Ultime ore di vita, questa domenica in ‘Segreti di famiglia’

Atresplayer presenterà in anteprima questa domenica, 14 luglio, il capitolo 93 di ‘Family Secrets’ in cui Ilgaz affronta quelle che potrebbero essere le sue ultime ore di vita…

Venduto in più di 100 paesi e vincitore dell’International Emmy Award 2023, il protagonista di “Family Secrets” Kaan Urgancioğlu e Pinar Denizi suoi due attori carismatici e la cui chimica come Ilgaz e Ceylin è stata fortemente evidenziata dagli appassionati di fiction.

“Segreti di famiglia” è la storia emozionante di Ilgaz e Ceylin, ricco di segreti, suspense, romanticismo e rivelazioni.

All’inizio della serie, che riflette anche sull’innocenza, la giustizia, la legalità o l’etica, Ceylin (Pinar Deniz) è un avvocato brillante e coraggioso disposto a infrangere le regole. Ilgaz (Kaan Urgancıoğlu) è un pubblico ministero concreto che fa tutto secondo le regole, al servizio della giustizia.

Anteprima del prossimo capitolo su Antena 3

Vi riportiamo alcuni frammenti del prossimo capitolo di ‘Family Secrets’, potete vederli tutti nella nostra sezione dedicata alla serie qui.

Questa notizia è stata ricevuta per la prima volta dai follower del nostro nuovo canale WhatsApp. Vuoi restare aggiornato su tutte le novità della serie? Seguiteci sul nostro nuovo CANALE su Whatsapp, vi basta cliccare su questo link e poi cliccare su ‘segui’, inoltre attivate la campanella per non perdervi nulla.

Nel prossimo episodio in anteprima di ‘Family Secrets’…

Ilgaz e Ceylin sono traboccanti di felicità. L’avvocato e il pubblico ministero affrontano una nuova giornata in tribunale con un atteggiamento molto positivo, programmando future vacanze in roulotte e qualche fuga occasionale senza Mercan, per godersi un amore che sembra essere più vivo che mai.

Da qualche parte nella foresta, lontano da Istanbul, Nezdat tiene Oktay su ordine di Yeliz. Nonostante la donna gli abbia ordinato di liberarlo e di uccidere Ilgaz, il sicario non può lasciarlo vivo… lo conosce già, sa dove si nasconde… e poi il lavoro è retribuito.

Ceylin sarà in tribunale tutta la mattina, visto che ha tre udienze, e non riesce a separarsi da Ilgaz… è come se salutasse inconsciamente il pubblico ministero, che presto cadrà nelle mani del sicario. .

Yekta, solo di fronte al pericolo, deve liberarsi dei sospetti di Bulent nei suoi confronti… perché è consapevole che prima o poi metterà in contatto Rafet con lui.

Allo stesso tempo, l’ex ispettore si fa avanti e finisce per rivelare tutta la verità al gangster, vendendolo senza pietà. Yekta viene smascherato dall’assassino, che potrebbe agire immediatamente contro di lui.

Tudge è già a casa ed è pronto a combattere. Eren si affida a lei per esaminare i fascicoli relativi al caso dell’assassino che ha lasciato il padre di due ragazzi avvolto nel sudario davanti alla porta di casa.

La ragazza non ci mette molto a trarre le conclusioni e stabilisce che non si tratta di un serial killer, bensì di un sicario che lavora per soldi… ma anche con un metodo più che agghiacciante.

Nonostante la situazione in cui si trova, Yekta ha una buona notizia per Ceylin, ha appena trovato la ragazza dell’organizzazione di cui Cinar gli aveva parlato… e che potrebbe essere la chiave per farlo uscire di prigione. Devono trovarla il prima possibile affinché possa testimoniare davanti al giudice… poiché il processo si svolgerà tra 24 ore.

La madre di Yeliz non può più sopportare il peso che porta con sé da quando suo figlio è morto e cerca Ilgaz, rivelandole tutta la verità, tuttavia, la donna non è disposta a testimoniare…

Ora che è sicuro che Yeliz sia un’assassina, Ilgaz deve trovare delle prove contro di lei, ma il termine per scadere il delitto sta per scadere… riceve però una chiamata inquietante, Oktay vuole mandargli qualcosa e ma non è così. la sua segretaria che contatta la Procura.

Bulent vuole incontrare Yekta dopo aver confermato che l’avvocato è in combutta con Iclal per catturarlo. Allo stesso tempo, Osman si prepara a uccidere il marito di Zumrut e Merdán, che sospetta che stia succedendo qualcosa, inizia a indagare sugli ultimi movimenti dell’ex marito di Aylin.

Ilgaz si reca dalla compagnia di Oktay e Yeliz alla ricerca delle prove con cui poter dimostrare che la donna è un’assassina. Durante il viaggio si accorge che un’auto lo sta seguendo. Giunto in azienda, scopre che si tratta dell’arma del delitto e con essa si reca alla stazione di polizia, ma qualcuno lo intercetta nel parcheggio, lasciandolo privo di sensi e rapendolo.

Ilgaz non è andata a prendere Merdán, la bambina aspetta suo padre da 40 minuti e Ceylin riceve l’avviso dalla scuola nel bel mezzo di un’udienza. L’avvocato intuisce che qualcosa non va, ma deve mostrarsi forte davanti alla figlia, che trova sconsolata.

Passano le ore e di Ilgaz non si hanno notizie. Sebbene i pubblici ministeri siano riluttanti a dare l’allarme, è Eren a confermare che potrebbe essergli successo qualcosa di brutto dopo aver scoperto la sua ultima posizione. Scoprono anche che Oktay è scomparso e aumentano la sorveglianza su Yeliz.

Ceylin è disperata, ma deve mantenere le apparenze davanti a Mercán, che non riesce a trovare una spiegazione per l’assenza di suo padre. Lontano, Ilgaz scopre di essere caduto nelle mani del sicario su cui Tudge indaga… e che Yeliz potrebbe aver ordinato la sua morte.

Da quel momento in poi, il pubblico ministero cercherà di guadagnare tempo imparando il modus operandi dell’assassino, ma Nezdat non gli renderà le cose facili, mettendolo di fronte alla situazione più macabra.

Mentre Bulent trattiene Yekta, che si aspetta il peggio, la polizia trova l’auto di Ilgaz nel parcheggio dell’azienda di Yeliz… accanto c’è una macchia di sangue. Ceylin è terrorizzata quando scopre i dettagli del caso.

Le ore passano e il tempo stringe per Ilgaz… e la stazione di polizia lo sa, per questo dà libero sfogo a Ceylin per ottenere informazioni su dove si trovi. Tuttavia, quando riescono a trovare il luogo in cui è tenuto, è troppo tardi.

E in Antena 3, capitolo 88 in cui Ilgaz e Firat uniscono le forze per trovare gli aggressori di Tudge:

Dopo l’apparizione della sorella pittrice di Duru, Ilgaz e Firat si recano sul luogo dove è avvenuto l’aggressione a Tudge, scoprendo che c’è una telecamera che avrebbe potuto registrare tutto ma qualcuno è passato di lì prima e ha ripreso la registrazione.

Eren cerca con difficoltà di guardare il video per identificare gli aggressori, senza sapere che uno di loro è molto legato a sua figlia. Questo è Ridvan, uno dei medici dell’ospedale.

In un incontro con gli altri tre responsabili dell’aggressione, scoprono che quanto accaduto è diventato un fatto mediatico di grande ripercussione… ma non solo, il padre della ragazza è ispettore capo della omicidi, il suo compagno è un pubblico ministero e hanno grande sostegno nei tribunali e nella polizia.

Il rapporto tra i quattro uomini inizia a fratturarsi poiché ognuno di loro ha un punto di vista sulla situazione e su come procedere per stare al sicuro.

Yekta è distrutto, alla grande umiliazione di Lacin si aggiunge la squalifica. Solo Ceylin lo riporta in sé quando spiega cosa è successo a Tudge, devono agire come suoi avvocati e trovare i suoi aggressori.

Efe scopre le intenzioni di Eren e vuole aiutarlo, ma l’ispettore lo rifiuta… ha iniziato un percorso che non avrà un buon finale e non vuole che venga coinvolto… se finirà morto o in prigione qualcuno dovrà prendersi cura di Tudge. Nonostante ciò, il pubblico ministero non esiterà ad aiutarlo…

Tanto che Eren riesce presto a superare le indagini della polizia grazie a Efe, scoprendo l’identità dei quattro aggressori di Tudge.

Allo stesso tempo, con le limitazioni imposte dalla giustizia, Ilgaz riesce ad avanzare alle loro spalle, ma non gli ci vuole molto per rendersi conto che Eren si sta prendendo la giustizia nelle sue mani con l’aiuto di Efe.

Yekta fa rapidamente luce sul caso di Tudge, ottenendo informazioni importanti per la polizia. Ma allo stesso tempo trova il modo per riprendersi dal duro colpo di Lacin: la vendetta… e proprio è vero che dall’amore all’odio il passo è solo uno.

Allo stesso tempo Firat e Ilgaz portano avanti il ​​caso che coinvolge Cihan, scoprendo qualcosa di scioccante su sua madre, morta apparentemente cinque anni fa. Il pubblico ministero convince Duru, sua moglie, a rivelare loro, spaventato, il vero volto del medico.

Efe fornisce tutte le informazioni sull’identità dei quattro aggressori a Eren, che inizia un piano per ucciderli uno per uno. Nel frattempo, Ilgaz e Firat trovano il luogo in cui è stato affittato l’appartamento in cui Tudge è stato aggredito e si fingono clienti per ottenere risposte.

Yekta affronta Iclal e lei finalmente rivela le ragioni del suo odio nei suoi confronti. La procura ha subito maltrattamenti in passato da parte del patrigno, cosa di cui attribuisce la colpa direttamente all’avvocato.

Eren trova il luogo perfetto per sbarazzarsi degli uomini che hanno attaccato Tudge: il pozzo dove hanno gettato il corpo di Neva e il resto delle persone morte per mano di Burak, l’assassino del pozzo… ma tutto cambia all’ultimo momento.

Questa notizia è stata ricevuta per la prima volta dai follower del nostro nuovo canale WhatsApp. Vuoi restare aggiornato su tutte le novità della serie? Seguiteci sul nostro nuovo CANALE su Whatsapp, vi basta cliccare su questo link e poi cliccare su ‘segui’, inoltre attivate la campanella per non perdervi nulla.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Marta Peñate è smantellata per come si è separata da Jorge Pérez prima di ‘Survivors’
NEXT Darlyn è sconvolto nel vedere che Omega ha condannato uno dei suoi chip più forti: “Non mi è piaciuto”