Chomsky guarisce dall’ictus | È ricoverato in ospedale a San Paolo, in Brasile.

Chomsky guarisce dall’ictus | È ricoverato in ospedale a San Paolo, in Brasile.
Chomsky guarisce dall’ictus | È ricoverato in ospedale a San Paolo, in Brasile.

Nel giugno 2023, il linguista, attivista e critico sociale americano Noam Chomsky (foto) ha subito un grave incidente vascolare cerebrale (CVA) che lo ha lasciato in grave stato di salute, con problemi di parola e di movimento. Nel frattempo, la moglie brasiliana, Valeria Wasserman, ha riferito questa settimana in un articolo giornalistico che dopo quell’episodio si era trasferita con l’intellettuale a San Paolo per rafforzare le cure mediche speciali.

In un’intervista al quotidiano Folha de S.Paulo, la moglie 95enne del noto linguista ha dichiarato che, dopo gli studi e le procedure mediche effettuate di recente negli Stati Uniti, suo marito cominciava a migliorare: era in grado di riconoscere le persone e avere meno difficoltà a comunicare.

Intanto, per accelerare la sua guarigione con un trattamento più personalizzato, ha deciso che il professore emerito del Massachusetts Institute of Technology (MIT) venga trasferito su un aereo privato con due infermiere a San Paolo, anche se non ha specificato la data in cui il avvenuto il trasferimento o in quale centro medico sei ricoverato. Ha precisato che si trova in un centro di terapia intensiva, dove riceve quotidianamente le visite di un’équipe medica composta da un neurologo, uno pneumologo e un logopedista.

D’altra parte, ha detto che Chomsky segue le notizie attraverso copie del New York Times e riviste scientifiche di linguistica. Ha anche detto che il linguista alza il braccio sinistro in un gesto di rammarico o di rabbia alla notizia della guerra di Gaza. La coppia possiede un appartamento nella città brasiliana dal 2015 e sta valutando la possibilità di stabilirsi con l’intellettuale a Rio de Janeiro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile