La DG del Dipartimento Vigili del Fuoco e Soccorso parla di piani per l’agenzia e il reclutamento

Ogni giorno, i vigili del fuoco e di soccorso rispondono a più di 300 chiamate di vigili del fuoco e di soccorso a livello nazionale.

Il ruolo di un vigile del fuoco si è evoluto dal far scendere i gatti dagli alberi in sicurezza e spegnere gli incendi domestici fino a salvataggi più complessi effettuati su terra, mare e aria.

In un’intervista con StarMetro in concomitanza con la Giornata internazionale dei vigili del fuoco di oggi, il nuovo direttore generale del dipartimento Datuk Nor Hisham Mohammad parla del ruolo del dipartimento e delle sfide future.

Condivide inoltre la sua visione sui compiti principali del dipartimento: salvare vite umane, condurre operazioni di salvataggio, combattere gli incendi, mantenere la sicurezza antincendio pubblica e utilizzare l’intelligenza artificiale nella lotta agli incendi.

Né Hisham afferma che il dipartimento sta concentrando gli sforzi su come gestire le evacuazioni di massa.

Ogni anno, il periodo di siccità causato dal fenomeno El Nino vede incendi boschivi e boschivi accendersi a livello nazionale. Come sta affrontando la situazione il dipartimento e come può aiutare il pubblico?

Negli ultimi due anni abbiamo assistito al El Nino umido che ha provocato inondazioni. Quest’anno torniamo a regolamentare El Nino, che provocherà numerosi incendi boschivi. Il pubblico deve prestare attenzione e non svolgere attività di taglio e incendio che possono causare incendi diffusi.

Nel nord, le persone bruciavano il fieno di riso, che può causare incendi, ma ora lo usano come cibo per il bestiame e quindi questa pratica di combustione è diminuita.

Siamo fortunati che, nonostante alcuni svolgano attività irresponsabili, ci sono anche molti che ci allertano su questi incendi.

I preparativi per questi incendi includono la garanzia che le nostre caserme dei vigili del fuoco siano adeguatamente attrezzate e la collaborazione con il Dipartimento dell’Ambiente per effettuare la sorveglianza nelle aree calde. Nel complesso, gli incendi sono attualmente in aumento e abbiamo bisogno dell’aiuto del pubblico per evitare che la situazione peggiori.

Né Hisham (in piedi, al centro) supervisiona un'operazione di salvataggio durante la tragedia di Batang Kali a Selangor, che ha ucciso 31 persone, nel 2022. Con lui c'è il capo della squadra di soccorso speciale del Dipartimento di soccorso e vigili del fuoco M. Murugiah (a sinistra).Né Hisham (in piedi, al centro) supervisiona un’operazione di salvataggio durante la tragedia di Batang Kali a Selangor, che ha ucciso 31 persone, nel 2022. Con lui c’è il capo della squadra di soccorso speciale del Dipartimento di soccorso e vigili del fuoco M. Murugiah (a sinistra).

Quali sono le nuove sfide da affrontare quando si affrontano disastri naturali, incendi boschivi e inondazioni?

Secondo il Centro nazionale di comando e controllo dei vigili del fuoco, abbiamo 652 focolai di incendi e 5.648 focolai di inondazioni a livello nazionale, poiché il cambiamento climatico ha provocato incendi o inondazioni in aree non tradizionali. In precedenza, le aree di Chaah, Johor, non erano soggette a inondazioni, ma il luogo è stato gravemente colpito dall’ultima ondata di inondazioni.

Le persone a Kelantan, Terengganu e Pahang sono sempre colpite dalle inondazioni, ma quando si verificano in aree non tradizionali, possono causare panico e caos simili alle inondazioni del 2021, che hanno colpito di sorpresa 22 aree a Shah Alam e Sepang.

Ora stiamo concentrando i nostri sforzi su come gestire le evacuazioni di massa. Abbiamo condotto esercitazioni e collaborato con la polizia nella struttura di comando quando si sono verificati tali disastri. Stiamo anche inviando ufficiali a partecipare a seminari e conferenze all’estero, come in Cina, per essere meglio preparati all’evacuazione di un numero compreso tra 50.000 e 100.000 persone. Per noi è importante migliorare la nostra struttura di comando e controllo, utilizzare i dati in modo efficace per prevedere eventuali disastri e adattare le esperienze di altri paesi.

I vigili del fuoco trasportano scorte di cibo ai villaggi Orang Asli a Gua Musang, Kelantan, il 4 gennaio di quest'anno.I vigili del fuoco trasportano scorte di cibo ai villaggi Orang Asli a Gua Musang, Kelantan, il 4 gennaio di quest’anno.

Ogni anno, miliardi di ringgit di beni vanno perduti in incendi. Quali sono le nuove tendenze notate e come si possono prevenire questi incendi?

L’anno scorso, due grandi incendi a Selangor e Sarawak hanno provocato perdite per 500 milioni di RM. Prima di ciò, c’era stato un incendio in una raffineria a Pengerang, Johor, che aveva provocato ingenti perdite. Se eliminiamo questi casi importanti, non vediamo alcuna nuova tendenza, ma stiamo adottando un duplice approccio nella speranza di ridurre il numero di incendi e l’entità delle perdite.

Uno riguarda la legislazione tramite il nostro certificato antincendio di edifici o proprietà ad alto rischio che contengono oggetti di alto valore. Ci auguriamo che entro il 2026 ci sia una legislazione per garantire che tutti gli 8.900 edifici con certificati antincendio abbiano un responsabile della sicurezza antincendio – formato e certificato dal dipartimento – che sarà i nostri occhi e le nostre orecchie. In secondo luogo, ho fissato l’obiettivo che il dipartimento effettui quest’anno controlli di applicazione su 17.000 locali a livello nazionale.

Che dire di tutti i mega grattacieli costruiti in tutto il paese? Il dipartimento è pronto a gestire i casi di emergenza lì?

La Malesia è tra i primi 10 paesi al mondo con grattacieli alti più di 150 metri o 50 piani. Attualmente disponiamo di sei edifici: KL Tower, Kuala Lumpur City Centre, TRX Exchange, Menara Merdeka 118, Four Seasons e Menara TM.

Pertanto, proponiamo la formazione di un consiglio “altissimo” per regolamentare tali edifici e sviluppare linee guida per monitorarli. Speriamo di tenere il nostro primo incontro a giugno di quest’anno.

Una dimostrazione di un'operazione di ricerca e salvataggio in concomitanza con il lancio della Jambatan Sultan Nazrin Shah a Bagan Datuk, Perak, il 7 ottobre dello scorso anno. - Foto di cortesiaUna dimostrazione di un’operazione di ricerca e salvataggio in concomitanza con il lancio della Jambatan Sultan Nazrin Shah a Bagan Datuk, Perak, il 7 ottobre dello scorso anno. – Foto di cortesia

Quando un edificio prende fuoco, diciamo alle persone di usare le scale. Come farà una persona al cinquantesimo piano a scendere durante un’emergenza?

Tali edifici necessitano di un operatore di ascensori addestrato che sarà in grado di trasportare le persone durante un incendio. Inoltre, le persone non hanno bisogno di andare fino in fondo poiché questi edifici di solito hanno un luogo comune a metà strada, che può essere un punto di ritrovo. Abbiamo iniziato a formare le guardie di sicurezza nepalesi a Kuala Lumpur su cosa devono fare durante un incendio in un grattacielo residenziale.

Le fabbriche vengono deliberatamente date alle fiamme per richiedere un risarcimento assicurativo? Come si comporta il dipartimento con coloro che emanano norme sulla sicurezza antincendio?

Potrebbero esserci casi del genere, ma non sono dilaganti. Disponiamo di valide squadre investigative sugli incendi e tutti gli incendi strutturali vengono studiati in dettaglio per determinarne la causa. Se si tratta di incendio doloso, la polizia indagherà poiché si tratta di richieste di indennizzo assicurativo.

Presenteremo tutti i nostri risultati alla polizia affinché possa continuare con le indagini o il procedimento giudiziario. Tuttavia, svolgiamo indagini e procedimenti giudiziari in caso di lotta agli incendi o rischio di incendio. Tra il 2021 e il 2023 abbiamo emesso 1.613 denunce, comprese azioni legali contro 19 locali.

Quanti vigili del fuoco e cadetti volontari ci sono a livello nazionale e come valuti le loro prestazioni? Inoltre, come li gestisce il dipartimento?

Abbiamo ridotto le squadre di volontari da 405 (quattro anni fa) a 367. Ciò equivale a 8.002 vigili del fuoco volontari a livello nazionale. Abbiamo condotto un esercizio di verifica e abbiamo mantenuto solo quelli attivi. Quest’anno speriamo di aumentare il numero a 374 squadre.

In passato ci siamo battuti per un’indennità annuale di 3.000 RM per squadra e ora il governo l’ha aumentata a 5.000 RM. Questa è una forma di riconoscimento da parte del governo per i loro sforzi e sacrifici. Questo denaro viene utilizzato per la manutenzione e le operazioni.

CLICCA PER INGRANDIRECLICCA PER INGRANDIRE

Quasi tutte le squadre hanno il proprio equipaggiamento, con 240 squadre che hanno le proprie autopompe. Infatti, un gruppo di volontari di Selangor dispone addirittura di un elicottero.

Molti dicono che questi volontari aspettano sempre i finanziamenti da parte del governo. Voglio cambiare questa mentalità e mostrare loro che se riescono a esibirsi e a fornire risultati, alle persone non dispiacerà donare per sostenerli.

Qual è la tua visione e missione per il dipartimento? Qual è il tuo messaggio agli oltre 14.000 vigili del fuoco?

Sono in servizio da 27 anni. Molti mi chiedono come intendo far avanzare il dipartimento. Per me è semplice, abbiamo già un progetto decennale noto come Politiche nazionali antincendio e di salvataggio, che guiderà il dipartimento fino al 2031.

Ci sono quattro aspetti fondamentali di questo progetto con 102 piani d’azione e 255 iniziative.

Per quanto mi riguarda, mi attengo a quattro principi importanti, ovvero che i miei uomini pensino sempre in grande e agiscano in piccolo, lavorino di più con meno, agiscano con onestà e integrità e lavorino sempre secondo schemi e norme.

L’anno scorso, al dipartimento sono stati assegnati 1,05 miliardi di RM per le spese operative e 111,2 milioni di RM per lo sviluppo. Abbiamo anche aperto quattro nuove caserme dei vigili del fuoco, che ora portano il nostro numero totale a 337 a livello nazionale.

Cerchiamo costantemente di migliorare il nostro tempo di risposta nazionale di 9 minuti e 30 secondi, anche utilizzando la tecnologia per aiutarci a trovare i percorsi più veloci, soprattutto durante le ore di punta o il traffico intenso.

Ogni anno, il dipartimento riceve migliaia di domande per i vigili del fuoco. Molti sono troppo qualificati. Perché questo lavoro è così ricercato?

Oltre a desiderare un lavoro governativo, le persone adorano questo servizio, in particolare il concetto di combattere gli incendi e salvare le persone. Ogni anno riceviamo circa 40.000 domande. Durante la pandemia di Covid-19 abbiamo ricevuto circa 120.000 domande. Abbiamo 13.265 dipendenti e 1.483 posti vacanti. E’ positivo che gli uomini in rosso abbiano un buon nome perché siamo sempre alla ricerca del meglio per coprire i posti vacanti. Ciò dimostra anche la fiducia del pubblico nel servizio.

I vigili del fuoco indossano con orgoglio la loro uniforme. Ringraziamo i nostri ex leader per aver avviato programmi di trasformazione nel dipartimento nel corso degli anni.

Anche per me, ero un cadetto dei vigili del fuoco a scuola e ho lavorato nel settore privato prima di decidere di prendere una riduzione di stipendio e unirmi al servizio come vigile del fuoco. Ho una laurea in studi ambientali presso l’Universiti Malaya e sapevo che il dipartimento sarebbe stato coinvolto nelle valutazioni di impatto ambientale, quindi ho deciso di fare domanda e ho accettato al primo tentativo. Ho sempre desiderato combattere gli incendi e condurre salvataggi.

Ecco perché ancora oggi, ovunque si verifichi un incidente o un incidente grave, sono sul posto con i miei uomini.

Dato che l’intelligenza artificiale (AI) viene ora utilizzata in molti campi, i vigili del fuoco utilizzano tale tecnologia e quale prevedete sarà il suo utilizzo in futuro?

Abbiamo iniziato a utilizzare l’intelligenza artificiale circa quattro anni fa, dotando la nostra unità aerea di droni a infrarossi. Questi possono essere utilizzati per individuare la posizione degli incendi. Questa tecnologia determina non solo la posizione ma anche la profondità dell’incendio. In futuro, spero che l’intelligenza artificiale possa aiutare a trovare la firma termica delle vittime intrappolate all’interno degli edifici e consentirci di effettuare operazioni di salvataggio. Sono sicuro che con i rapidi cambiamenti tecnologici, questa diventerà presto una realtà.

Oltre a questo, abbiamo anche stanziato 1mil RM per una sorta di mappa intelligente che ci consiglierà quale stazione è più vicina ad una scena e come arrivarci nel più breve tempo possibile. L’aspetto positivo di questo sistema è che possiamo informare chi chiama quanto tempo impiegherà un’autopompa per raggiungere la scena.

Nell’ambito della nostra agenda di digitalizzazione, stiamo anche investendo 49 milioni di RM nella costruzione di un centro di comando, controllo, comunicazioni, computer e intelligence (C4i) per migliorare il nostro livello di efficienza. Una delle caratteristiche principali di questo sistema è l’uso dell’identificazione a radiofrequenza (RFID) nella nostra gestione patrimoniale.

Al momento controlliamo manualmente tutti i nostri articoli ogni giorno. Per un progetto pilota, utilizzerebbero il sistema nella Klang Valley. I nostri motori saranno inoltre dotati di dashcam, che forniranno informazioni al nostro centro di comando.

La Giornata internazionale dei vigili del fuoco quest’anno si terrà a Perak. Quali sono i momenti salienti della celebrazione?

Quest’anno parteciperemo al settore privato e alla comunità durante le nostre celebrazioni. Speriamo anche di mettere in mostra i nostri vigili del fuoco volontari e le loro attrezzature. Lanceremo anche francobolli commemorativi speciali e buste primo giorno e speriamo di lanciare anche un nuovo programma junior per bambini.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV UM Oggi | I laureati condividono il loro entusiasmo per il tradizionale Pow Wow annuale
NEXT I talebani mirano a creare un hub per il commercio energetico tenendo d’occhio le esportazioni petrolifere russe