckiha evidenziato che dal 2019 la società TGS “ha investito più di 700 milioni di dollari in strutture midstream per accompagnare lo sviluppo promosso dai produttori di gas a Vaca Muerta” e che questo progetto, che aggiunge altri 700 milioni di dollari, “rafforza la vocazione di TGS e dei suoi azionisti a fidarsi e scommettere sulla crescita economica e sociale del Paese.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare