la serie Antena 3 su Máxima dall’Olanda che le sue figlie guarderanno nonostante la scena più controversa

I fan delle serie ispirate alla vita delle regine sono fortunati. Questo mercoledì 19 giugno, Antena 3 presenta in prima serata ‘Máxima’, il blockbuster olandese basato sulla vita dell’attuale consorte dei Paesi Bassi, Massima d’Olandadai suoi primi anni in Argentina e New York, al suo impegno per il Re Guglielmo Alessandro. Dopo aver raggiunto un accordo con Beta Films, la rete televisiva trasmette esclusivamente in Spagna una serie prodotta da Rachel van Bommeldella Millstreet Films, e quello È già stato presentato in anteprima un paio di mesi fa nei Paesi Bassi. È diventata infatti una delle produzioni più apprezzate dai giornalisti specializzati nell’ultima edizione del festival delle serie di Cannes.

Fino a tre attrici interpretano Máxima in età diverse nella serie, che È composto da sei capitoli da 50 minuti ciascuno.. “La serie è basata sul libro ‘Maxima Zorreguieta. Patria‘, Di [la periodista holandesa] Marcia Luyten“, ha commentato in un’intervista Saskia sta morendo, uno dei direttori del progetto. “Ha indagato a fondo e ha parlato con la famiglia, gli amici e i colleghi di Máxima, quindi è abbastanza veritiero. Ma, ovviamente, non sappiamo esattamente cosa sia successo a porte chiuse, quindi abbiamo dato la nostra interpretazione. Come molte cose nel mondo La storia è drammatizzata o inventata, l’ho considerata fin dall’inizio e volutamente non ho indagato troppo sul suo passato, in modo da poter continuare a contemplare la storia con gli occhi di un estraneo neutrale.

Atresmedia

Nello stesso intervento Diesing ha spiegato che, poiché “non sembrava molto sostenibile volare in Argentina con tutta la squadra”, ha deciso di “girare le scene di Buenos Aires a MadridD. Il cameraman è volato a Buenos Aires per realizzare alcune riprese esterne e clip audio. Per la storia di New York abbiamo girato solo le scene esterne in questa città, e abbiamo girato le scene interne nei Paesi Bassi.” Quando le è stato chiesto se pensava che la regina avrebbe dato un’occhiata alla serie, il regista ha osservato che “Máxima ha già detto che non la vedrà. Capisco che lo dici, perché così non dovrà nemmeno dire cosa pensa di lei.. Anche se ho messo in conto che le sue figlie lo vedranno. “Ci sono scene intime nella serie e ho pensato che fosse importante, anche per questo motivo, che quelle scene fossero di buon gusto.”

Una storia d’amore appassionata

In questo senso vale la pena ricordare che, nonostante la buona accoglienza in termini di pubblico, ‘Máxima’ ha ottenuto recensioni negative da parte di alcune persone che non amano la sequenza del primo episodio in cui i monarchi appaiono amoreggiare tra le lenzuola. “Non ho bisogno di vedere l’uomo che vediamo ogni anno recitare il discorso dal trono come re sbuffando e sbuffando per la sua amata”, ha commentato il presentatore televisivo. Anita Witzier dopo la prima della serie al Teatro Tuschinski di Amsterdam.

Fu proprio nel Tuschinski dove Il team ‘Máxima’ ha annunciato che il prodotto avrà una seconda stagione“Nella nuova stagione, Máxima scopre che mantenere l’amore degli olandesi non è facile come guadagnarselo”, notò quella sera Van Bommel.. “Non vedo l’ora di iniziare le riprese a ottobre con la stessa squadra che ha reso la prima stagione così meravigliosa. A parte questo, ovviamente inizieremo a scegliere il resto della famiglia reale olandese che incontreremo nella seconda stagione.”

Nata nel 1971, Máxima Zorreguieta è cresciuta a Buenos Aires e Fin da piccola è stata educata per arrivare in alto. Quando aveva vent’anni, si trasferì a New York, dove lavorò nel settore bancario e frequentò il jet set newyorkese. Nella primavera del 1999 si recò a Siviglia per far visita ad alcuni amici e, durante la festa in uno stand della famosa Fiera d’Aprile, incontrò Guillermo de Orange. “Cominciarono a volare scintille… e il resto è storia“, ha commentato una volta la sovrana olandese, la cui relazione sentimentale è fiorita tra il maggio 2000 e l’aprile 2001, lontano dai riflettori.

Il più popolare

Máxima ha lasciato il lavoro di economista presso la Deutsche Bank di New York per trasferirsi a Bruxelles, con l’intenzione di studiare l’olandese e stare più vicina al suo ragazzo. Secondo il suo biografo, L’Argentina “si muoveva con apparente comodità e visibile piacere attraverso tutti i settori della società“, e fece diventare la Casa Reale Olandese “più vivace, allegra e mondana con lei.” Anche se il suo passato suscitò dubbi e riluttanze anche tra alcuni membri della sua famiglia politica e altri nel Parlamento olandese, che L’hanno interrogata sul fatto che fosse la figlia di un ministro del dittatore Videla. Infatti, il suo matrimonio con Guillermo, celebrato nel febbraio 2002, prevedeva notevoli assenze dei suoi genitori: la serie inizia proprio con una scena in cui gli sposi appaiono litigare per questo motivo.

Massima d'OlandaMassima d'Olanda
GTRE

“Rimpiango la dittatura, le sparizioni, le morti. “Conosciamo tutti i mali causati dal regime militare e come argentino ne sono molto triste”, ha affermato una volta Máxima, che ha avuto tre figli con suo marito, le principesse. Amalia (attuale erede al trono), Alessia E Arianna– ed è stata incoronata regina consorte nel 2013 – la data in cui Beatrice d’Olanda Ha deciso di abdicare a suo figlio. Già allora l’argentina aveva fatto capire di non essere disposta a trasformare la propria esistenza in un vuoto ruolo cerimoniale, ma piuttosto Desiderava vivere una vita che rendesse giustizia al suo passato professionale.. E con il passare del tempo conquistò la fiducia dei suoi sudditi grazie alla vicinanza loro dimostrata e ai suoi sforzi per rendere visibile la lotta per i diritti di alcune minoranze, al punto da diventare il membro più popolare della Casa d’Orange. .

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare