Coxabengoa si aggiudica quello che sarà il più grande impianto di desalinizzazione di Taiwan

Coxabengoa si aggiudica quello che sarà il più grande impianto di desalinizzazione di Taiwan
Coxabengoa si aggiudica quello che sarà il più grande impianto di desalinizzazione di Taiwan

Coxabengoa si è aggiudicata la prima fase di quello che sarà il più grande impianto di desalinizzazione di Taiwan, con una capacità di 200.000 metri cubi al giornocome riferisce la società, che ha sottolineato che con questo primo premio nel paese rafforza il suo portafoglio in Asia e Medio Oriente.

Lo stabilimento, situato a Tainan, nel sud di Taiwan, lo consentirà fornire acqua potabile a un milione di persone in un Paese con un grande bisogno di acqua destinata al consumo umano, oltre a soddisfare il fabbisogno idrico dell’industria dei semiconduttori dell’isola.

Il progetto prevede la realizzazione e la gestione per 15 anni di un impianto di desalinizzazione dell’acqua di mare ad osmosi inversa per la Water Resources Agency, dipendente dal Ministero degli Affari Economici di Taiwan, come cliente finale.

La costruzione e l’avviamento dell’impianto, che occuperà 200 persone nel momento di maggiore intensità del processo, sarà realizzato in due fasi.

Nella prima fase verrà raggiunta la capacità di fornire 100.000 metri cubi di acqua al giorno e si preparerà per la seconda fase, nella quale si raggiungeranno i 200.000 metri cubi.

Strutture di Coxabengoa

Sono state quindi integrate le aree infrastrutture/linee di trasporto e l’area esercizio e manutenzione, a supporto dei principali business del gruppo.

Oltre all’aggiudicazione dell’impianto di dissalazione a Taiwan, Coxabengoa ha messo in funzione ‘Taweelah’, il più grande impianto di dissalazione a osmosi inversa del mondo, situato ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti).

Con una produzione di quasi un milione di metri cubi al giorno, l’impianto ‘Taweelah’ garantisce il rifornimento a circa quattro milioni e mezzo di persone durante tutto l’anno.

Questo impianto è il primo impianto di grandi dimensioni nell’emirato che abbina la produzione di acqua potabile alla generazione di energia pulita, grazie a un impianto fotovoltaico da 70 megawatt di picco (MWp) di potenza, che consente all’impianto di dissalazione di essere auto-alimentato. sufficiente nelle energie rinnovabili.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cosa farà Lázaro Cárdenas? – La finanziaria
NEXT Si sono celebrati così i 25 anni di lavoro del Banco Agrario presso l’hotel Sheraton