Vinícius ha difficoltà a ottenere il Pallone d’Oro dopo l’eliminazione del Brasile in Copa América | TUDN Nazionale brasiliana

Vinicio Junior ha tolto splendore alla sua candidatura per il pallone d’Oro dopo una prestazione irregolare nel La Copa América e l’eliminazione contro l’Uruguay in cui non ha giocatonella quale si è distinto solo in una partita delle tre a cui ha partecipato, saltando la quarta partita giocata dalla squadra per squalifica. Canarinha al torneo.

L’esterno del Real Madrid è arrivato sul trono come leader di una squadra brasiliana orfana di Neymar, che non si è ripreso in tempo dalla rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro.

I titoli lo hanno sostenuto: Supercoppa spagnola, campionato e una nuova ‘Champions League’. Le aspettative in Brasile erano molto alte, forse troppo per una squadra molto giovane e in costruzione, e il risultato è stato inferiore alle aspettative.

Una macchia su una stagione eccezionale con il suo club che potrebbe compromettere le sue aspirazioni a succedere a Lionel Messi e diventare il prossimo Pallone d’Oro. Nel gergo calcistico si direbbe che ‘non dipende più da se stesso’ per riuscirci.

In corsa per il prestigioso premio ci sono Kylian Mbappé, Erling Haaland, Toni Kroos, ritiratosi quest’anno, e Jude Bellingham.

Il centrocampista inglese adesso è la minaccia principale. E’ stato fondamentale anche per il Real Madrid ed è appena arrivato alle semifinali degli Europei.

Agli ottavi di finale ha segnato uno straziante gol in rovesciata, candidato a essere il migliore della stagione, che ha costretto ai supplementari contro la Slovacchia (2-1). In semifinale affronterà l’Olanda, con Francia o Spagna come rivali in un’ipotetica finale.

L’Euro Cup nelle mani di Bellingham potrebbe significare l’addio, per quest’anno, al sogno d’oro di Vinícius.

La Copa América 2024 è stato il terzo grande torneo di Vini con la squadra senior.

Nell’edizione 2021 è stato sostituto; Ai Mondiali del 2022 in Qatar era lontano dal livello mostrato a Madrid e lo stesso è accaduto adesso nell’appuntamento continentale negli Stati Uniti.

L’ex giocatore del Flamengo si è schiantato contro il muro del Costa Rica (0-0), venendo sostituito per decisione tecnica nella ripresa.

È riuscito a mettere in difficoltà la squadra nella seconda partita della fase a gironi contro il Paraguay (1-4). In quella partita, forse la migliore dall’esordio in Nazionale maggiore, era nel suo elemento.

Non invano, fino ad allora aveva segnato tre gol con il Brasile e quel giorno ne segnò due in quindici minuti.

Ma contro la Colombia ha mostrato ancora una volta una versione più sommessa (1-1) e ha visto anche un evitabile cartellino giallo che lo ha costretto a sedersi in tribuna nei quarti contro l’Uruguay, che ha finito per eliminarlo ai rigori dopo un pareggio senza reti tempo regolamentare.

Il giocatore del São Gonçalo, prossimo a compiere 24 anni, si è sempre visto marcato da vicino da rivali fino a tre uomini e senza spazi da debordare.

Il suo atteggiamento in campo è stato oggetto di critiche anche da parte di alcuni rivali.

Ha attaccato il Conmebol, che li portava a giocare sui campi di football americano più stretti, e gli arbitri, che ha accusato di andare “sempre” contro la sua squadra.

I tifosi brasiliani aspettano ancora il miglior Vinícius. Le qualificazioni sudamericane ai Mondiali del 2026, dove anche il Brasile sta attraversando una situazione difficile, saranno la prossima prova del nove per i Canarinha 7.

In alleanza con
LogoCivilicoScienza
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV James Rodríguez è stato scelto come miglior giocatore nei quarti di finale della Copa América
NEXT Contro / Dopo la sua “corsa” in Copa América, Richard Sánchez è stato titolare della sua squadra