L’Ue ha approvato un pacchetto di sanzioni che penalizza il trasferimento di gas naturale liquefatto russo nei porti europei

L’Ue ha approvato un pacchetto di sanzioni che penalizza il trasferimento di gas naturale liquefatto russo nei porti europei
L’Ue ha approvato un pacchetto di sanzioni che penalizza il trasferimento di gas naturale liquefatto russo nei porti europei

L’Unione Europea ha approvato un nuovo “potente e sostanziale” pacchetto di sanzioni contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina (REUTERS/LUONG THAI LINH)

IL Unione Europea (UE) ha raggiunto un accordo politico questo giovedì il nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia per aver invaso l’Ucrainail quattordicesimo, che comprende restrizioni al trasferimento di gas naturale liquefatto (GNL) russo nei porti europei.

Gli ambasciatori dei Ventisette presso l’UE hanno raggiunto oggi questo accordo superare la riluttanza della Germaniache contempla anche misure contro la cosiddetta “flotta ombra” russa che trasporta petrolio e aiuta a evitare le sanzioni già imposte sul greggio russo, hanno detto EFE varie fonti diplomatiche.

“Questo pacchetto energico ostacolerà ulteriormente l’accesso della Russia alle tecnologie chiave”.. Priverà la Russia di ulteriori entrate energetiche”, ha indicato la presidente della Commissione europea nel suo account sul social network Ursula von der Leyen, che hanno accolto con favore la conclusione dell’accordo.

Questo è il 14esimo round che l’UE impone alla Russia dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina (REUTERS/FILE)

Anche la politica tedesca ha annunciato che il Il nuovo pacchetto di sanzioni sarà diretto anche contro la “rete bancaria ombra del presidente russo Vladimir) Putin all’estero”, nonché contro la “flotta ombra”.

Da parte sua, la presidenza belga del Consiglio dell’UE ha segnalato attraverso lo stesso social network questo pacchetto “fornisce nuove misure mirate e massimizza l’impatto delle sanzioni esistenti colmando le lacune”.

Le ultime serie di sanzioni contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina approvate dall’UE si sono concentrate principalmente su questo stringere l’assedio alle manovre di Mosca per aggirare le misure restrittive già in vigore.

Invece questo È la prima volta che i Ventisette si concentrano sul gas naturale liquefatto russo.

L’UE è stata un grande alleato dell’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa (REUTERS/FILE)

La Commissione europea ha presentato la sua proposta iniziale per questo quattordicesimo pacchetto di sanzioni all’inizio di maggio e da allora gli Stati membri l’hanno messa a punto.

Questa nuova tornata di sanzioni comprende anche misure restrittive nei confronti di oltre 100 nuove persone ed entità, Quindi la lista nera delle persone sanzionate per l’invasione russa dell’Ucraina supera ora i 2.200 nomi in totale.

Tale elenco comprende, tra gli altri, Putin, nonché il suo Ministro degli Affari Esteri, Sergei Lavroved ex presidente dell’Ucraina Viktor Yanukovichcosì come uomini d’affari, oligarchi e soldati, nonché propagandisti filo-Cremlino.

Per quanto riguarda le entità sanzionate dall’inizio della guerra, queste includono banche e istituzioni finanziarie (compreso il Servizio federale di vigilanza finanziaria); aziende del settore militare e del difenderedel aviazione, costruzione navale e costruzione di macchine; forze armate e gruppi paramilitari, in particolare il Gruppo Wagner; così come le società di telecomunicazioni e alcuni media.

Dopo i tredici pacchetti di sanzioni già in vigore, Mosca continua ad esportare gasdotto e GNLreindirizzando le sue forniture verso l’Asia e in particolare verso Cina.

Ne avevano fatto richiesta diversi paesi della Comunità agire contro il trasferimento di GNL russoche arriva principalmente nell’UE attraverso terminali in Belgio, Francia o Spagna e, da lì, viene riesportato.

Il pacchetto concordato oggi comprende misure sulle importazioni di GNL, sugli investimenti e sui trasbordi di questo gasLo sottolineano fonti diplomatiche.

Inoltre, hanno indicato che lo prevede strumenti aggiuntivi per prevenire l’elusione delle sanzioniin particolare attraverso filiali di paesi terzi di società madri dell’UE, nonché nuove misure sui servizi di messaggistica finanziaria.

Include anche varie misure sui trasporti per evitare l’elusione aerea, terrestre o marittima.

Alcuni paesi lo avevano ha insistito per agire “nell’ombra” contro la flotta russa che, attraverso il Mar Baltico e utilizzando navi battenti bandiera di paesi terzi, rende più facile per Mosca continuare ad esportare il petrolio vietato dall’Ue.

Hanno avvertito ulteriore rischio ambientale che tali operazioni implicano l’utilizzo nella flotta di navi non adatte alla navigazione.

Allo stesso modo, il quattordicesimo pacchetto di sanzioni copre nuove restrizioni all’esportazione di beni e tecnologie a duplice usoanche nei paesi terzi, e di prodotti che contribuiscono alle capacità industriali della Russia.

Infine, include misure contro l’ingerenza straniera e l’indebolimento dei sistemi democratici con nuove regole sui finanziamenti da parte dello Stato russo.

Si prevede che il testo giuridico dell’accordo sarà disponibile pubblicheremo ufficialmente lunedì prossimo durante il Consiglio che i ministri degli Esteri dell’Unione terranno a Lussemburgo.

L’UE ha anche imposto sanzioni Bielorussiagià per il suo coinvolgimento nell’invasione russa dell’Ucraina Iran per la fornitura di droni alla Russia.

(Con informazioni da EFE)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il remake di Ranma 1/2 ha già il suo primo trailer e la sua data, potrà competere con il classico?
NEXT spiegato il finale e le apparizioni a sorpresa che portano alla seconda stagione