Camuzzi nega un calo di pressione nel gasdotto

Camuzzi nega un calo di pressione nel gasdotto
Camuzzi nega un calo di pressione nel gasdotto

La società di distribuzione ha riferito a metà della scorsa settimana che il gasdotto Fuegian funzionava in modo completamente normale e che la fornitura di gas all’impianto di Ushuaia rispettava i volumi e la pressione contrattuali.

A

Sulla base dei blackout registrati martedì e mercoledì scorsi e che secondo la Giunta provinciale rispondono ad un “notevole calo” della pressione del gas che alimenta l’impianto di Ushuaia, Camuzzi Gas del Sur ha rilasciato un comunicato in cui assicura che “il Fueguino Gasduct, il sistema attraverso il quale viene fornito gas naturale alla provincia della Terra del Fuoco, funziona in modo assolutamente normale, senza registrare alcuna anomalia o caduta di pressione.”

La società di distribuzione ha precisato che “il volume medio di consegna invernale nella provincia è di 2.700.000 m3/giorno di gas naturale” e che martedì 18 aveva “raggiunto i 2.908.000 m3”. Inoltre, è stato sottolineato che “nel caso delle Centrali Elettriche, a Río Grande il contratto concluso implica un volume di consegna fisso di 300.000 m3/giorno, con una pressione di esercizio di 30 kg/cm2. A Ushuaia il contratto è di 210.000 m3/giorno in termini fissi, con una pressione operativa di 20 kg/cm2” e che “i suddetti parametri sono stati rispettati per tutta la settimana, come contrattualmente previsto”.

Camuzzi aggiunge che “nei suddetti impianti è stato registrato un consumo di gas naturale ben superiore ai volumi contrattuali e dettagliati in precedenza”, ma che “non conosce le ragioni per cui la produzione di elettricità nella città di Ushuaia è stata compromessa con la ratifica del Gasdotto del Fueguino non ha subito alcuna anomalia e che le condizioni dei contratti firmati sono state rispettate, sia in termini di volume di gas consegnato, sia in materia di pressione di esercizio.”

La società ricorda che il Gasdotto Fueguino “inizia a San Sebastián e attraversa la Terra del Fuoco attraverso un insieme di tubi di 8 e 12 pollici di diametro, la cui estensione supera i 270 km. Il primo grande nodo di consumo energetico è la città di Rio Grande. “Poi il gas prosegue fino alla città di Tolhuin, dove viene compresso proprio in un impianto di compressione che Camuzzi possiede nelle vicinanze della cittadina, in modo che l’energia possa proseguire il suo viaggio in condizioni operative fino alla città di Ushuaia.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV il “sì, voglio” di Noelia Bonilla e Íñigo de Lorenzo
NEXT Il momento divertente di María Patiño con Auronplay in ‘La Velada del Año 4’: “Ti piacciono i piedi”