Lupita Nyong’o ha assistito ai concerti di Taylor Swift e Beyoncé ferita: «Mi sono guarita»

Lupita Nyong’o ha assistito ai concerti di Taylor Swift e Beyoncé ferita: «Mi sono guarita»
Lupita Nyong’o ha assistito ai concerti di Taylor Swift e Beyoncé ferita: «Mi sono guarita»

Lupita Nyong’o ha sviluppato un polipo vocale mentre utilizzava una voce “super positiva” per il suo personaggio nel film “Wild Robot”. (Crediti: Dreamworks/@beyonce/@taylorswift13)

L’attrice Lupita Nyong’oprotagonista del prossimo film d’animazione robot selvaggio (Il robot selvaggio), ha dovuto riposare corde vocali per tre mesi dopo aver sviluppato a polipo in essi per la voce esigente che ha adottato per interpretare il suo personaggio. Il vincitore dell’Oscar ha condiviso i dettagli di questa esperienza durante una recente apparizione nello show A tarda notte con Seth Meyers.

Quello che è successo è che, all’inizio del film, Lupita ha scelto di usarlo una voce “super positiva”. per il suo personaggio, pensando che quello fosse il tono giusto per la performance. Tuttavia, questa stessa scelta finì per nuocere alla sua salute perché il tono “non era nel mio registro vocale, che è molto più basso”.

Nyong’o ha dovuto restare in riposo vocale per tre mesi dopo aver perso la capacità di parlare. (Credito: Richard Harbaugh/AMPAS/Dispensa tramite REUTERS)

Lo sforzo di mantenere quella voce ottimista finì per danneggiargli le corde vocali. “L’ho fatto a lungo per diversi giorni e mi è venuto un polipo vocale.”ha rivelato l’attrice, nota anche per il suo ruolo in Un posto tranquillo: primo giorno. Nel film, Nyong’o interpreta un robot di nome Roz, che “intraprende questo viaggio per trovare ciò che chiameremmo umanità, come l’empatia”.

I polipi delle corde vocali sono lesioni benigne e non cancerose che possono apparire su una o entrambe le corde vocali. Queste lesioni possono comprendere noduli, cisti e i suddetti polipi, causati principalmente da un uso eccessivo o scorretto delle corde vocali. I trattamenti per queste condizioni possono includere terapia vocale, cambiamenti comportamentali per migliorare la salute vocale e, in alcuni casi, un intervento chirurgico.

Lupita Nyong’o interpreta un robot di nome Roz, che cerca di trovare l’umanità, nel film “Wild Robot”. (Crediti: Dreamworks)

Nyong’o, 41 anni, ha detto di aver perso la capacità di parlare e il suo medico le ha detto che avrebbe dovuto riposare la voce. “Sono stato in riposo vocale per tre mesi”, ha commentato. Nyong’o, ricordata anche per il ruolo di Nakia nei film Pantera nera e altri titoli dei Marvel Studios.

Lupita ha spiegato che inizialmente avrebbe dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico, ma ha cambiato radicalmente idea quando il suo medico le ha spiegato che c’era una percentuale di persone che guariva naturalmente. “Ero così determinato a farne parte. 35%“, ha ricordato la star di Hollywood. “E l’ho fatto. Mi sono guarito”, ha aggiunto parlando del suo lungo processo di recupero.

L’attrice ha deciso di non sottoporsi ad un intervento chirurgico dopo aver appreso che il 35% delle persone guarisce naturalmente da un polipo vocale. (Crediti: REUTERS/Steve Marcus)

Nonostante la positività dell’attrice, il Clinica di Cleveland (citato da Persone) indica che il il recupero senza intervento chirurgico non è comune. “Probabilmente avrai bisogno di un intervento chirurgico se hai un polipo o una ciste. A differenza dei noduli, i polipi e le cisti di solito non migliorano con la logopedia”, riferisce l’istituto.

Nonostante la sua temporanea incapacità di parlare, Nyong’o non ha lasciato che questo le impedisse di godersi la musica dal vivo. In questo modo, l’attrice non è rimasta a casa con le mani in mano e ha assistito ai concerti di due grandi cantanti del momento che continuano a dare qualcosa di cui parlare grazie ai loro tour e alla vita personale: Taylor Swift E Beyoncé.

Nonostante la sua temporanea incapacità di parlare, Lupita Nyong’o ha assistito ai concerti di Taylor Swift e Beyoncé durante la sua guarigione. (Credito: AP/Chris Pizzello)

Naturalmente, per non nuocere alla sua salute, Lupita ha dovuto prendere ulteriori precauzioni. “Dovevi portare con te un biglietto che dicesse: ‘Sono in riposo vocale'” Ha detto Seth Meyers durante l’intervista. “Sì, l’ho fatto a casa”, ha risposto Nyong’o, aggiungendo di aver persino “migliorato” la sua segnaletica utilizzando un pulsante per il concerto dell’autore di Cowboy Carter.

“A volte La gente pensava che fossi stato scortese perché non avevo detto nulla.”, ha condiviso l’attrice. In quelle situazioni sceglieva di salutare e sorridere, evitando di parlare. “Così ho pensato: ‘Va bene. Fai sapere alla gente cosa sta succedendo, e allora proveranno simpatia per me invece che odio’”, ha aggiunto ridendo al suo aneddoto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Segui in diretta la cerimonia di premiazione della Principessa di Girona 2024
NEXT Insolito: un agente di polizia messicano è stato sospeso dopo aver girato un video erotico nella metropolitana