Aggiornamenti sulla guerra Israele-Hamas: Israele non accetterà di porre fine alla guerra come parte dell’accordo; negoziati per il cessate il fuoco a Gaza, proseguono gli ostaggi di Hamas

Aggiornamenti sulla guerra Israele-Hamas: Israele non accetterà di porre fine alla guerra come parte dell’accordo; negoziati per il cessate il fuoco a Gaza, proseguono gli ostaggi di Hamas
Aggiornamenti sulla guerra Israele-Hamas: Israele non accetterà di porre fine alla guerra come parte dell’accordo; negoziati per il cessate il fuoco a Gaza, proseguono gli ostaggi di Hamas

Mentre la guerra tra Israele e Hamas si avvicina alla soglia dei sette mesi, sono in corso nuovi negoziati per garantire il rilascio degli ostaggi presi dall’organizzazione terroristica, mentre le forze israeliane continuano a prepararsi per un’apparente invasione della città di Rafah, nel sud di Gaza.

Un funzionario israeliano ha detto ad ABC News che Israele non accetterà di porre fine alla guerra come parte di un potenziale accordo.

“Israele non accetterà in nessun caso la fine della guerra come parte di un accordo per il rilascio dei nostri rapiti”, ha detto sabato mattina ad ABC News un funzionario israeliano.

“Come deciso dai vertici politici, l’IDF entrerà a Rafah e distruggerà i rimanenti battaglioni di Hamas lì, indipendentemente dal fatto che ci sarà o meno un cessate il fuoco temporaneo per il rilascio dei nostri ostaggi”.

Una delegazione di Hamas tornerà in Egitto sabato per proseguire i negoziati per un cessate il fuoco con Israele.

Il gruppo ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la leadership ha uno “spirito positivo” in risposta alla proposta di cessate il fuoco offerta.

“Andremo al Cairo con lo stesso spirito per raggiungere un accordo”, ha affermato il gruppo in una nota.

“Ci siamo [the] Il movimento di Hamas e le forze di resistenza palestinesi sono determinati a far maturare l’accordo, in modo da soddisfare le richieste del nostro popolo per la completa cessazione dell’aggressione, il ritiro delle forze di occupazione, il ritorno degli sfollati, il soccorso per il nostro popolo, la l’inizio della ricostruzione e il completamento di un serio accordo di scambio.”

Nel frattempo, secondo la Casa Bianca, il presidente Joe Biden e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu hanno parlato in una telefonata durante il fine settimana, discutendo di aumentare la fornitura di aiuti umanitari a Gaza e dei piani per una possibile operazione militare a Rafah.

Copyright © 2024 ABC News Internet Ventures.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Avvertimento urgente poiché la diga di Warragamba minaccia di straripare durante un diluvio da record
NEXT Chi è l’atleta della settimana della Taunton Gazette dal 13 al 19 maggio?