Gli Stati Uniti hanno autorizzato l’Ucraina a utilizzare i suoi missili a lungo raggio contro obiettivi russi oltre il fronte di Kharkiv

Gli Stati Uniti hanno autorizzato l’Ucraina a utilizzare i suoi missili a lungo raggio contro obiettivi russi oltre il fronte di Kharkiv (REUTERS)

Stati Uniti d’America ha annunciato venerdì di aver allentato ulteriormente i permessi sulle armi che fornisce Ucrainaora permettendo al suo esercito attaccare obiettivi all’interno della Russia, oltre il fronte di Kharkiv, con missili a lungo raggio, ogni volta che è un atto di difesa personale. Questa notizia, tuttavia, non implica un cambiamento nella politica della Casa Bianca.

Da mesi il Cremlino lancia offensive contro i siti ucraini del suo territorio, quindi, data l’incapacità di Kiev di ordinare manovre oltre i propri confini, Il nemico godeva di una certa “zona sicura”. Ecco perché il Pentagono ritiene che “se la Russia attacca o sta per attaccare l’Ucraina dal suo territorio, Ha senso consentire all’Ucraina di rispondere alle forze che la attaccano da oltre confine.”.

Il generale Pat Ryder ha affermato, in questo senso, che “vedendo che queste forze realizzano questo tipo di operazioni dall’altra parte del confine, abbiamo spiegato che l’Ucraina può e ha il diritto di contrattaccare per difendersi”. “Non è una questione di geografia, è una questione di buon senso”, ha difeso Charlie Dietz, un altro portavoce del Pentagono.

Dal Pentagono hanno spiegato che non è questione di geografia ma di buon senso (EFE)

Ha anche aggiunto che le truppe ucraine “possono utilizzare il sistemi di difesa aerea forniti dagli Stati Uniti per abbattere gli aerei russi se stanno per sparare su obiettivi nello spazio aereo ucraino o anche se tali aerei volano nello spazio russo”.

Con questo annuncio, il presidente Joe Biden ha ribadito il suo impegno nella difesa dell’Ucraina, assediata dalle manovre russe dal febbraio 2022.

Nel tentativo di continuare a rafforzare l’esercito di Kiev, il giorno prima anche Washington aveva riferito di aver deciso paralizzare le consegne di missili Patriot e NASAM ad altri paesi, al fine di dare priorità alle spedizioni in Ucraina e accelerare le forniture.

“Anche molti dei nostri alleati e partner hanno compiuto passi storici, ma ovviamente è necessario fare di più ed è necessario ora. Il Governo ha preso la decisione difficile ma necessaria modificare le priorità del piano a breve termine delle forniture militari ad altri paesi vadano invece in Ucraina”, ha detto il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby.

Il giorno prima, gli Stati Uniti avevano riferito di aver sospeso la consegna dei sistemi Patriot ad altri paesi per dare priorità alle spedizioni in Ucraina (REUTERS)

L’esercito ucraino “ha un disperato bisogno di ulteriori capacità di difesa aerea”, ha insistito, seguendo le parole di Zelenskyj, che ha osservato che queste consentono proteggere “città e civili”che sono uno degli obiettivi principali del Cremlino.

Grazie a ciò, ha proseguito, questi sistemi – si stima che siano centinaia – arriveranno a destinazione “nelle prossime settimane, prima della fine dell’estatedi sicuro”, quando Mosca potrebbe intensificare ulteriormente i suoi attacchi, nel periodo che precede l’inverno.

Da parte sua, Zelenskyj ha affermato di essere “profondamente grato al Presidente e agli Stati Uniti per aver dato priorità all’Ucraina nella fornitura delle difese aeree di cui abbiamo fondamentale bisogno per sconfiggere gli attacchi russi”.

(Con informazioni da AP)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV perché si celebra ogni 17 luglio
NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile