Scopri i segreti nascosti nel terrificante ritratto del re Carlo III

Questa settimana il Re Carlo e l’artista Jonathan Yeo di hanno presentato il nuovo ritratto del monarca, che contiene diversi messaggi nascosti che il pubblico ha trascurato. Qui te ne parleremo di più.

Il nuovo ritratto di re Carlo provoca ogni tipo di speculazione

Lui Un nuovo ritratto di Re Carlo è stato svelato questa settimana e ha diviso l’opinione pubblica sul suo aspetto. Poiché per alcuni è terrificante e stravagante e altri credono che sia una vera opera d’arte piena di simbolismo.

Nuovo ritratto di re Carlo. Foto: Archivio

Chi ha creato il controverso dipinto di Re Carlo?

Lui Il ritratto del re è stato creato dal famoso artista contemporaneo Jonathan Yeoè stato presentato ufficialmente martedì e ha segnato un drastico cambiamento rispetto agli altri ritratti ufficiali realizzati per la famiglia reale. La straordinaria opera d’arte è stata commissionata nel 2020 per celebrare i 50 anni dell’allora Principe di Galles come membro della The Drapers’ Company, quindi Charles aveva diversi anni apportare modifiche prima di mostrarlo al pubblico.

Prima dell’inaugurazione, Yeo ha scherzato con la BBC sulle polemiche suscitate dal suo dipinto. “Se questo fosse visto come un tradimento, potrei letteralmente pagarlo con la testa, il che sarebbe un modo appropriato di morire per un ritrattista: farsi decapitare!”, ha detto.

Dipinto controverso del re Carlo III. Foto: AFP

Sono questi i segreti nascosti nel ritratto di re Carlo III

Per fortuna aveva il sigillo di approvazione del re, e si dice che la regina Camilla guardò il dipinto e disse a Yeo: “Sì, ce l’hai”. Tuttavia, ci sono diversi dettagli nascosti all’interno che le persone potrebbero aver trascurato.

  • Il significato delle sue grandi dimensioni

Nelle fotografie è difficile distinguerlo a causa dell’angolazione presa, ma questo dipinto è davvero molto grande. Dipinto ad olio (con molta vernice rossa), il dipinto del monarca misura 8 piedi e mezzo per 6 piedi e mezzo. Si dice che la dimensione della tela sia stata considerata adeguata all’architettura della Drapers’ Hall e al “contesto dei dipinti che alla fine saranno appesi accanto ad essa”.

  • Non è il ritratto di un re

Che tu ci creda o no, questo non è il ritratto di un re. Si tratta, per intenderci, dell’immagine del patrono della Venerabilissima Compagnia dei Mercieri, corporazione di origine medievale. È stato commissionato per commemorare l’associazione di Carlos con la gilda per oltre 50 anni.

Nel dipinto, il monarca indossa il mantello rosso delle Guardie gallesi, il reggimento per il quale fu nominato colonnello del reggimento nel 1975. Di conseguenza, non ci sono insegne reali perché non è l’immagine di un re.

  • Il dipinto rappresenta l’eredità di Carlos

Questo dipinto è il primo ritratto ufficiale del re dalla sua incoronazione l’anno scorso e mostra come il monarca desideri creare la propria eredità visiva. Nel 1980, lo studioso Stephen Greenblatt affermò che “autoformazione” nella ritrattistica significa che l’identità di qualcuno è costruita a partire da dettagli accuratamente selezionati. In altre parole, quando guardi il ritratto non vedi l’immagine reale di una persona: vedi la proiezione ideale di un’identità di quella persona accuratamente selezionata.

Nuovo ritratto del re Carlo III
Nuovo ritratto del re Carlo III. Foto: AFP
  • È dolorosamente tradizionale, come quello della Regina Elisabetta

Il ritratto segue l’antica tradizione di mostrare monarchi maschi in uniforme. Charles è visto con lo straordinario mantello rosso delle guardie gallesi, appoggiato all’elsa di una spada cerimoniale tenuta davanti a lui, come hanno fatto generazioni prima. In un’altra parte della stanza dove sarà appeso c’è un ritratto della defunta regina Elisabetta. In esso, è raffigurata nella sua uniforme ufficiale da ritratto, l’onnipresente lungo abito bianco, accompagnato da una fascia blu e dallo straordinario mantello di velluto dell’Ordine della Giarrettiera.

  • Il significato della farfalla sulla spalla di Carlos

Anche se la sua uniforme può essere tradizionale, la sua piccola amica nel dipinto lo è meno. Una piccola farfalla svolazza sulla sua spalla destra. Era qualcosa che il re aveva intenzione di suscitare una discussione sull’argomento. Poiché, in alcuni angoli del mondo, La farfalla è il simbolo della spiritualità e dei nuovi inizi; Il dipinto forse mostra che vuole essere ricordato come un monarca che protegge oltre gli scandali a lui noti.

Come puoi vedere, quest’opera d’arte nasconde diversi misteri, ma ciascuno dei dettagli del dipinto è stato attentamente selezionato in modo che il re potesse esprimersi e farsi conoscere attraverso di esso. Ciò tuttavia non ha impedito ad alcuni di provare terrore nel vederlo e ad altri di ammirare. Cosa ne pensi del nuovo ritratto di Carlo III?

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV la Cartagena che aprì le porte alle donne del Vallenato, compirebbe oggi 55 anni
NEXT Il film vincitore del BAFICI 2024 sarà presentato in anteprima a Buenos Aires