Un nuovo sondaggio misurato per le elezioni legislative del 2025 ha lasciato un sorprendente legame tecnico

Un nuovo sondaggio misurato per le elezioni legislative del 2025 ha lasciato un sorprendente legame tecnico
Un nuovo sondaggio misurato per le elezioni legislative del 2025 ha lasciato un sorprendente legame tecnico

È uno di quei legami che si celebrano più da una parte che dall’altra. Di cosa si tratta? Un nuovo sondaggio elettorale misurato in vista delle elezioni legislative del 2025 ha lasciato una parità tecnica: Dal 45% al ​​44% per il partito di governo e l’opposizione. Naturalmente, se vengono forniti questi numeri, L’avanzata del governo di Javier Milei al Congresso sarebbe molto importante.

I dati che avanza Clarion Questa domenica provengono da uno studio condotto da due analisti: Viviana Isasi e Julio Burdman. Hanno fatto a indagine nazionale Di 2.067 casitra l’8 e l’11 di questo mese, con un margine di errore del +/- 2,14%.

Burdman lo è politologo, professore all’UBA e ha effettuato misurazioni per le recenti elezioni con la società dell’Osservatorio elettorale. Isasi lo è consulente politico e si specializza, in particolare, nello studio dei fenomeni giovanili.

Sono passati almeno due mesi da quando sono apparsi gli studi elettorali realizzati da Clarín. Tutti tranne uno – di un’azienda legata al peronismo – danno per ora come favoriti i libertari. Anche in quartieri come la provincia di Buenos Aires.

Si tratta in ogni caso di uno scenario molto precario. Non solo perché manca più di un anno al PASO nazionale (ci sarà il PASO?), ma perché il bando di concorso non è configurato. Dubbi di fondo: libertari e PRO andranno insieme? I moderati come Larreta/Lousteau/Massa cercheranno di costruire qualcosa al di fuori delle strutture tradizionali?

I numeri dell’ultima indagine

A pagina 7 del loro rapporto, Isasi e Burdman entrano nel merito delle “intenzioni di voto per le elezioni legislative del 2025”. Fanno un approccio binario. Votereste per i “candidati sostenitori di Milei” o per i “candidati contrari a Milei”? O non lo sai?

Il risultato, come anticipato, è stato un pareggio tecnico. 45% per i candidati ufficiali e 44% per i candidati dell’opposizione. Il restante 11% è indeciso.

L’ultimo sondaggio nazionale Isasi/Burdman, con dati elettorali.

Ma per comprendere questi numeri favorevoli del governo, vale la pena rivedere qualcosa. altri dati dell’indagine che ti aiutano a capire come arrivarci.

IL immagine di MileiAd esempio, ha a chiaro equilibrio a favore del libertario, con 52 punti positivi e 40 negativi. Sebbene, sorprendentemente, il approvazione/disapprovazione da parte della direzione Questo invertito: 43 approvano e 52 disapprovano.

Il rapporto evidenzia questo: “L’approvazione dell’operato del governo scende di 5 punti rispetto al mese precedente, e il divario si allarga (9 punti) con la popolarità personale di Milei (52 per l’immagine personale positiva, 43 per l’approvazione dell’operato)” .

In linea con altri studi, cala anche la preoccupazione per l’inflazione, che resta ai vertici ma condivide la leadership con la corruzione, entrambe intorno ai 25 punti. Il terzo è l’insicurezza, con il 20%.

Per quanto riguarda la aspettative economicheun altro dato chiave in questo tipo di studi, anche se il saldo è più negativo che in altri studi, anche qui il Governo ha sollevato la questione. Il 32% è ottimista e il 53% pessimistaquando ad aprile il rapporto era del 23%/60%.

Migliora anche un po’, anche se sono ancora un avvertimento, il tempo di tolleranza che gli intervistati mostrano riguardo a regolazione. Rispetto a maggio, il gruppo che si dice non disposto ad aspettare “niente” o “solo qualche mese” passa dal 48% al 44%; mentre coloro che aspetteranno “tutto il necessario” passano dall’11% al 14%.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-