‘Un’impresa non da poco’ – Obiettivo vittoria di tappa per Laurence Pithie al debutto al Giro d’Italia

‘Un’impresa non da poco’ – Obiettivo vittoria di tappa per Laurence Pithie al debutto al Giro d’Italia
‘Un’impresa non da poco’ – Obiettivo vittoria di tappa per Laurence Pithie al debutto al Giro d’Italia

Laurence Pithie potrebbe essere solo al suo primo Gran Giro quando si schiererà a Torino sabato per debuttare al Giro d’Italia, tuttavia l’ascesa fulminea del corridore del Groupama-FDJ è stata tale che lo farà con grande obiettivi e il sostegno della sua squadra.

Il 21enne neozelandese, che riesce a resistere sulle colline e a raggiungere un traguardo veloce, ha già capitalizzato i suoi punti di forza per conquistare una vittoria del WorldTour in questa stagione, la Cadel Evans Great Ocean Road Race, e dopo essersi aggrappato regolarmente a mosse chiave nelle Classiche, ora sta cercando di assaporare nuovamente la vittoria in Italia.

“Essere al via a Torino per tre settimane di gare è una vera opportunità, e scoprire il tuo primo Grande Giro da leader non è un’impresa da poco”, ha detto Pithie in un comunicato dalla sua squadra francese. “Arrivo sulle strade italiane con molte aspettative, quindi coglieremo un’opportunità dopo l’altra e daremo tutto quello che abbiamo, ogni giorno, per raggiungere questa vittoria di tappa che ci unisce tutti.”

Il professionista del WorldTour al secondo anno potrebbe non essere stato testato in un Grand Tour, ma il corridore che ha dimostrato una capacità di analizzare, apprendere e adattarsi rapidamente ha raccolto il supporto inequivocabile della sua squadra.

“Con una squadra forte e complementare, sosterremo Laurence Pithie nel suo obiettivo di vincere tappe, siano esse pianeggianti o collinari”, ha dichiarato il direttore sportivo Frédéric Guesdon in un comunicato della squadra. “Tutti giocheranno un ruolo fondamentale attorno al nostro velocista per massimizzare le nostre possibilità di vittoria, e mi aspetto che si dedichino al loro leader. Sono tutti molto motivati ​​per essere al via a Torino sabato.”

La primavera europea ha enfatizzato le prodezze messe in mostra in Australia a gennaio, con Pithie due volte sul podio sulle tappe della Parigi-Nizza prima di essere regolarmente in compagnia d’élite nelle Classiche più dure. Potrebbe non aver ottenuto un grande risultato nelle Classiche – con il settimo posto alla Parigi-Roubaix il piazzamento più alto – ma ha mostrato ampie prove del potenziale per conquistare la vittoria nelle tappe più importanti in futuro. Il suo team Groupama-FDJ si sta mobilitando per fare il possibile per farcela il prima possibile.

“Sappiamo che Laurence è un ragazzo forte che sa cavarsela da solo nelle fasi finali, ma le avversità saranno alte e sarà nel suo interesse affidarsi a noi”, ha detto il capitano della squadra Olivier le Gac.

Il giovane leader sarà circondato da una squadra giovane, con altre quattro esordienti del Giro e metà della rosa idonea alla categoria giovanile. Oltre a Le Gac, Pithie correrà al fianco di Lewis Askey, Cyril Bathe, Clement Davy, Lorenzo Germani, Fabien Lienhard ed Enzo Paleni.

“Con il supporto di questa grande squadra, so che tutto è possibile”, ha detto Pithie.

Ottieni accesso illimitato a tutta la nostra copertura del Giro d’Italia, inclusi reportage dei giornalisti, ultime notizie e analisi sul campo da ogni fase della gara mentre si svolge e altro ancora. Scopri di più.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Wisman e Wilson danno potere a Morgantown per conquistare il campione statale in carica John Marshall
NEXT Laboratori, giochi di fuga e musical in “La notte è giovane”