Vittoria sofferta di Max Verstappen contro Lando Norris a Montmeló

Vittoria sofferta di Max Verstappen contro Lando Norris a Montmeló
Vittoria sofferta di Max Verstappen contro Lando Norris a Montmeló

Anche se sembra come sempre, possiamo già affermare che non è più come sempre. Max Verstappen e la Red Bull hanno dovuto sudare sangue per ottenere la settima vittoria dell’anno e il terzo consecutivo al Gran Premio di Spagna, davanti a un Lando Norris e una McLaren che lanciarono tutto ciò che avevano per inseguirlo, ma rimasero sulla riva. Lewis Hamilton ha completato il podioe ha ottenuto il suo primo box finora in questa stagione, confermando la rinascita della Mercedes.

Gara complicata per lo spagnolo in casa. Carlos Sainz aveva una strategia diversa che non era quella giusta, e lo ha trascinato al sesto posto dietro al compagno di squadra Charles Leclerc.. Fernando Alonso è riuscito a malapena a superare il dodicesimo posto ed è stato addirittura doppiato, cosa che sicuramente farà male allo spagnolo e alla sua squadra, l’Aston Martin.

Un razzo chiamato Russell

George Russell ha approfittato della scia sia di Norris che di Verstappen rendere effettiva una partenza fulminea che lo ha posto in testa alla corsa. Ma quell’onore durò poco, poiché Verstappen, alla prima occasione, strappò gli adesivi e iniziò la fuga nel bel mezzo di una lotta fratricida tra le Ferrari. Sainz ha superato Leclerc sull’esterno della 1, scontrandosi leggermente con il compagno di squadra, come riportato da entrambi alla radio.

Non è stato un inizio tranquillo la carriera di Fernando Alonso. Dopo essere caduto diverse posizioni in partenza all’uscita della curva 1, ha iniziato a perdere ritmo e si è fatto superare da Lance Stroll e Valtteri Bottas, che, insieme ad una piccola uscita di pista alla curva 12, hanno reso questi primi abbastanza bussole complicate. Anche con l’ingresso ai box dei rivali intorno a lui come Bottas, Magnussen e Hülkenberg, che hanno lanciato una sottosquadro all’asturiano.

Russell ha sorpreso tutti con la sua partenza

McLaren, tutto o niente

Le manovre strategiche davanti sono state inaugurate dalla Mercedes al quindicesimo giro richiamando ai box George Russell. I tedeschi stavano cercando di proteggere un possibile sottosquadro di Norris, ma hanno subito una lenta sosta di cinque secondi di cui la McLaren non ha approfittato. Quelli di Woking hanno escluso Lando, che ha chiesto di dimenticare Russell e di inseguire Max.

Alla Ferrari, Sainz si è fermato accanto a Russell per fare una media di sottosquadro
ad Hamilton che è stato efficace, ma il ritmo del britannico con la media è stato tale che poco dopo essersi fermato, ha superato, non senza complicazioni, l’occupante di quella che sarà la sua vettura nel 2025. Norris si è fermato sette giri dopo Verstappen e nove dopo Russellquindi avrebbe un brutale vantaggio di gomme per recuperare tempo e superare i suoi rivali.

Sainz era una preda facile, ma le Mercedes erano più toste: Hamilton ha resistito tre tentativi, e con Russell ci ha dato una battaglia di sette curve, quattro delle quali praticamente in parallelo, finché il pilota della McLaren non ha completato il sorpasso alla curva 7. Duello, pulito, da vecchie conoscenze. Con terreno libero, Norris ha iniziato la caccia al leone: per Max Verstappen.

La Mercedes cambia il gioco

Russell e Sainz hanno guidato forte al 36esimo giro per cercare di arrivare alla fine, mentre Norris ha tolto circa mezzo secondo al giro a Verstappen. In più occasioni, suggerendo che la McLaren aveva azzeccato la strategia per inseguire l’olandese, ignorando Russell alla prima sosta.

Ma entra in gioco un protagonista inaspettato: Hamilton. Alla Mercedes gli hanno messo le soft per l’ultima sosta al giro 43, una strategia copiata alla Red Bull con Verstappen. Con questo pneumatico entrambi hanno sorvolato la pista catalana e Hamilton si è sbarazzato rapidamente di Carlos Sainz. Dietro, Fernando Alonso ha effettuato la sua ultima sosta al giro 46 per cercare di lottare per la zona puntiqualcosa che sembrava complicato.

Norris ha messo le soft al giro 47 e, nonostante uno stop di 3,6 secondi, è riuscito a mantenere il secondo posto con Russell, che perì contro un Hamilton arrivato come un missile con il molle. Il pilota della McLaren è uscito dai box otto secondi dietro Verstappen. Mancavano 19 giri.

Alonso ha sofferto davanti al suo popolo

Norris resta alle porte

Norris ha ridotto il distacco da Verstappen a meno di sei secondi in soli sette giri. Vedendo le orecchie del lupo, la Red Bull ha chiesto a Max di iniziare a spremere le sue gomme. Piegato in mezzo, Verstappen è riuscito a neutralizzare in un certo modo il divario tra i quattro e i cinque secondi con Norris, che poteva fare ben poco per raggiungere il suo rivale e, allo stesso tempo, amico. Ancora una volta si è ripetuta la storia dell’Emilia-Romagna, che dopo due giri è riuscito a scendere a tre secondi, e ha tagliato il traguardo a 2,2 secondi.

Verstappen ha ottenuto un’altra vittoria strazianteil terzo consecutivo al Circuit de Barcelona-Catalunya, davanti a Lando Norris, già alternativo all’olandese, e Lewis Hamilton, che ha aggiunto il suo primo podio dell’anno. George Russell ha concluso quarto, davanti alle Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Oscar Piastri, Checo Pérez, Pierre Gasly ed Esteban Ocon hanno concluso in zona punti.

Orario Carriera Gran Premio di Spagna 2024

Verstappen allunga ancora un po’ il suo vantaggio in Coppa del Mondo, e ha 219 punti, 69 in più di Norris, che scavalca Charles Leclerc al secondo posto con 150 punti, due in più del monegasco. Nonostante lo scarso risultato di Checo, Anche la Red Bull aumenta leggermente il suo vantaggio in Coppa del Mondo dei Costruttori con 328 punti, lontani dalla Ferrari con 270 e dalla McLaren, che taglia nuovamente gli italiani, e resta a 33, con 237.

La Formula 1 non si ferma e si dirige verso l’Austria, undicesimo appuntamento del Mondiale, che avrà formato Sprint.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare