Perché, nonostante un “forte rapporto sugli utili”, le azioni Disney si avviano verso il giorno peggiore da novembre 2022

Perché, nonostante un “forte rapporto sugli utili”, le azioni Disney si avviano verso il giorno peggiore da novembre 2022
Perché, nonostante un “forte rapporto sugli utili”, le azioni Disney si avviano verso il giorno peggiore da novembre 2022

Le azioni di disney è affondata dopo aver riportato un rapporto sugli utili abbastanza forte, mentre il gigante dell’intrattenimento cammina sul filo del rasoio tra la crescita e la contrazione del suo business dell’intrattenimento. streaming.

All’inizio di martedì, la Disney ha riportato un fatturato di $ 22,08 miliardi e un utile per azione di 1,21 dollari per il trimestre terminato il 30 marzo. Pertanto, è stato leggermente inferiore alle stime degli analisti, che prevedevano un fatturato di 22,12 miliardi di dollari, ma ha superato le aspettative di utile per azione di 1,10 dollari.

Per quanto riguarda le previsioni di crescita degli utili per l’intero anno, Disney le ha alzate dal 20% al 25%, ancora un punto al di sotto delle previsioni di Wall Street del 25,3%.

Forse la cosa più interessante è che la Disney ha riportato un utile operativo trimestrale di 47 milioni di dollari per i suoi servizi di streaming. Hulu E Disney+un’enorme inversione di tendenza rispetto alla perdita di 587 milioni di dollari nello stesso periodo del 2023. È un risultato per il più ampio segmento del direct-to-consumer che ha bruciato più di 8 miliardi di dollari di liquidità negli ultimi tre anni fiscali.

Tuttavia, le azioni Disney sono scese del 10% a 105 dollari nelle contrattazioni di tarda mattinata, dirigendosi verso il giorno peggiore dal 9 novembre 2022, portando il titolo al prezzo più basso dall’inizio di febbraio.

disney

Perché le azioni Disney scendono?

A prima vista, la caduta sembra ridicola, ma riflette il difficile compito che deve affrontare l’amministratore delegato Bob Iger e compagnia per riportare il gigante dell’intrattenimento ai suoi giorni di gloria. Per prima cosa, il prezzo delle azioni Disney è ancora cresciuto del 16% quest’anno, superando la crescita del 10% dell’S&P 500, il che significa che il mercato doveva essere davvero impressionato dai risultati della Disney per continuare a migliorare la sua posizione nella valutazione della società.

In larga misura, i numeri e le prospettive sottolineano i problemi che la Disney ha avuto da anni, poiché l’utile per azione di 4,70 dollari della Disney è molto inferiore ai suoi utili annuali dal 2015 al 2019, e gli analisti non si aspettano che il colosso recuperi il suo profitto record da Dal 2018 al 2028.

Grande cifra: 20 miliardi di dollari è il valore di mercato che la Disney ha perso martedì, più o meno equivalente alla capitalizzazione di mercato azionaria totale del suo rivale nel settore dell’intrattenimento e della società madre. HBOScoperta della Warner Bros.

Bob Iger, amministratore delegato della Disney

“Ci aspettiamo che lo streaming sia un motore di crescita per l’azienda in futuro”, ha detto Iger nella conferenza sugli utili di martedì, in cui ha definito gli utili di Hulu e Disney+ una testimonianza della svolta che l’azienda ha iniziato dal suo ritorno come CEO nel novembre 2022 .

Le dichiarazioni di Iger sono un’affermazione abbastanza audace considerando le ingenti perdite subite da tutte le piattaforme tranne Netflix. Gli analisti si aspettano che l’unità di streaming della Disney realizzi il suo primo profitto per l’intero anno il prossimo anno, anche se si prevede che la divisione parchi rappresenterà ancora la maggior parte dei profitti.

Le azioni Disney hanno avuto il loro giorno migliore in quattro anni dopo il rapporto sugli utili di febbraio. L’ultimo trimestre si è concluso con una vittoria anche sull’investitore attivista miliardario Nelson Peltz all’assemblea annuale degli azionisti tenutasi ad aprile. La campagna di Peltz si è concentrata sul prolungato calo delle azioni Disney, il cui rendimento quinquennale del -11% è ben al di sotto del rendimento del 95% dell’S&P. Le azioni Disney rimangono di oltre il 40% al di sotto del massimo del 2021.

Vendicatori: Guerra infinita

Al futuro

In linea con la sua ricerca di efficienza, Iger ha detto martedì che si aspetta che la Disney rallenti la produzione dei suoi contenuti cinematografici estremamente popolari (e costosi). supereroi dalla Marvel a probabilmente due serie televisive e dai due ai tre film all’anno.

Si tratta di un rallentamento notevole rispetto alla media di oltre quattro programmi dell’Universo Cinematografico meraviglia su Disney+ dalla première di WandaVision nel 2021 e dai 10 film del MCU pubblicati tra luglio 2021 e novembre 2023, a un ritmo medio di oltre quattro film all’anno.

La Disney intende ridurre la produzione e concentrarsi maggiormente sulla qualità, secondo Iger. Ha dichiarato di essere estremamente entusiasta dell’offerta della Marvel, compresi i prossimi film degli Avengers, poiché i quattro capitoli precedenti della saga sono tra i 15 film di maggior incasso della storia.

Nota pubblicata in Forbes USA.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo è il prezzo della benzina a Madrid, Barcellona e in altre città l’8 maggio
NEXT I dati sull’occupazione della scorsa settimana giustificano davvero un taglio dei tassi?