Il motore riprende vita nel primo test al Future NASA Glenn

Il motore riprende vita nel primo test al Future NASA Glenn
Il motore riprende vita nel primo test al Future NASA Glenn

In un’affollata sala di controllo l’8 maggio 1942, i leader del Comitato consultivo nazionale per l’aeronautica (NACA) George Lewis e John Victory premette un pulsante e fece girare una manovella che azionò un enorme motore a pistoni nell’adiacente cella di prova dell’Engine Propeller Research Building ( EPRB). Ciò diede inizio al primo test condotto presso l’Aircraft Engine Research Laboratory della NACA (oggi Glenn Research Center della NASA) a Cleveland.

L’evento costituì una pietra miliare per gli Stati Uniti durante il periodo altrimenti problematico che seguì l’attacco di Pearl Harbor. Il rapido sequestro da parte del Giappone di vaste aree del Pacifico e la cattura di 15.000 soldati statunitensi hanno aumentato la pressione sulla NACA affinché completasse il suo nuovo laboratorio. L’esercito aveva bisogno del nuovo laboratorio, la cui costruzione era in ritardo, per migliorare il raffreddamento del motore, la turbocompressione e i carburanti per i suoi aerei, incluso il nuovo rivoluzionario Boeing B-29 Superfortress. Oltre all’EPRB, l’hangar è stato l’unico altro edificio completato nei 15 mesi successivi alla prima demolizione del sito di Cleveland.

Gli ospiti provenienti da Washington, DC, per assistere al primo test sono arrivati ​​all’hangar poco dopo le 9 di quel giorno. A loro si unirono presto funzionari locali e membri della stampa invitati. Poco prima delle 10 del mattino, salirono sulle auto e furono guidati nel fango fino all’EPRB, dove l’ingegnere Arnold Biermann e il capo meccanico Melvin Harrison avevano un motore Wright R-2600 Cyclone pronto per funzionare. I politici locali e altri funzionari della NACA osservarono mentre Lewis e Victory avviavano il test, una valutazione dei carburanti lubrificanti. Una volta attivato, il motore ruggì e i banchi di strumentazione iniziarono a catturare i dati dei test per gli ingegneri ricercatori.

Successivamente, il direttore dei lavori Raymond Sharp ha accompagnato il gruppo in un tour degli altri cantieri del laboratorio. Poi partirono per l’Union Club in centro per un pranzo, dove Victory osservò: “Stiamo perdendo questa guerra al momento, e l’acciaio di cui abbiamo bisogno per questo laboratorio è necessario anche per i cacciatorpediniere nell’Atlantico e le navi nel Pacifico. Se i poteri forti decidessero che l’acciaio ha più valore altrove nello sforzo bellico, potremmo non finirlo mai”.

Pochi giorni dopo, tuttavia, Henry “Hap” Arnold, comandante delle forze aeree dell’esercito americano, raccomandò di dare priorità al completamento del laboratorio. Il Congresso stanziò finanziamenti aggiuntivi, l’esercito fornì le forniture necessarie e gli appaltatori furono costretti a rispettare le scadenze.

Queste misure hanno stimolato progressi significativi nel nuovo laboratorio. Nel corso dell’anno successivo furono completate strutture aggiuntive e grandi gruppi di dipendenti furono trasferiti a Cleveland dal Langley Memorial Aeronautical Laboratory (oggi Langley Research Center della NASA a Hampton, Virginia). Lo sforzo ha dato i suoi frutti e, alla fine, la NACA ha rispettato le scadenze iniziali. L’inaugurazione formale del nuovo laboratorio ebbe luogo il 20 maggio 1943.

Continua a esplorare:

Maggiori informazioni sul Glenn Research Center della NASA

Ulteriori informazioni sulla storia di Glenn della NASA

L’arrivo di Glenn della NASA a Cleveland

Portare il futuro a portata di mano: celebrare i 75 anni del Centro di ricerca John H. Glenn della NASA

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il nonno che ha sprecato migliaia di dollari in settimane è l’ultimo perdente della lotteria a reclamare il premio in denaro “mi ha rovinato la vita”
NEXT Incline al fuoco e ai problemi di aria fresca, le persone a Tambora immaginano la vita in una zona baraccopoli – Giakarta