Il primo rocker argentino compie 80 anni – Note – Un Siglo de Radio

Il primo rocker argentino compie 80 anni – Note – Un Siglo de Radio
Il primo rocker argentino compie 80 anni – Note – Un Siglo de Radio

Questo 1 maggio Alberto Felipe Soria, meglio conosciuto come Johnny Tedesco, festeggia il suo ottantesimo compleanno. È considerato il primo autore e compositore di lingua spagnola a comporre e registrare un rock’n’roll in spagnolo nel 1961.

Il famoso cantante argentino, conosciuto come il “re dei maglioni”, è nato il 1 maggio 1944 a Buenos Aires e, in occasione del suo compleanno, abbiamo recuperato un’intervista con Rony Vargas in cui ripercorre la sua epoca d’oro nella musica.

Tedesco, che era una figura di spicco nel Club del Clan, il popolare programma televisivo degli anni ’60 che incoraggiò molti giovani artisti, ha condiviso i suoi ricordi su quel periodo e su come ha plasmato la sua carriera.

/Codice incorporato Home/

/Fine codice incorporato/

Tra gli altri aneddoti, il cantante ha ricordato come ha iniziato a indossare i maglioni come parte della sua immagine artistica. “Sono andato in televisione con un maglione ed è stata come un’altra esplosione; da quel momento ho iniziato a indossare il maglione, che era una caratteristica”, ha ricordato. Inoltre, ha sottolineato che le ragazze del suo fan club lavorano a maglia per lui costantemente.

Il cantante ha anche parlato di com’era la musica prima dell’emergere del rock and roll. Secondo lui, prima i giovani ballavano come gli anziani e ascoltavano gli stessi cantanti. Tuttavia, ha assicurato che con l’arrivo di Elvis Presley si è creata una grande divisione tra la musica che ascoltavano i giovani e quella degli anziani.

Dei suoi esordi nel mondo della musica ha commentato: “All’epoca lavoravo in televisione, cantavo anche canzoni di Elvis Presley”. Successivamente fu scoperto da Ricardo Mejía che gli suggerì di registrare “Vuelve Primavera” e “Rock del Tom Tom”, quest’ultimo considerato il primo rock and roll composto ed eseguito da un argentino.

Tedesco ha parlato anche dei suoi rapporti con gli altri membri del Clan Club. Secondo lui avevano un ottimo rapporto e si riunivano nel pomeriggio per condividere canzoni, comporre insieme e suonare. “Eravamo parecchi, se ricordi, ognuno aveva una caratteristica molto diversa”, ha detto.

Il cantante ha parlato anche della sua vita personale. Si sposò giovane ed ebbe sempre il sostegno di tutta la sua famiglia. In questa intervista condotta nel 2010, ha affermato di condurre una vita sana non per obbligo ma perché è naturale per lui. “Amo stare a casa, amo stare con i miei figli, amo stare con mia moglie e vivere ciò che piace a ogni uomo normale”, ha detto.

Infine, Tedesco ha condiviso il suo amore per la musica e il modo in cui il palco lo faceva sentire vivo. “Quel feedback che si ha con il pubblico quando senti che ti stai presentando e la gente è pronta a vederti… questo si chiama affetto”, ha concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La felicità di Miranda! dopo aver vinto il Gardel de Oro: “Accettiamo questo premio in nome del pop argentino”
NEXT “Armageddon” degli aespa diventa il loro primo album a raggiungere il numero 1 nella classifica dei migliori album di iTunes negli Stati Uniti