Alcaraz resiste al limite contro Tiafoe a Wimbledon | Giro dell’ATP

Wimbledon

Alcaraz resiste ad un tentativo limite contro Tiafoe a Wimbledon

Lo spagnolo ha un bilancio di 12-1 al quinto turno

05 luglio 2024

Immagini Getty

Carlos Alcaraz festeggia un punto contro Frances Tiafoe nel terzo turno di Wimbledon.
A cura dello staff di ATPTour.com/es

Carlos Alcaraz trova ossigeno in situazioni estreme e il campo centrale di Wimbledon è stato testimone di un esempio cristallino. Il campione in carica, che un anno fa sollevò la coppa d’oro dopo uno sforzo supremo in finale, ha resistito a una partita soffocante per sopravvivere alla prima settimana del torneo. La capitale britannica ha trattenuto il fiato in una delle prestazioni più difficili del Murcian, che ha mantenuto vivo un sogno: diventare il primo spagnolo capace di proteggere il trono dell’All England Club.

La numero 3 del ranking PIF ATP ha compiuto un’impresa di sofferenza, resistendo 5-7, 6-2, 4-6, 7-6(2), 6-2 ad una dura battaglia contro l’americana Frances Tiafoe, una delle rivali più sfuggenti della sua carriera. Con una partita durata quasi quattro ore senza tregua, lo spagnolo ha mantenuto i nervi saldi per restare sulla strada verso la coppa, ha placato un giocatore che minacciava la sua corona e lo ha sconfitto in uno dei format più impegnativi, la gara a cinque round una superficie imprevedibile. Se proteggere un trono significa rinunciare alla propria anima, Alcaraz soddisfa pienamente la premessa.

“È sempre una grande sfida giocare contro la Francia”, ha detto Alcaraz. “È un giocatore molto talentuoso e duro, abbiamo visto ancora una volta che merita di essere al top, lottando per grandi cose. È stato molto difficile per me adattare il mio gioco, trovare soluzioni e provare a metterlo in difficoltà. Sono felice di averlo fatto allo stesso tempo a tempo pieno”.

“Ci sono stati molti momenti difficili nel quarto set. Mi sono detto semplicemente ‘ok, combatti un’altra palla’. Volevo solo concentrarmi sulla palla successiva e nel tiebreak mi sono detto che dovevo provarci. Se perdevo, perdevo. Ci ho provato in ogni momento, è un bene per me aver vinto di nuovo,” ha spiegato Carlos dopo aver ottenuto la sua decima vittoria consecutiva all’All England Club.

Potrebbe interessarti anche: Alcaraz e un tennis ricco di risorse

Alcaraz ha soprattutto moltiplicato la sua capacità di sopravvivere in situazioni estreme, uno dei tratti distintivi della sua giovane carriera. Lo spagnolo, che ha già accumulato un record di 12-1 nelle partite decise al quinto turno, compreso un 4-0 in casa dell’All England Club, ha inviato un messaggio chiarissimo al resto dei candidati. Quando le partite trascendono le gambe ed entra in gioco il cuore, il murciano è uno degli atleti più freddi del mondo.

La necessità di rientrare da una partita a Londra non è stata un’esperienza nuova per l’Alcaraz. L’anno scorso lo spagnolo dovette girare due partite prima di avere tra le mani la coppa d’oro. Innanzitutto, lasciando nel dimenticatoio le speranze dell’italiano Matteo Berrettini agli ottavi. Poi, in un match storico, battendo il campione Novak Djokovic in una finale elettrica dove era a due punti dalla resa dei primi due set. Questo venerdì, di nuovo testimone del Campo Centrale, la pressione ha rafforzato ancora una volta i colpi del Murcian.

“La mia squadra dice sempre che soffre più di me”, ha detto Alcaraz quando gli è stato chiesto del suo gruppo. “Si sentono come se non potessero fare nulla e non può essere facile affrontarli. Ma li ringrazio per tutto il loro supporto”.

Dopo aver superato una gigantesca prova del fuoco, lo spagnolo dovrà aspettare per incontrare il suo rivale negli ottavi di finale del torneo. In una giornata segnata dalla pioggia fin dalle prime ore del mattino, l’americano Brandon Nakashima e il francese Ugo Humbert hanno visto interrotto il duello apertosi venerdì sul campo n. 12.

In una carriera folgorante, Alcaraz aspira a diventare il terzo uomo in attività con almeno quattro coppe del Grande Slam nel suo record. Lo spagnolo si unirebbe ad una lista di leggende che attualmente comprende il suo connazionale Rafael Nadal (22) e il serbo Novak Djokovic (24), i due giocatori in cima alla lista storica dei successi del tennis maschile.

Lo sapevate…?
Carlos Alcaraz è il settimo giocatore spagnolo ad avanzare alla seconda settimana di Wimbledon in almeno tre occasioni nella sua carriera. Il Murcian, che continua a scrivere una storia brillante all’All England Club, segue le orme dei suoi connazionali Rafael Nadal (10), Feliciano López (6), David Ferrer (5), Fernando Verdasco (5), Juan Carlos Ferrero (4 ) e Roberto Bautista Agut (4).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Suárez è felice del suo ruolo in Uruguay: “Mi godo ogni momento”
NEXT El Telégrafo – Ángel Mena: “Accetto le critiche e le conseguenze”