Wimbledon 2024: Carlos Alcaraz supera Tiafoe e dimostra di essere il migliore in cinque set

La differenza tra un buon giocatore e una super classe è che quest’ultimo vince sempre quando deve e si avvantaggia se le partite si prolungano, non importa quanto possano essere difficili.

Carlos Alcaraz Lo ha fatto di nuovo questo venerdì nel terzo turno di Wimbledon. Per la dodicesima volta in carriera ha deciso a suo favore un duello al limite dei cinque set. La sua vittima era un combattente Frances Tiafoe, 5-7, 6-2, 4-6, 7-6(2) e 6-2, in tre ore e 49 minuti. Lo spettacolo si è concluso con un drop.

La pioggia è stata ancora una volta protagonista anche nel quinto giorno. Delle tre partite giocate dall’Alcaraz, due sono state indoor. Ha visto il sole solo il giorno dell’esordio contro Mark Lajal. E le previsioni del tempo sono spaventose per i prossimi giorni, con l’handicap che i dirigenti dell’All England Club hanno messo solo tre partite nei due stadi con tetto retrattile per preservare il green.

L’Alcaraz ha già incatenato 10 vittorie sull’erba della terza più grande. Si qualifica per la terza volta agli ottavi di finale del torneo britannico. Nell’era Open (1968) solo altri sei spagnoli si erano ripetuti fino a tre volte in quel round: Rafael Nadal (10), Feliciano López (6), David Ferrer (5), Fernando Verdasco (5), Juan Carlos Ferrero (4) e Roberto Bautista (4).

Il tennista di El Palmar è già titolare nella seconda settimana dei ‘majors’. Ha raggiunto gli ottavi di finale fino a 10 volte a soli 21 anni. Si unisce ad un club dove fino ad oggi c’erano solo 10 membri dell’Armada.

Nella memoria lo era l’emozionante semifinale che ha misurato Alcaraz e Tiafoe agli US Open 2022. Le cose sono molto cambiate per i due protagonisti. Carlitos non ha smesso di crescere e Tiafoe è rimasto stagnante e ora ha 26 anni anche se è stato messo sullo stesso carro della nuova generazione di tennisti yankee insieme a Ben Shelton, Christopher Eubanks e Brandon Nakashima. È infatti scesa al ventinovesimo posto della classifica e il suo record comprende tre tornei minori come quelli di Delray Beach (2018) e Houston e Stoccarda (2023).

Proprio in quest’ultimo torneo, Frances ha dimostrato le sue buone maniere sull’erba. Il tour preparatorio dell’americano si è limitato al Queen’s, dove ha dovuto rinunciare al debutto con Rinky Hijikata a causa di un problema all’anca dopo aver subito una scivolata.

A Wimbledon indossa una ginocchiera nera, ma visto che non è Novak Djokovic nessuno se ne è accorto. Anche lui, come il serbo, ha ricevuto il permesso dalla direzione del torneo perché la regola prevede che debba essere bianco.

Tiafoe è stato il primo a fare un’opzione di break nel quinto gioco. Gli spagnoli la salvarono con un missile a 210 chilometri orari. L’americano ha un movimento corto nel colpire la palla che lo aiuta sul tappeto verde della capitale britannica. Si concede il lusso di fare drop incredibili.

L’allievo di Juan Carlos Ferrero ha portato la partita nel suo campo, quello degli scambi lunghi che adesso possono essere consentiti perché c’è terreno nei fondi. Ha scelto il sesto turno per aggiungere il primo break e provare a dare il colpo finale al punteggio e alla partita. Non ce l’ha fatta perché ha perso il servizio subito dopo. Dal 4-2 si passa al 4-4. Era giunto il momento di ricominciare da zero.

Un rivale elettrico

Frances è stato coinvolto e ha incoraggiato il pubblico a schierarsi dalla sua parte. Alcaraz aveva perso precisione con il destro.

Due servizi a 212 chilometri all’ora hanno salvato due delle tre palle rotte nel nono game. Ha perso nuovamente il servizio nell’undicesimo set. Addio al set, il primo perso in questa edizione del torneo.

Era giunto il momento di rientrare e lo spagnolo ha continuato a dare tutto quello che poteva. Carlitos sentì l’odore del sangue e inseguì la preda. Ha portato il risultato ad un favorevole 6-2. Successivamente avrebbe firmato le tabelle.

Il giovane murciano ha mostrato la sua classe attraversando la rete per raccogliere l’avversario che era scivolato. Lo applaudiva anche ogni volta che metteva a segno uno spettacolare tiro vincente.

Il pareggio è stato mantenuto nel terzo set fino a quando l’americano è tornato nella mischia con il suo terzo break.. Con due turni a uno contro, è venuta fuori la statistica che invitava Carlitos ad essere ottimisti: Delle sue 12 partite da cinque set ne aveva decise 11 a suo favore. Due di loro erano molto recenti nel tempo perché Erano in semifinale e finale del Roland Garros.

Alcaraz si è messo la tuta, la sua vittima soffriva già, e lo ha fatto di nuovo, come se fosse solo un altro giorno in ufficio. Ecco perché è il prescelto.

Umberto Nakashima

Il campione dei tre major dovrà aspettare domenica per scoprire il nome del rivale per un posto ai quarti. E Ugo Humbert e Brandon Nakashimaprevisti per il primo turno sulla pista 12, restano incompiuti a causa della pioggia incessante.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Video| Carlos Alcaraz, pensando all’Eurocup, ha vinto a Wimbledon, ha festeggiato come Bellingham e ha chiesto come stava andando Spagna-Spagna. Germania
NEXT LPF Giovanili 2024: il Talleres gioca contro il Platense