Ebrard, De la Fuente, Bárcena, tra i primi membri

Il presidente eletto virtuale del Messico, Claudia Sheinbaum, presentato questo giovedì alle sei membri del suo gabinetto −tre donne e tre uomini− con i quali lavorerà per governare il Paese, a partire dal 1° ottobre.

Si prevede che il resto del suo gabinetto sarà composto da ex collaboratori del governo CDMX e da funzionari vicini ad Andrés Manuel López Obrador che, come promesso durante la campagna, continueranno ad avanzare al “secondo piano della quarta trasformazione”.

Sheinbaum ha affermato che tutti coloro che la accompagnano hanno chiari i principi del movimento e “Sono uomini e donne di prima classe”.

Scopri: quali sono le 6 riforme prioritarie di Claudia Sheinbaum?

Chi farà parte del gabinetto di Claudia Sheinbaum?

Dal Museo Interattivo dell’Economia (MIDE), Sheinbaum ha annunciato i funzionari che dirigeranno questi cinque Segretariati e il Dipartimento Legale della Presidenza.

– Ministero dell’Economia (SE): Marcelo Ebrard, ex capo del governo ed ex ministro degli affari esteri.

–Segretario alle Scienze, Studi Umanistici, Tecnologia e Innovazione, che sarà un nuovo dipartimento: Rosaura Ruiz Gutiérrez, ex segretaria dell’Istruzione di Città del Messico.

Sheinbaum ha spiegato che il Consiglio nazionale degli studi umanistici, delle scienze e delle tecnologie (Conahcyt) sarà elevato al rango di Segretariato, che sarà guidato da Ruiz Gutiérrez.

-Segretario alle Relazioni Estere (SRE): Juan Ramón de la Fuente, ex ambasciatore del Messico presso le Nazioni Unite ed ex rettore dell’UNAM.

-Segretario all’Ambiente e alle Risorse Naturali (Semarnat): Alicia Bárcena Ibarra, attuale responsabile delle Relazioni Estere che resterà in carica fino al 30 settembre.

– Dipartimento Legale della Presidenza: Ernestina Godoy, ex procuratore di Città del Messico.

Entrano nel gabinetto di Sheinbaum, che aveva solo confermato l’attuale segretario al Tesoro, Rogelio Ramírez de la Oche manterrà l’incarico che ricopriva dal luglio 2021, quando López Obrador lo nominò in sostituzione di Arturo Herrera.

Come ha promesso nel corso della campagna, il suo gabinetto dovrebbe farlo parità di genere, Cioè, dei 19 Segretari di Stato, almeno 10 sono guidati da donne.

Giovedì prossimo Sheinbaum presenterà altre sei persone del suo gabinetto.

I primi sei membri del gabinetto della presidente virtuale, Claudia Sheinbaum. Foto: schermata

Ebrard: “l’impegno è raggiungere una prosperità condivisa”

L’ex cancelliere Marcelo Ebrard, che è stato l’unico relatore, ha affermato che la squadra si dedicherà al raggiungimento degli obiettivi con determinazione, dedizione e impegno per consolidare il secondo piano della quarta trasformazione.

“Viviamo in un mondo più protezionista, per certi versi più instabile e l’encomienda è, quindi, superare quelle acque tempestose con tutto ciò che abbiamo imparato nella nostra vita per avere successo, per adempiere al mandato del popolo messicano”, ha dichiarato.

“Nel caso del suo servitore, sarò al Ministero dell’Economia, perché l’istruzione principale, l’orientamento principale, l’impegno è che il prosperità condivisa quello proposto dal dottor Sheinbaum ha condizioni favorevoli e viene eseguito come proposto.

Ebrard ha sottolineato che il Messico ha oggi molte condizioni a suo favore nel mondo, tra cui “i migliori risultati economici di mezzo secolo” e “i migliori risultati economici del Paese negli ultimi 50, 60 anni”, oltre a tutte le opportunità degli accordi commerciali, “verrà la crescita del Messico come principale partner degli Usa e il rinnovo del T-MEC, un altro dei nostri compiti”.

Gabinetto Sheinbaum
Marcelo Ebrard sarà il ministro dell’Economia. Foto: Cuartoscuro..

Le priorità del governo Sheinbaum

Sheinbaum ha già delineato le prime politiche della sua prossima amministrazione: il “Piano C” e la preservazione dell’eredità di AMLO.

La prossima presidente ha definito le sei riforme a cui darà priorità a settembre, prima della fine dell’attuale amministrazione: si va dal sostegno economico alle donne tra i 60 e i 64 anni; borse di studio universali per gli studenti dell’istruzione di base; modifiche alla Legge ISSSTE del 2007 e non rielezione.

I restanti due fanno parte dei 20 presentati dal presidente López Obrador lo scorso febbraio: la riforma del sistema giudiziario e il riconoscimento dei popoli indigeni e afromessicani come soggetti di diritto.

Processo di transizione, senza rotture e senza sottomissione

Il 6 giugno, Juan Ramon de la Fuente, responsabile dell’équipe di transizione di Claudia Sheinbaum, ha assicurato che il processo di transizione tra lei e Andrés Manuel López Obrador Sarà fatto senza pause, ma non ci sarà presentazione da parte del nuovo governo.

De la Fuente ha detto che Sheinbaum Non sarà una “calca” del governo López Obrador, poiché hanno stili e traiettorie diverse. Inoltre, ha assicurato che ci sarà continuità nei valori e nei principi, ma verranno apportati anche gli aggiustamenti e i cambiamenti necessari laddove l’obiettivo non è stato raggiunto.

“Sì, c’è affinità ideologica, certo, provengono dallo stesso movimento, ma ci sono differenze fondamentali, nella personalità, nello stile, ci sono anche differenze nelle priorità. Ciò che è molto chiaro è che non vogliamo entrare in una rottura e in uno scontro”, ha indicato.

gabinetto di claudia sheinbaum
Claudia Sheinbaum. Foto: Cuartoscuro.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT ◉ Tutti i ragazzi contro Alvarado live: ho seguito la partita minuto per minuto