La cantante dell’Operación Triunfo che rifiutò di essere Chanel: il grande segreto dietro ‘SloMo’

La cantante dell’Operación Triunfo che rifiutò di essere Chanel: il grande segreto dietro ‘SloMo’
La cantante dell’Operación Triunfo che rifiutò di essere Chanel: il grande segreto dietro ‘SloMo’

I finalisti dell’Operación Triunfo 2017 (RTVE)

SloMo È riuscito a conquistare il cuore di tutta la Spagna e dell’Europa. E, nonostante abbia iniziato sulla strada sbagliata nel Festival di Benidormcreando un certo rifiuto nella popolazione per un messaggio che secondo loro era superficiale e oggettivante, stava creando sempre più attesa grazie alla grande dedizione che Chanel aveva con esso. Tanto che la Spagna rimase quasi alle porte della vittoria conquistando il terzo posto Eurovisione.

Tuttavia, la sua storia avrebbe potuto essere molto diversa, poiché la canzone è stata scritta per essere cantata da un artista completamente diverso. Ed è quello Eva Moraha confessato nel suo libro l’ex vice capo della delegazione spagnola all’Eurovision Song Contest Spagna… 12 punti diverse curiosità del brano che ci ha portato in vetta alle classifiche in quest’ultimo decennio.

Dopo un’estenuante ricerca della voce femminile perfetta per la canzone, Leroy Sanchezil suo compositore, si è rivolto Anna Guerra. L’artista ha fatto un tour tra tutte le voci emergenti della scena nazionale e ha pensato anche ad Amaia Romero, Aitana o Alba Reche. Tuttavia, voleva tentare la fortuna con il canarino.

Qualcosa che Ana Guerra ha rifiutato per il momento, e gli ha anche confessato in seguito che “Non avrebbe fatto neanche la metà di Chanel.”. La cantante ha pensato che fosse meglio lasciar passare l’occasione e concentrarsi sulla ricerca del suo nuovo stile. E dopo il successo di Il cattivo, che era anche una proposta per l’Eurovision, voleva cambiare rotta. Inoltre l’artista era appena uscito La luce di martedìun album che rafforza un progetto molto più rilassato e latino.

Anche se prima di passare per le mani del Festival di Benidorm, Leroy Sánchez ha provato a scommettere su un’altra grande diva: Jennifer Lopez. “È emerso da una sessione di scrittura di canzoni in una giornata blu, molto pandemica. Volevamo scrivere qualcosa con molte vibrazioni, casual, da ballare… E soprattutto, volevamo fare una canzone destinata ad una diva, che potesse salire sul palco, scoppiare e uscire con potenza,” ha spiegato il compositore in un’intervista per GQ.

Alla fine, la cantante del Bronx non ha risposto alla proposta e ha iniziato così il suo percorso verso il festival di Alicante. Chanel è arrivata nel modo meno atteso, dopo alcuni mesi di ricerca di quella voce femminile di cui avevano tanto bisogno, la casa musicale BMG gliela ha presentata: “Sono stata molto chiara fin dall’inizio: se non avessi trovato l’artista giusta per questa canzone, l’argomento non è stato sollevato. Quando Chanel è arrivata, la prima cosa che mi ha colpito di lei è stata la sua voce, perché ha una dinamica molto interessante e molto naturale, così come un carattere molto, molto caldo, allo stesso tempo sexy. Ha dato molta personalità al soggetto. Poi ho scoperto come ballava e il suo carisma, così abbiamo deciso di fare un atto di fede, e penso che abbiamo centrato l’obiettivo”.

Tutto un successo che si accumula fino ad oggi più di 41 milioni di visualizzazioni su YouTube e quasi 75 milioni di ascolti su Spotify. Anche se il più grande successo della canzone è stato quello di far conoscere una grande artista che continua a cercare di farsi un nome con il suo primo album Acqua.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Martín Ku ha rivelato la verità dietro la casa che ha vinto al Grande Fratello
NEXT Begoña aggiunge coraggio mentre Jaime e Luz avanzano