Con un percorso accelerato ea porte chiuse, il PRI fa irruzione nella rielezione di Alito – El Financiero

Senza alcuna sfida e tra applausi, la 24esima Assemblea Nazionale del PRI approvatoa maggioranza e per alzata di mano, riforme degli statuti della festa che consentano la rielezione del suo attuale leader, Alejandro Moreno, per il periodo 2024-2027.

A porte chiuse, senza l’assistenza dei suoi esponenti e degli ex leader nazionali, senza accesso ai media e con la trasmissione attraverso le reti sociali, il PRI nazionale, riunitosi al World Trade Center, ha approvato in via accelerata 15 articoli del suo statuto e i suoi cinque articoli transitoriche contemplano anche la possibilità che Alito Moreno rimanga in carica fino al 2032, nonché la rielezione dei suoi leader statali.

Durante la votazione del parere, Moreno Cárdenas ha chiesto di scusarsi e ha lasciato per qualche momento l’assemblea, per tornare a votare sul resto dei pareri di riforma.

Membri del PRI contrari alla rielezione Sostenevano che il leader ha la maggioranza dei leader sotto il suo totale controllo e dei delegati statali, nonché i gruppi di lavoro e i tavoli incaricati di esprimere pareri sulle riforme degli statuti, della dichiarazione di principi, del programma di azione e del codice etico.

Indicano che le modifiche ai documenti di base del partito conferire al presidente poteri nuovi e straordinaricome la nomina diretta dei coordinatori parlamentari nelle camere dei deputati e dei senatori, nonché l’integrazione del Consiglio politico nazionale, tra gli altri.

All’inizio dei lavori, il deputato Augusto Gómez ha dichiarato che “coloro che accusano il partito di tradimento e di divisione lo hanno unito”. Tra le crescenti critiche da parte di centinaia di membri del PRI, Gomez Villanueva Ha detto al leader nazionale: “Lei non è un presidente solitario, Ha alle spalle un esercito civile che sa dove nascono e si moltiplicano le voci di calunnie anonime e distruttive.”.


Il senatore eletto Manlio Fabio Beltrones non ha partecipato all’assemblea per essere contrario alla rielezione – così come altre figure ed ex leader come Beatriz Paredes, Dulce María Sauri e Roberto Madrazo– e ha ricordato in un messaggio sui suoi social network che “la non rielezione è stata accettata come principio essenziale nella Costituzione… ed è stata la genesi che ha dato vita e consolidamento al partito PRI fino ad oggi”.

Nel suo messaggio finale, Moreno ha detto ai suoi critici: “Non commettere errori, ecco che il PRI funziona, Siamo uniti dalla difesa della democrazia e delle istituzioni”. Ha accusato che “coloro che non hanno dato un solo colpo al partito e non hanno potuto distribuire un volantino non amano il partito, e coloro che non amano il partito non possono difenderlo oggi”.

Li ha accusati di “cinici e lacchè al servizio del governo”. e coloro che oggi vogliono rompere l’unità in cambio dell’impunità”. Ha detto che coloro che criticano oggi “sono stati il ​​peso peggiore per il partito, sono stati i dirigenti che hanno punito il PRI con il Pemexgate; qui non copriremo nessuno e lo riterremo responsabile”.

“Le vacche sacre e gli uomini santi del PRI sono finiti”, ha avvertito e rimproverato che “hanno abbandonato il PRI quando ne aveva più bisogno”.

“Il disaccordo di chi dissente è verso un ricambio generazionale negli organi decisionali del partito che è già irreversibile”, ha aggiunto; “Questo è il problema di fondo. “Non condividiamo la nostalgia del vecchio grande partito o le ricette di personaggi fioriti ai tempi in cui il PRI era il partito dominante”, ha detto.

“Quelli che ricattano e con dichiarazioni e azioni Intendono umiliare o indebolire il PRI, non sono PRI o medio-PR, sono mercenari politici e nel PRI non hanno posto”, ha accusato.

Rubén Moreiraresponsabile del tavolo di riforma della dichiarazione dei principi, esortato a espellere il “neoliberismo dall’ideologia”così come le politiche di quel modello, che generano povertà”.

Durante l’evento, un gruppo a cui non era stato consentito l’accesso ha tentato di entrare con la forza e ha sfondato una porta a vetri.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Copa América: gli Stati Uniti lasciano dubbi e debiti per il Mondiale
NEXT Il trotto di ‘Potra Savage’: dal canto campestre al canto estivo all’inno della Nazionale | Cultura