Barcellona ama Bruce Springsteen, la Formula 1 del rock

Ieri Bruce Springsteen ha ripreso le redini del suo carro di roccia all’Estadi Olímpic senza aver fatto a malapena il tempo di perderlo dal suo ultimo sbarco a Barcellona, ​​accompagnato dagli Obama e dagli Spielberg. I fan hanno conservato fresca nella loro memoria l’immagine insolita dell’entourage che passeggiava per la città, nell’aprile dello scorso anno, o quella di Michelle Obama che si iscrive per cantare dei ritornelli con Kate Capshaw, moglie del regista di E.T. quando suonò il primo giorno Giorni di gloria. Il Boss sembrava così felice…

“Ciao Barcellona, ​​come stai?, come stai?, come stai?, uno, due, tre, quattro…”. Poco più di un anno dopo, ieri c’era di nuovo The Boss, che si lasciava accarezzare dalla luce del tramonto olimpico. Abito da gentiluomo, gilet nero, cravatta e camicia bianca con polsini lunghi lontano ovest , Bruce ha affrontato con eleganza il proprio autunno, mettendo in luce i problemi vocali che giorni fa lo hanno costretto a rinviare Marsiglia, Praga e Milano. Per fortuna, per Madrid, dove non si recava da 8 anni, e per Barcellona – anche domani – sembrava guarito.

“C’è qualcuno vivo a Barcellona”, ha gridato. Gli hanno risposto le 58.000 anime che a novembre hanno esaurito la capienza in mezz’ora. Supportato da una popolosa E. Street Band (nome il cui motivo va ricercato nel suo nativo Jersey), Bruce ha dato tutto, tutto quello che gli restava, affidandosi anche alla chitarra. Al suo fianco c’era uno spettacolo sonoro, un esercito di fiati e bellissimi cori che compensavano le loro stonature e affascinavano quei ragazzini che, incoraggiati dai genitori, assistevano all’incontro con il Boss del crepuscolo. “Trovo divertente vedere com’è il rock”, ha detto una ragazza di 19 anni. “Barcellona!”: e la città risponde, lo celebra, inneggia al suo recupero vocale.

Bruce Springsteen indossa una maglietta lanciata da uno spettatore con la scritta “Us estimem”

Marti Abad

Questo World Tour 2024 ha strizzato l’occhio e affetto al suo pubblico, che è colui che lo ispira e al quale dedicherà inni mitici – Nato per correre O Danzando nel buio – ma anche canzoni che non erano in tournée, come Il mio amore non ti deluderà, in cui trasmette quell’illusione di fine secolo; COME Coprimi del famoso Nato negli Stati Uniti del 1984, in cui sfoggiava un assolo di chitarra scioccante/onesto, e così via Radio da nessuna parte cosa che non faceva in tournée dal 2017. Canzoni che sono state ascoltate dopo aver iniziato con il memorabile Giorno solitario che parla con un’aura di speranza – ovviamente – della solitudine con cui gli esseri umani affrontano gli ostacoli della vita: “Questo vecchio mondo è duro, sta diventando sempre più duro / Coprimi, forza tesoro, coprimi”.

Springsteen potrebbe avere difficoltà ad alzare le sopracciglia questa volta, ma non fa concessioni quando si tratta di revival. Come se si trattasse di morire uccidendo, lascia fuori icone popolari come Travestimento brillante –che peccato– concentrarsi sul suo furioso canzoniere. La forza esce attraverso i pori Fantasmi tema dall’album pandemico Lettera a te che ha aiutato molte persone a superare il covid. Anche nelle ballate come L’oscurità ai margini della città , cosa che non aveva fatto neanche lui e che finì con un urlo lacerato, non importa in quale tono. Il Boss è più che la voce, è la memoria viva della ragione di esistere.

‘Noi estimem’, ha detto, leggendo la maglia che alcuni tifosi gli hanno mostrato. Il tuo catalano continua a migliorare

“Us estimem”, ha detto leggendo la maglia che alcuni tifosi in prima fila gli avevano mostrato – il suo catalano continua a migliorare – prima di arrendersi Il potere della preghiera e tira fuori l’armonica La Terra Promessa. Poco dopo, avrebbe raccontato, mostrando con orgoglio un contenitore di buon prosciutto, di aver scambiato il suo strumento con la preziosa leccornia…

L’Estadi è impazzito quando ha iniziato con l’acustica Aspettando una giornata soleggiata . La notte era ancora giovane. E a quei pazienti acuti che The Boss sembrava non raggiungere – il suo medico deve avergli strappato i capelli –, è arrivato il pubblico di Barcellona, ​​che ha incoraggiato parlando nella loro lingua: “Fa una nit preziose”. caldo dentro Città natale non ha esitato a cantare il finale a cappella di Il fiume .

Francesc Bombí-Vilaseca

Ma le persone sono incondizionate. E lo era ancora di più quando copriva Setaccio notturno di Commodores che dondolano i fianchi e danno spazio – per fortuna – ai loro straordinari coristi afroamericani. Ha raccontato, con sottotitoli in catalano, come all’età di 15 anni sia entrato a far parte dei Castiles, la band della quale, dopo la morte di George Theiss, è l’unico rimasto in vita. “Il lutto è il prezzo che paghiamo per essere sopravvissuti”, ha detto prima di sintonizzarsi miracolosamente. L’ultimo uomo in piedi.

Bruce è andato in testacoda. Cavalcando l’onda del suo rock, la sua voce avrebbe impreziosito il resto delle tre ore del concerto Il sorgere E Via del Tuono, con cui concludeva, prima di tuffarsi nei bis che coronavano una celebrazione della colonna sonora d’America: Nato negli Stati Uniti, Born to Run, Bobby Jean, Dancing in the Dark , Il congelamento della Decima Avenue… e, come un asso nella manica, ha tirato fuori Gira e grida , ma in modalità The Top Notes, e l’ha fatto durare come una festa gitana, togliendosi il gilet e iniziando a ballare il twist. E si è chiusa con una festa più, quella classica Rokin’ in tutto il mondo. Per poi uscire da solo, chitarra, armonica e lamento…a Ti vedrò nei miei sogni , in memoria di Michael Gudinski, che fu il promotore in Australia dei concerti dell’artista. “Mi ricordo di te, amico mio… perché non è la fine.”

Non è la fine, no, per questo 74enne.

Orizzontale

Marti Gelabert

FOTO MARTI GELABERT 20/06/2024 CONCERTO DI BRUCE SPRINGSTEEN E DELLA E BAND ALLO STADIO OLIMPICO DI MONTJUIC

Marti Gelabert

FOTO MARTI GELABERT 20/06/2024 CONCERTO DI BRUCE SPRINGSTEEN E DELLA E BAND ALLO STADIO OLIMPICO DI MONTJUIC

Marti Gelabert

FOTO MARTI GELABERT 20/06/2024 CONCERTO DI BRUCE SPRINGSTEEN E DELLA E BAND ALLO STADIO OLIMPICO DI MONTJUIC

Marti Gelabert

FOTO MARTI GELABERT 20/06/2024 CONCERTO DI BRUCE SPRINGSTEEN E DELLA E BAND ALLO STADIO OLIMPICO DI MONTJUIC

Marti Gelabert

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare