Armi al posto dei pezzi di automobili in Germania: come la Rheinmetall assorbe i lavoratori dell’industria automobilistica | Aziende

Armi al posto dei pezzi di automobili in Germania: come la Rheinmetall assorbe i lavoratori dell’industria automobilistica | Aziende
Armi al posto dei pezzi di automobili in Germania: come la Rheinmetall assorbe i lavoratori dell’industria automobilistica | Aziende

Ciò che per alcuni è un periodo negativo, per altri è un’opportunità. L’attuale squilibrio nel mercato del lavoro tedesco ha fatto sì che mentre molte aziende sono alla disperata ricerca di manodopera qualificata, altre, in settori come quello automobilistico, non stanno attraversando il loro momento migliore e sono costrette a tagliare migliaia di posti di lavoro.

È il caso di Continental, che come altri fornitori del settore automobilistico, sta tagliando la propria forza lavoro. Allo stesso tempo, la più grande azienda tedesca della difesa, la Rheinmetall, è alla disperata ricerca di personale per far fronte all’enorme aumento degli ordini derivante dalla guerra in Ucraina. Secondo Rheinmetall, quest’anno in Germania sarà necessario coprire 5.000 posti di lavoro a causa dell’elevata domanda di attrezzature militari. Ciò ha spinto entrambe le società ad accettare di recente una collaborazione in modo che i dipendenti Continental interessati dalla riorganizzazione aziendale possano assumere lavoro presso Rheinmetall. Se necessario, Continental offrirà anche ulteriore formazione ai dipendenti.

In passato, le aziende del settore della difesa godevano di una cattiva immagine tra i candidati, ma l’invasione russa dell’Ucraina ha fatto sì che questo settore controverso venga visto sotto una luce diversa. Quasi nessun’altra azienda tedesca sta crescendo così velocemente come Rheinmetall. Solo quest’anno l’azienda fondata nel 1889 con sede a Düsseldorf prevede un aumento del fatturato di circa il 40% rispetto all’anno precedente. Di conseguenza, aumenta anche il fabbisogno di personale e si prevede di aumentare la propria forza lavoro – attualmente circa 30.000 lavoratori in 174 sedi in tutto il mondo – di oltre il 10%. Non è l’unica compagnia di difesa in crescita. Nel settore si parla della più grande ondata di assunzioni dalla fine della Guerra Fredda.

Lo scorso anno il gruppo tedesco ha registrato un volume d’affari di quasi 7,2 miliardi di euro (il 12% in più rispetto al 2022) e un risultato operativo (EBIT) di 918 milioni di euro (il 19% in più rispetto all’anno precedente). Il panorama è molto diverso a Continental. Il fornitore automobilistico sta subendo le conseguenze della transizione della mobilità dai tradizionali motori a combustione alle auto elettriche. Per questo motivo vuole eliminare migliaia di posti di lavoro nei prossimi anni. Nello specifico, quasi un anno fa, ha annunciato che avrebbe chiuso la sua fabbrica in perdita di componenti per freni e sospensioni a Gifhorn alla fine del 2027 e da allora è alla ricerca di aziende che rilevassero parte dei 900 dipendenti. Verranno chiusi anche gli stabilimenti di Schwalbach e Wetzlar in Assia.

Da parte sua, la Rheinmetall sta costruendo una nuova fabbrica di munizioni a Unterlüss, dove si prevede che la produzione inizierà già l’anno prossimo. Questa città nel nord della Germania è già il più grande centro di produzione dell’azienda di difesa e si trova a circa 50 chilometri a sud di Gifhorn. Oltre alle munizioni, qui vengono prodotti anche veicoli militari come il veicolo da combattimento della fanteria Puma. Così, mentre l’azienda produttrice di armi cerca quasi disperatamente persone con conoscenze di metallurgia ed elettronica, Continental vuole sbarazzarsi in massa proprio di quegli specialisti.

“Continental e Rheinmetall hanno firmato un memorandum d’intesa sulla cooperazione nel contesto del rilancio dell’industria della difesa. Lo scopo dell’accordo è quello di coprire il fabbisogno di personale in rapida crescita di Rheinmetall nei prossimi anni, in parte con i dipendenti Continental interessati dalla trasformazione”, hanno scritto le due società in una dichiarazione congiunta. Non sarà l’unico contratto di questo tipo.

“Stiamo ricevendo persone ben preparate che provengono da un’azienda con una cultura simile e che ci capiscono”, ha dichiarato il direttore delle risorse umane di Rheinmetall, Peter Sebastian Krause, che ha anche annunciato che stanno lavorando ad altre collaborazioni simili “con altri partner industriali di Rheinmetall.”

La collaborazione durerà fino al 2028 affinché tutti i lavoratori che lo desiderino possano ricevere i corsi di formazione adeguati per cambiare azienda. “I profondi cambiamenti in atto in tutti i settori possono essere superati solo insieme”, ha affermato Ariane Reinhart, Direttore delle Risorse Umane di Continental. Al momento, Rheinmetall ha già organizzato diverse fiere del lavoro nelle filiali Continental dove almeno 500 dipendenti hanno mostrato il loro interesse, principalmente ingegneri del software, secondo le dichiarazioni dell’azienda al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung.

Anche altre società trarranno vantaggio dalla ristrutturazione di Continental. Il produttore di tecnologie edili Stiebel Eltron aveva già annunciato che in futuro rileverà una parte dello stabilimento di Gifhorn e 300 dipendenti per produrre lì componenti per pompe di calore. Nel frattempo Siemens Mobility vuole assumere fino a 100 dipendenti per il suo stabilimento di tecnologia ferroviaria a Braunschweig.

Dall’inizio della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina, più di due anni fa, i paesi della NATO hanno stanziato ingenti somme di denaro per rinnovare i propri eserciti, compreso il governo tedesco, che ha concordato nel 2022 un fondo speciale di 100 miliardi di euro per modernizzare il suo esercito di fronte alla minaccia russa. La Rheinmetall è una delle aziende che beneficia dell’aumento di questa domanda e del nuovo cambio di era di cui parlò il cancelliere tedesco Olaf Scholz all’inizio della guerra e che il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha sottolineato in tutto momento in cui da allora ha attuato i suoi piani di riforma delle forze armate tedesche per renderle più efficienti e affinché il Paese fosse, come lui stesso sottolinea, “preparato alla guerra”.

Questo cambio di tempi ha spinto l’azienda tedesca a siglare un accordo pubblicitario triennale con la squadra di calcio del Borussia Dortmund poco prima della finale di Champions League. Ha però sottovalutato l’opposizione dei tifosi che non hanno accolto favorevolmente la notizia. Un’ondata di critiche si è scatenata contro il club, sottolineando che negli stadi non c’è posto per la pubblicità delle aziende produttrici di armi. A suo avviso, sostenere l’Ucraina e rafforzare le capacità di difesa dell’Europa non equivale a “normalizzare” le guerre e le armi.

Nello specifico, Rheinmetall vende carri armati, artiglieria, sistemi di difesa aerea, camion militari e munizioni. Secondo il gruppo, il suo portafoglio ordini ha raggiunto un altro massimo storico nel 2023 con 38,3 miliardi di euro, il che rappresenta un aumento del 44% (nel 2022 la cifra era pari a 26,6 miliardi di euro). Ma oltre a rifornire e modernizzare gli arsenali NATO, Rheinmetall produce anche attrezzature militari per l’Ucraina e nell’ottobre 2023 ha fondato a Kiev una joint venture con la società statale ucraina Ukraine Defence Industry JSC (ex Ukroboronprom): Rheinmetall Ukraine Defense Industry LLC. Attualmente sono già in corso lavori di manutenzione e riparazione sui veicoli da combattimento.

In una seconda fase, in Ucraina verranno prodotti anche veicoli corazzati come i veicoli corazzati da trasporto truppa Fuchs, i veicoli da combattimento della fanteria Lynx e i carri armati principali Panther. Allo stesso modo, questa settimana Rheinmetall ha riferito di voler combinare il sistema di difesa aerea “Skyranger” con i carri armati Leopard 1 forniti dalla Germania per difendersi dai droni. Dall’inizio della guerra d’aggressione russa, l’Ucraina ha già ricevuto 50 carri armati Leopard 1 A5, ma non con questo equipaggiamento speciale.

Segui tutte le informazioni Cinque giorni In Facebook, X E Linkedino dentro la nostra newsletter Programma dei cinque giorni

Newsletter

Iscriviti per ricevere informazioni economiche esclusive e le notizie finanziarie più rilevanti per te

Iscrizione!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il 75% del portafoglio di Warren Buffett è investito in questi 5 titoli
NEXT Elon Musk offre LAVORO AGLI ARGENTINI con STIPENDIO DA 3.300 DOLLARI al mese: di cosa si tratta e come candidarsi