Ignacio Torres proporrà alla Nazione di scambiare i debiti con opere chiave

Ignacio Torres proporrà alla Nazione di scambiare i debiti con opere chiave
Ignacio Torres proporrà alla Nazione di scambiare i debiti con opere chiave

Giorni fa, il governatore di Chubut Ignacio ‘Nacho’ Torres e il capo dello staff, Guillermo Francos, ha firmato un accordo per la riattivazione di opere nazionali nel territorio provinciale per un importo complessivo di 150 miliardi di dollari. Parte di questi lavori passeranno in orbita provinciale e saranno completati con fondi propri. Fondi che potrebbero essere compensati attraverso uno “scambio di debiti” che la provincia intrattiene con lo Stato nazionale.

In questo quadro, questa settimana il governatore insieme ai sindaci di Puerto Madryn, Gustavo Sastre, e di Trelew, Gerardo Merinosi recherà a Buenos Aires per firmare l’accordo che consentirà il lavoro del doppio binario tra le due città sulla Strada Nazionale n. 3.

ignacio-torres-98432-728x435

Un’opera rimasta incompiuta per quasi due decenni. “Ci sono opere fondamentali a Chubut e la Nazione si è impegnata a completarle o a riattivarle. Il doppio binario è una delle nostre priorità”, ha affermato a questo proposito Torres. “Difficilmente la provincia potrà risultare attrattiva per i turisti se abbiamo una doppia strada come quella attuale, senza tener conto del pericolo che ciò comporta per la popolazione. Vogliamo che venga completato l’anno prossimo.“Ha aggiunto.

Relazione sulla gestione

Questo sabato, Ignacio Torres ha presentato una sintesi delle principali politiche attuate durante i suoi primi sei mesi di mandato. Lo ha fatto accompagnato da gran parte del suo gabinetto. Ha sottolineato il “lavoro intenso e l’impegno” di ciascuna delle aree durante questi sei mesi.

Ha ricordato che “Abbiamo dovuto subentrare in un momento di incertezza politica, istituzionale, economica e finanziaria“. Nonostante ciò, “in meno di sei mesi siamo riusciti a rimuovere Chubut dalle ultime posizioni nella classifica della trasparenza istituzionale” per diventare “primo in termini di amministrazione finanziaria e responsabilità fiscale”.

Ha sottolineato anche di aver potuto recuperare servizi essenziali come istruzione, sicurezza e sanità in una provincia “che non iniziava le lezioni in modo tempestivo da 10 anni e che aveva il salario di insegnante più basso dell’Argentina”, oltre a “un sistema di sicurezza obsoleto e un sistema sanitario sull’orlo del collasso”.

Le aree

I diversi ministri, a turno, hanno dettagliato gli aspetti principali di ciascuno dei loro portafogli. Ad esempio, il ministro dell’Istruzione José Luis Punta, ha ricordato come era il sistema educativo della provincia al momento del suo insediamento, “con lo stipendio più basso del Paese” e più di 200 scuole senza condizioni minime di costruzione per l’insegnamento. “Gli stipendi degli insegnanti sono stati notevolmente aumentati” e “abbiamo attuato il piano di alfabetizzazione più ambizioso che la provincia abbia mai avuto”, che prevede “la formazione di 4.000 insegnanti e l’arrivo di 275.000 libri in ciascuna scuola di Chubut”.

Ettore Iturriozministro della Sicurezza e della Giustizia, ha parlato della crisi di sicurezza che Chubut stava attraversando e ha sottolineato la formazione del Comando di sicurezza unificato: “Non c’è mai stato un comando preventivo unificato nella storia del paese”.

“Abbiamo fornito elementi tecnologici alla polizia, abbiamo inaugurato il Centro di Monitoraggio a Playa Unión e abbiamo migliorato il funzionamento dell’Agenzia Provinciale per la Sicurezza Stradale”, ha continuato precisando ed evidenziando l’approvazione della “Legge di Emergenza Sicurezza, la Legge di Estinzione delle Dominio e riforma del codice di procedura penale.

A sua volta, il Ministro della Sanità, Sergio Wisky, Ha sottolineato alcune pietre miliari nella sua zona: “L’inserimento di 15 ambulanze, l’ingresso di 116 medici, soprattutto sull’altopiano; e l’investimento di 6 miliardi di pesos in lavori e manutenzioni per iniziare a mettere in funzione l’Ospedale di Trelew”. “Il nostro obiettivo è riuscire a realizzare un sistema sanitario provinciale integrato, moderno e incentrato sulle persone”, ha concluso il responsabile del portafoglio sanitario di Chubut.

Modernizzare lo Stato

Riguardo alla chiusura del convegno, Torres ha spiegato anche le sfide della sua gestione per il futuroaffermando che “l’obiettivo principale del secondo semestre è modernizzare lo Stato per integrare Chubut.”

Ci concentreremo sull’energia, sulla connettività, sulla telemedicina e sull’istruzione, soprattutto, per connettere e avvicinare le nostre persone.“, ha detto il governatore e ha assicurato che intendono continuare a migliorare l’accesso dei cittadini alle procedure statali: “Abbiamo in programma di sviluppare un sportello unico affinché ogni cittadino di Chubut con il proprio cellulare possa accedere in modo semplice e amichevole ad un sistema che offre una risposta immediata.”

Torres, infine, propone di «dare alle nuove generazioni strumenti per il loro futuro e per imparare i mestieri, ma anche la programmazione, che è la chiave del futuro». E ha annunciato che sta arrivando”la ricerca di nuovi investimenti e continuare a lavorare sulle politiche di promozione dell’industria e del turismo“.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-