dalla scandalosa storia d’amore dei suoi genitori alla sua più grande passione

dalla scandalosa storia d’amore dei suoi genitori alla sua più grande passione
dalla scandalosa storia d’amore dei suoi genitori alla sua più grande passione

QAuline Ducruet Compie 30 anni, esattamente gli stessi anni in cui vede spesso il suo nome sulle pagine di giornali e riviste di gossip. Il reale monegasco è il risultato della controversa relazione tra Estefanía de Monaco e Daniel Ducruet, di cui la principessa si innamorò perdutamente nel 1991, quando il francese lavorava come sua guardia del corpo personale. Dopo aver lavorato come pescivendolo e venditore in un negozio di animali, Daniel è venuto a Monaco per lavorare come agente di polizia e ha finito per unirsi alle forze di sicurezza del Principe Alberto, cosa che gli ha permesso di stabilire una relazione con la seconda figlia di Grace e Raniero. Quest’ultimo non è mai stato divertito dal francese, che oltre ad averlo fatto padre di due figli avuti da due donne diverse Nello stesso anno aveva già una certa fama di persona pigra e vivace.

Non invano, a quel tempo, la guardia del corpo non solo aveva rapporti con Estefanía, ma l’aveva unita alla sua amante incinta dalla fine del 1991. Ma nulla ha impedito a Daniel di diventare padre del primo figlio della principessa nel novembre 1992. Louis Ducruet. Quella situazione ha portato Raniero a prendere le distanze dalla figlia, che a un certo punto ha ritirato il suo incarico e l’ha allontanata dalle manifestazioni ufficiali di Monaco. Quando i piccioncini ebbero la loro seconda figlia nel maggio 1994, il monarca della dinastia Grimaldi diede il suo consenso al matrimonio.

La coppia si sposò con discrezione e con rito civile a Monaco nell’estate dell’anno successivo, e presto Daniel ricevette una telefonata anonima che lo informava che gli erano state scattate delle foto mentre si divertiva con un’altra ragazza. Quando messo alle strette, Ha confessato la sua infedeltà alla moglie, che inizialmente lo perdonò. Nell’agosto 1996, una rivista italiana pubblicò in esclusiva immagini in cui la guardia del corpo, diventata pilota di rally e capo di una società di sicurezza privata, era nuda nella piscina di una villa e faceva sesso con una ballerina di striptease bruna di nome Fili.

Una rottura clamorosa

In combutta con due fotoreporter, Fili aveva teso una trappola al suo amante sedotto per fare soldi a costo di rompere il loro matrimonio. “Mi vergogno, la colpa è mia. Ho tradito Estefanía e i miei figli”, ha detto il francese a proposito di un episodio che lo ha costretto a divorziare quello stesso anno. La principessa monegasca si riprese presto dallo sconvolgimento e nell’estate del 1997 fu sorpresa a baciarsi e coccolarsi con Jean Raymond, che era anche un membro della sua squadra di sicurezza. Con lui ha avuto sua figlia Camillae già nel 2001 ha recitato in una storia d’amore con lo svizzero Franco Knieproprietario di un famoso circo itinerante.

In seguito a quest’ultima relazione, la principessa e i suoi figli iniziarono a vivere in roulotte e a spostarsi molto frequentemente. “È stato scioccante, ma interessante”, ha detto Pauline a riguardo. “E stavo fuori tutto il giorno con gli animali. Stavo con bambini da tutto il mondo (tedesco, inglese, italiano, spagnolo), avevamo la nostra lingua. È stato un momento di pura libertà che non credo abbiano vissuto molti altri ragazzi.”. A 18 anni Pauline lasciò casa per studiare in due prestigiose scuole di moda: l’Istituto Marangoni di Parigi e la Parsons di New York. Ha poi svolto uno stage presso l’edizione americana della rivista Vogue e Louis Vuitton.

Pauline Ducruet non si perde la sfilata di Miu Miu

Instagram @paulinedcrt

Pensavo di voler diventare una redattrice di moda, ma quando lavoravo nell’editoria ho capito che non faceva per me. La stessa cosa mi è successa da Louis Vuitton, ma mi ha insegnato molto sul settore della moda, soprattutto che non tutto è sfarzo e glamour. Ho imparato che è un settore davvero duro che richiede la tua anima, il tuo sudore e le tue lacrime. Ma dopo ho capito che volevo progettare”, la giovane donna, che Condivide la passione per la moda con sua madre. —La principessa ha lanciato la sua prima collezione come stilista di costumi da bagno nel 1985 e quattro anni dopo ha lanciato un profumo con il suo nome.

Progettista e mediatore

Nel 2017, dopo aver collaborato con l’azienda di cosmetici Lancaster, Pauline è stata incoraggiata a lanciare la prima linea di cosmetici con la sua amica Maria Zuco. Disegni alterati, un marchio di abbigliamento abbastanza “casual” che non ha funzionato. Nel 2019 riprende il progetto, questa volta sotto il nome di Alter Design, con il quale da allora ha lanciato diverse collezioni. Si dovrebbe notare che Estefanía è diventata una grande ambasciatrice del marchio di sua figlia, al quale anche Daniel ha mostrato il suo sostegno. “È un grande orgoglio vedere mia madre, che era un’icona degli anni Ottanta, indossare i miei vestiti e che le stiano così bene”, ha detto la giovane in un’intervista a Paris Match. “È una delle mie ispirazioni e sono sempre cresciuto vedendo il suo guardaroba, le sue giacche di pelle e di jeans, che fanno parte della mia cultura della moda”.

Instagram @paulinedcrt

L’anno scorso, Pauline è riuscita a riunire i suoi genitori per la celebrazione del suo 29° anniversario, e ha anche condiviso un’immagine in cui i tre apparivano in posa davanti alla torta di compleanno sul loro profilo Instagram, dove attualmente contano 83mila follower. In realtà, Daniel ha continuato a mantenere un buon rapporto con la sua ex dopo quella rottura dolorosa e di alto profilo, e sono circolate addirittura voci che indicavano una riconciliazione tra i due. “Siamo molto legati a causa dei figli. Ma non è una riconciliazione, è una continuità nel nostro rapporto che sta migliorando […] Estefania è l’amore della mia vita“, disse una volta il francese, che ormai è sposato con Kelly Marie Lancien da più di cinque anni.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Muore l’influente chitarrista Duane Eddy
NEXT L’avvocato di Rosario Porto sostiene che “il vero assassino di Asunta è libero”