Jimbee vince il primo campionato nella storia del calcio indoor a Cartagena

Jimbee vince il primo campionato nella storia del calcio indoor a Cartagena
Jimbee vince il primo campionato nella storia del calcio indoor a Cartagena

Circa 5.000 tifosi riempiono il Palacio de Deportes nella finale contro l’ElPozo Murcia



Domenica 23 giugno 2024 | Visualizzato: 403 volte |
video |
Versione stampabile


YouTube condiziona la riproduzione di questo video all’uso dei cookie propri e di terze parti per scopi analitici e per mostrarti pubblicità personalizzata. Per accettarli e riprodurre il video, vai su Impostazioni cookie, poi torna qui e aggiorna la pagina.


Jimbee vince il primo campionato nella storia del futsal a Cartagena in un derby vibrante contro El Pozo Murcia in cui ha vinto con il risultato di 5-2. Inoltre, raggiungi il traguardo di competere la prossima stagione in Europaessendo campione nazionale della prima divisione spagnola giocherà il UEFA Champions League.

Di 5.000 persone hanno riempito gli spalti del Palazzo dello Sport di Cartagena per assistere alla quarta partita della finale dei play off in una partita trasmessa da Telesport. I tifosi della squadra Melon hanno portato avanti la squadra per dare energia extra a giocatori come il Cartagena Chispi, Lui Unionense Alberto Saura, Lui Capitano Jesús Izquierdo; o l’internazionale Lucao, Motta, Frastagliato, Javi Mínguez, Tomaz e Chemi.

Alla finale hanno partecipato il sindaco, Noelia Arroyo, e il presidente della Comunità Autonoma, Fernando Lopez Miras. Il consigliere si è congratulato con lo staff e il consiglio di Jimbee, guidati da Il presidente Miguel Ángel Jiménez Bosque e l’allenatore Eduardo Sao Thiago Duda. Insieme hanno ricordato una stagione storica per la Jimbee, poiché anche il club ha aumentato il suo primo titolo nazionale, la Supercoppa spagnola; Si è classificato secondo nella Copa del Rey e ha giocato la Coppa di Spagna a Cartagena come ospite.

Lui Jimbee Cartagena Costa Calida ha ottenuto il titolo di campione della lega 1a Divisione Futsal della RFEF in questo pareggio al meglio delle cinque. Hanno vinto il trofeo dopo aver battuto l’eterno rivale in questa quarta partita e nelle prime due partite giocate a Murcia (la terza giocata venerdì scorso a Cartagena si è conclusa con la vittoria dell’ElPozo ai rigori dopo un pareggio da 3 punti). A Murcia la squadra biancorossa ha ricevuto in ogni partita il sostegno di un migliaio di tifosi di Cartagena. Inoltre, la squadra ha suggellato uno spareggio d’onore, dopo aver vinto tutte le partite giocate nei quarti e in semifinale contro le due squadre più titolate del Paese, i Inter Movistar FS e il Barçarispettivamente.

L’evento storico del futsal di Cartagena è proseguito anche all’esterno del Palazzo dello Sport, dove Molti tifosi che non sono riusciti a procurarsi il biglietto hanno guardato la finale su uno schermo gigante. Dopo la partita, in questa zona si teneva inizialmente la sagra del melone. Successivamente, i giocatori sono saliti su un autobus scoperto per arrivare con i tifosi in Plaza de España. Là fecero un bagno di massa per festeggiare il primo campionato nella storia del futsal a Cartagena.

CALCIO A CARTAGENA

Il Jimbee Cartagena Costa Calida È sinonimo di passione per il futsal, ambizione e spirito di Cartagena. Il presente del club guidato dal Fratelli Jiménez Bosque È la storia del miglioramento di un’intera città e dei suoi tifosi. Questa storia d’amore si nutre da allora di un bellissimo passato 1991 Le principali squadre della città si uniranno. Così, con l’impronta ricordata del matrimonio Antonio Mínguez e Gine Sáez, Mínguez e Sáez, La squadra si è affermata nell’élite del futsal spagnolo dopo il promozione alla Divisione Onore nel giugno 1998.

In quella squadra salita nella massima categoria 26 anni fa, i giocatori Pedrín, Toni, Sergio, Blas, Carlos, Víctor, Salvi e Montero Hanno trasformato il forte in un forte Padiglione Centrale Wssell de Guimbarda, ‘La Bombonera’. In questa struttura comunale hanno trionfato e lasciato il segno grandi allenatori, come ad esempio Luis Fonseca, Carlos Ríos, David Marín, Juan Carlos Guillamón o Tino Pérez. Anche le persone vitali per il club sono state molto amate, come Roberto Sanchezil delegato Giulio Clemente, il barista Angelo Lozano, o l’uomo di scena Juan Gonzalez ‘Pichica’.

Tre decenni dopo, Jimbee Cartagena continua quel percorso portando la bandiera del più alto rappresentante della città sul legno duro in una città che ha raggiunto un Secondo posto in campionato nella stagione 2005/2006 grazie allo sponsor Polaris World. Nella fase più difficile, il supporto del Centro Medico Virgen de la Caridad. E negli anni più recenti il ​​futsal È tornato nell’élite nella stagione 2016-2017 sotto il patrocinio di Romero Plastiche.

Ma se c’è qualcosa che ha caratterizzato il futsal a Cartagena nel corso della sua storia, è proprio quello i suoi tifosi e i suoi club: sempre fedeli, appassionati e incondizionati. Dai primi ‘Leoni Bianchi e Azzurri’, ‘Los Minguelitos’, ‘Santiago 6-7’ o ‘Duende Edesio’, a quelli più recenti come ‘Carthagineses y Romanos’ e ‘El gato’, passando per ‘Jordi Torras’ , ‘Javi Matía’, ‘Arte y Salero’, ‘Fiebre Albiazul’, ‘Eterna Bombonera’ e ‘Infierno Cartagenero’… “Tutti hanno incoraggiato la squadra dell’arte e del salero cantando: “E la Vergine della Carità vedrà sempre vincere la sua squadra…”

Questo hobby fa parte della storia locale del futsal, tifando per i giocatori di Cartagena. i migliori giocatori locali, regionali e internazionali che hanno difeso la maglia del Cartagena: Cecilio, Cacao, Edesio, Sergio Lozano, Jordi Torras, Manoel Tobías, Sergio Rivero, Simi, Marcelo, Lenisio, Indio, Manolín, Cristian, Eka, Bateria, el eterno il capitano Javi Matía, Elian, Juanpi, Luciano Herrero, Fran Fernández, Raúl Jiménez, Dani Blanco o i cartaginesi Josiko e Fran Amorós, tra molti altri.


Torna alla lista

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Elezioni presidenziali: Joe Biden non abbandona la sua candidatura
NEXT Un esperto di immagini spiega perché Sofía Suescun potrebbe vincere ‘Survivors All Stars’ dopo le sue immagini con Bosco