L’ultra Cristina Seguí viene processata per aver diffuso il video di due minorenni vittime di uno stupro di gruppo

L’ultra Cristina Seguí è stata processata questo mercoledì nel tribunale penale di Valencia per ha trasmesso un video di due minorenni vittime di uno stupro di gruppo a Burjassot, negando che sia avvenuta la violenza sessuale e accusando le ragazze di voler “diventare famose in televisione”.

La procura attribuisce all’ex leader di Vox e presidente di Gobierna-te l’omicidio reati di rivelazione di segreti, con aggravante di genere e contro l’integrità moralee chiede un risarcimento di 15.000 euro, mentre la procura privata, portata avanti dall’avvocato Juan Carlos Navarro, porta questa richiesta a 50.000 euro.

Nel video diffuso da Seguí compaiono i due minorenni, 12 e 13 anni, e un’altra amica di entrambi, anche lei minorenne, in una diretta streaming su Instagram registrata dalle persone vicine ai presunti stupratori e trasmessa.

La diffusione di quel video da parte di Seguí era accompagnata dal testo: “È tutto sbagliato, non è una ragazzina di 12 anni ma una ragazzina di 15 o 16 anni, il sesso è stato concordato e consensuale e Lo hanno fatto per diventare famosi in televisione grazie ai media come te.”

Inoltre, in seguito lo ha dichiarato su un canale YouTube “i minorenni stavano fabbricando un test falso e che meritavano di essere picchiati dai loro genitori.

Questo caso è stato segnalato nel maggio dello scorso anno e quattro di Alla fine i cinque autori furono condannati per aver aggredito sessualmente le ragazze., che avevano 12 e 13 anni al momento dell’aggressione, a tre o quattro anni di reclusione per stupro di gruppo in due casi; a cinque anni di libertà vigilata per altri due per stupro individuale mentre uno di loro, un adolescente sotto i 14 anni, era irrecusabile.

A parere della Procura, questo commento persegue il “disprezzo delle vittime di violenza sessuale”. per il loro status di tali, perché sono donne adolescenti con la consapevolezza che ciò potrebbe provocare accese reazioni sia nei loro confronti che nei confronti delle vittime di reati sessuali, come di fatto sono avvenuti, diventando argomenti di tendenza“.

Una delle madri dei minori apparsi in quel video ha dichiarato che, da quando è stato trasmesso, Sua figlia ha tentato il suicidio Ha dovuto cambiare due volte istituto e anche residenza e riceve cure psicologiche.

Ha raccontato di aver visto il video in cui apparivano sua figlia e altre due ragazze quando “persone note” lo hanno riferito: “Ho visto mia figlia, un’altra ragazza vittima anche lei, e un loro amico”.. Potevi vedere i loro volti e uno di loro dava i loro nomi e cognomi.“, ha spiegato.

La madre, che ha indicato che sua figlia aveva un account Instagram privato, con circa 130 amici, ha dichiarato che a seguito della pubblicazione del video, Ha smesso di frequentare le lezioni e ha dovuto cambiare scuola due volte e cambiare sede.. “Avevano identificato mia figlia. Ha sofferto bullismo in entrambi gli istituti”, ha detto.

“Secondo quanto mi hanno detto gli specialisti che la seguono in terapia, presenta modelli di disturbo borderline di personalità“, ha descritto. Prima di questi eventi, ha dichiarato di non aver avuto alcun problema psicologico e ha affermato di essere una ragazza “normale”. “Di conseguenza, la sua vita è cambiata completamente”, ha aggiunto.

Infine, ha testimoniato in qualità di esperto uno psicologo dell’Istituto di Medicina Legale (IML), il quale ha affermato che il minore vittima dell’aggressione e sul quale è stato trasmesso il video la sua situazione di salute mentale è peggiorata per la violazione avvenuta al momento della pubblicazione delle immagini.

“Diventa uno stato completamente disfunzionale, il suo stato di salute peggiora”, ha detto. Lo ha aggiunto La minorenne gli raccontò in più occasioni che le avevano rovinato la vita e che adesso “tutti sapevano che erano loro le ragazze violentate”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Scaloni, sugli episodi di Uruguay-Colombia: “In quella situazione chiunque si sarebbe comportato così”
NEXT Il Club Puebla viene sconfitto dal Necaxa – El Sol de Puebla