Il ministro degli Esteri canadese afferma di non essere a conoscenza della visita di una nave proveniente da quel paese a Cuba

Il ministro degli Esteri canadese afferma di non essere a conoscenza della visita di una nave proveniente da quel paese a Cuba
Il ministro degli Esteri canadese afferma di non essere a conoscenza della visita di una nave proveniente da quel paese a Cuba

La Ministra delle Relazioni Estere del Canada, Mélanie Joly, ha dichiarato di non conoscere i motivi della visita della nave da guerra canadese Margaret Brooke a Cuba, in coincidenza con la presenza all’Avana di una flottiglia russa che comprende un sottomarino nucleare.

La nave da guerra canadese è arrivata venerdì nella capitale dell’isola, nello stesso momento in cui le forze navali russe si trovavano a Cuba e un sottomarino nucleare statunitense si trovava nella base navale di Guantánamo, nell’est del paese caraibico.

Secondo il governo canadese, la nave è andata all’Avana per tre giorni per celebrare presumibilmente le relazioni bilaterali tra Cuba e il Canada.

In un’intervista con la ministra, la giornalista le chiede perché il Canada dovrebbe avere una nave in un porto cubano nello stesso momento in cui si trovano le navi militari russe?, lei risponde che non era a conoscenza della situazione.

“Questo è qualcosa a cui devo guardare molto più da vicino. Si tratta di un’informazione che rappresenta una novità per me perché il Ministro della Difesa collabora anche con CAF e DND su questo stesso tema; ma ovviamente lo esamineremo e verremo indietro”, ha dichiarato.

La HMCS Margaret Brooke, nave della Royal Canadian Navy, ha iniziato venerdì presto le manovre per entrare nel porto della capitale cubana. Non visitava l’isola dal 2016, quando si trovava all’Avana proprio la settimana in cui il primo ministro Justin Trudeau fece una visita ufficiale a Cuba.

L’arrivo della nave coincide con un periodo di intensa attività militare nella regione e di massima tensione a causa della permanenza nella capitale cubana del sottomarino nucleare russo Kazan, della fregata “Almirante Gorshkov”, del rimorchiatore di salvataggio Nikolai Chiker (SB-131 ) e la petroliera della flotta Pashin.

Si verifica anche dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato la sua sottomarino nucleare USS Helena aveva attraccato alla base navale di Guantánamo e che la Casa Bianca aveva affermato che insieme al Canada avrebbero “monitorato da vicino” la flotta navale russa.

La Russia ha descritto i suoi movimenti nei Caraibi come una routine e ha assicurato che non rappresentano una minaccia per la regione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-