Se ti piace Inception devi vedere questo film degli anni ’80

Se ti piace Inception devi vedere questo film degli anni ’80
Se ti piace Inception devi vedere questo film degli anni ’80

Viaggiare attraverso i sogni. Successivamente esploro Inception di Christopher Nolan e un film che mostra i labirinti della mente.

Ci sono due film che hanno attirato la mia attenzione per aver scavato nei labirinti della mente umana attraverso i sogni: Origine (Inception, 2010) di 2 e La grande fuga (Dreamscape, 1984). Sebbene siano diversi nello stile e siano stati creati in tempi diversi (e si vede), entrambi condividono l’interesse per la manipolazione dei sogni, la creazione di realtà alternative e i rischi che si nascondono nel subconscio.

Nel 2010, il regista Cristoforo Nolan ci ha regalato Origin, un film di fantascienza che ci immerge in un mondo di sogni condivisi, segreti indicibili e realtà alterate. Dom Cobb (Leonardo DiCaprio), esperto nell’estrarre informazioni dal subconscio altrui durante i sogni, cerca la redenzione attraverso un’ultima missione: impiantare un’idea nella mente di Robert Fischer Jr. (Cillian Murphy), un magnate il cui subconscio nasconde segreti che potrebbero cambiare il mondo.

Accompagnato dalla sua squadra, Cobb entra nei labirinti onirici di Fischer Jr., dove i confini tra realtà e finzione si confondono e i fantasmi del passato lo perseguitano. Il film Inception ci invita a riflettere sulla natura della realtà, sull’influenza dei nostri sogni e sulla possibilità di plasmare la nostra vita attraverso le nostre idee.

La visione di Nolan è catturata in ogni fotogramma. La musica di Hans Zimmer aggiunge tensione e mistero, mentre la progettazione dei mondi onirici è sorprendente. Il cast, guidato da Leonardo DiCaprio, Joseph Gordon-Levitt, Elliot Page, Ken Watanabe, Tom Hardy, Cillian Murphy, Marion Cotillard e Michael Caine, brilla con performance intense ed emozionanti.

Origine

La Grande Fuga: Un viaggio nell’ignoto.

Nel 1984, Joseph Ruben ha pubblicato La grande fuga, un film che unisce avventura, fantascienza e horror in una miscela unica. Alex Gardner (Dennis Quaid), un uomo con la capacità di entrare nei sogni degli altri, viene coinvolto in una cospirazione che minaccia la sua vita e quella di tutti coloro che lo circondano.

In un mondo in cui sogni e incubi si intrecciano, Alex deve affrontare i propri demoni e combattere nemici invisibili. Il film ci immerge nella dualità dei sogni, nella loro bellezza e nella loro pericolosità, e ci invita a riflettere sui segreti che la nostra mente nasconde mentre dormiamo.

La Grande Fuga ci trasporta in un’epoca nostalgica in cui gli effetti speciali non erano perfetti, ma l’immaginazione scorreva liberamente. Dennis Quaid e Max Von Sydow guidano un cast che ci immerge in un mondo in cui i limiti tra ciò che è reale e ciò che è onirico svaniscono.

La grande fuga

Origine e La Grande Fuga: un ottimo modo per esplorare i labirinti della mente.

Entrambi i film ci invitano in un affascinante viaggio attraverso i sogni, mettendo in discussione la nostra percezione della realtà ed esplorando le profondità della psiche umana. Cos’è un sogno? Cos’è la veglia? Forse, alla fine, tutte le risposte si troveranno nel mondo dei sogni.

In questo link troverai un altro fantastico film di fantascienza che sicuramente ti piacerà.

David Larrad

Ha studiato Produzione audiovisiva dello spettacolo e della televisione presso la Fondazione per l’Educazione Audiovisiva. Ha completato un Master in Grafica e Design 3D.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cosa dovresti sapere prima di guardare Deadpool e Wolverine
NEXT Cannes 2024: recensione di “Volverás”, di Jonás Trueba (Quinzaine dei Cineasti)