le chiavi del delitto e cosa è successo ad Alfonso Basterra e Rosario Porto

le chiavi del delitto e cosa è successo ad Alfonso Basterra e Rosario Porto
le chiavi del delitto e cosa è successo ad Alfonso Basterra e Rosario Porto

Quella stessa mattina, due persone trovarono il corpo di Asunta su un sentiero nel bosco, molto vicino a uno chalet a Porto, vicino a Santiago de Compostela. Accanto al corpo apparvero anche alcuni resti di corda arancione che sarebbero stati poi rinvenuti nello stesso chalet. Tenendo conto che queste prove la riguardavano, Porto fu arrestato per un presunto reato di omicidio.

Fu da lì che cominciò ad essere indagato, soprattutto da parte dell’ incongruenze nella sua versione dei fatti e per il suo continue contraddizioni. Il giorno dopo, per lo stesso motivo, venne arrestato anche Alfonso Basterra, che fu mandato in carcere provvisorio senza cauzione, essendo l’unico imputato del delitto.

[Está en Netflix y ha sorprendido por sus espectaculares efectos: así es la última sensación coreana]

Tra le dichiarazioni più notevoli del caso, il giudice istruttore della causa José Antonio Vázquez Taín ha assicurato, nella sua ordinanza di apertura del dibattimento orale, che l’omicidio della ragazza è stato “un piano premeditato, eseguito gradualmente”e che ciò era anche “impossibile senza la partecipazione, o almeno il consenso di entrambi gli imputati”.

Risultato dell’autopsia

L’analisi e l’autopsia hanno finito per rivelarlo il corpo aveva una dose molto elevata di ansiolitici. Una sostanza che non solo era nel corpo della ragazza al momento della morte, ma che era presente anche da tre mesi prima. Ciò ha portato a determinare che la morte di Asunta era stata violenta.

Scena tratta da “Il caso Asunta”

Netflix

Infatti, due esperti hanno testimoniato al processo La ragazza ha ingerito almeno 27 pillole Orfidal da un milligrammo il giorno della sua morte e che “dal punto di vista tossicologico” non si poteva sapere se i 27 milligrammi fossero stati somministrati in una sola dose o in più dosi.

Inoltre non era chiaro se li mangiasse “prima o dopo il cibo”. Tuttavia, nel pasto di quel giorno, preparato da Alfonso Basterra e condiviso da Asunta e Rosario, non furono trovati resti.

[‘The Witcher’: Netflix renueva la serie por una quinta temporada, que será la última]

D’altro canto, dalle analisi è emerso anche che il corpo della minore presentava segni di legature sulle mani e sui piedi, nonché una lesione all’esterno di una coscia, il che ha fatto pensare che potesse trattarsi di trascinato nel luogo in cui è stato ritrovato e che venne rapidamente abbandonato dopo il trasferimento. Ciò li ha portati a pensare che potrebbe essere stata vittima anche di violenza sessuale.

Pochi mesi dopo, nel dicembre dello stesso anno, le indagini furono interrotte. La squadra forense rileva tracce di sperma sulla maglietta che indossava Asunta e la loro analisi li porta a un uomo di nazionalità colombiana. Sarebbe stato accusato di questo motivo, anche se ha negato di essere stato in Galizia il giorno in questione. Alla fine pensarono che fosse stato un errore di laboratorio e fu assolto.

La dichiarazione di Rosario e Alfonso

Rosario Porto e Alfonso Basterra in ‘Il caso Asunta’

Netflix

Previsto per il 23 giugno 2014, il processo si è finalmente svolto il 29 settembre, quasi in coincidenza con l’anniversario del delitto. Oggi Rosario Porto ha ricordato la figlia con un necrologio sul giornale La posta galiziana. “In Memoriam. Ti amerò per sempre. Mamma”, si legge nel testo.

Nello stesso processo, Alfonso e Rosario si dichiarano innocenti e negano di aver somministrato alla ragazza ansiolitici. Inoltre, la stessa Rosario sottolinea che Asunta aveva dei buoni genitori e sebbene abbia menzionato alcuni episodi violenti dell’ex marito, non li ha collegati alla figlia. Il modo in cui è stata pianificata la difesa ha dimostrato che non c’erano prove contro i genitori di Asunta.

[Netflix hace realidad el Macondo de Gabriel García Márquez en el tráiler de la serie ‘Cien años de soledad’]

Tuttavia, ci furono altri fattori che convinsero la giuria popolare del contrario. Uno di questi era che due insegnanti di musica di Asunta dichiararono che suo padre la portò a lezione “drogata” e con l’aspetto di “una sonnambula”. Un’altra era anche che ci fosse un testimone che vide la ragazza con il padre per strada in un giorno chiave per lo sviluppo dei fatti.

Per questo motivo la giuria popolare ha finito per dichiarare Rosario Porto e Alfonso Basterra colpevoli della morte della figlia Asunta.

Il processo finisce

Il processo si è concluso il 19 giugno 2014 e sia Alfonso che Rosario lo erano condannato a 18 anni di carcere per omicidio con circostanza di parentela. I genitori hanno sempre negato di averla uccisa e ad oggi non si sa ancora cosa li abbia spinti a commettere il delitto.

Dieci anni dopo, Alfonso Basterra è ancora rinchiuso e sta scontando la pena nel carcere di Teixeiro, ma la fine di Rosario Porto è stata molto diversa. La madre si è suicidata in carcere il 18 novembre 2020, dopo aver tentato di farlo in diverse occasioni in precedenza.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I fan adorano il waifu di 2.5 Dimensional Seduction – Kudasai