Il bilancio delle vittime è salito a 900 a causa del caldo estremo durante il pellegrinaggio alla Mecca

Il bilancio delle vittime è salito a 900 a causa del caldo estremo durante il pellegrinaggio alla Mecca
Il bilancio delle vittime è salito a 900 a causa del caldo estremo durante il pellegrinaggio alla Mecca

L’ondata di caldo ha colpito i fedeli in pellegrinaggio alla Mecca

Più di 900 fedeli musulmani morirono durante l’haj, il pellegrinaggio annuale alla Meccaquest’anno segnato dal alte temperature che ha toccato il 52 gradi, secondo una raccolta realizzata questo sabato da varie fonti. Alle agenzie di stampa piace AFP Assicurano che la cifra supera i 1.000 morti.

L’Egitto continua ad essere il Paese più colpito con almeno 325 pellegrini mortila maggioranza per colpo di caloreha detto una fonte medica all’agenzia di stampa EFE a condizione di anonimato, anche se il governo del Paese arabo ne ha riconosciuti solo 28 che appartengono alla sua delegazione ufficiale di oltre 50.000 persone.

Tuttavia, ha ammesso che gli è difficile raccogliere i dati di tutti i suoi connazionali poiché molti si sono recati per celebrare il rito, che si è concluso mercoledì scorso, in modo irregolare, in riferimento al fatto che Non erano inclusi nelle quote di persone fissate dall’Arabia Saudita per ciascun Paese e che viaggiano in missione ufficiale.

L’ondata di caldo ha colpito i fedeli in pellegrinaggio alla Mecca (AP Photo/Rafiq Maqbool)

Migliaia di pellegrini hanno sofferto il caldo (AP Photo/Rafiq Maqbool)

L’Egitto ha formato una cellula di crisi per dare seguito a questa questione, guidata dal primo ministro del paese, Mostafa Madbulie che si sono incontrati questo sabato, senza che al momento si conoscano ulteriori dettagli.

Tanto Egitto COME Giordaniache ha registrato almeno 75 mortihanno incolpato “individui e agenzie” per aver facilitato questi viaggi in modo irregolare e hanno promesso punizioni contro di loro.

Il Ministero degli Esteri giordano ha riconosciuto che i suoi connazionali deceduti sono morti a causa del “caldo estremo”.

Una donna si rinfresca nel caldo intenso (Abdel Ghani BASHIR/AFP)

Ogni Paese, che fornisce i dati sui decessi tra i pellegrini, ha una delegazione ufficiale con i permessi e i visti che l’Arabia Saudita rilascia per il rito.

Tuttavia, a causa del prezzo elevato di questo viaggio, che ha un costo medio di 5.000 dollari a persona, molti optano per altre rotte che il regno saudita considera illegali.

I pellegrini musulmani usano gli ombrelli per proteggersi dal sole (AP Photo/Rafiq Maqbool)

Un uomo si bagna la testa (Abdel Ghani BASHIR/AFP)

Questi fedeli che hanno viaggiato in modo non ufficiale, ad esempio con un visto turistico, Non hanno avuto accesso alle strutture e alle tende con aria condizionata durante il pellegrinaggio.quindi i loro unici rifugi erano le strade della città più santa dell’Islam dal caldo estremo.

Il regno saudita, che ha festeggiato il “successo” del pellegrinaggio e che spende milioni di dollari per accogliere i fedeli, non ha finora reagito alle informazioni sui decessi.

Un uomo beve acqua sotto il caldo intenso (Abdel Ghani BASHIR/AFP)

Nel governo di Tunisiache ha documentato 49 mortiha mietuto la sua prima vittima politica.

Il presidente del paese, Kais ha dettoha licenziato ieri, venerdì, il ministro degli Affari religiosi, Ibrahim al-Shaibipoco dopo si è saputo che numerosi fedeli tunisini erano morti nell’haj.

Il secondo paese più colpito è stato Indonesiacon qualche 200 mortiseguito dal Indiacon 98; Malesia, 34, e Bangladesh, con 31.

I lavoratori aiutano i fedeli (AP Photo/Rafiq Maqbool)

L’ondata di caldo ha colpito i fedeli in pellegrinaggio alla Mecca (Abdel Ghani BASHIR/AFP)

Il Marocco ha annunciato almeno 20 mortiMentre Il governo del Kurdistan iracheno ha segnalato 19 morti durante il pellegrinaggio.

Altri paesi piacciono Iran, Libia, Olanda, Stati Uniti e Siria hanno annunciato morti.

Nella stragrande maggioranza delle dichiarazioni, però, non vengono indicate le cause di morte di questi fedeli e il numero potrebbe aumentare nei prossimi giorni.

L’haj è uno dei cinque pilastri dell’Islam ed è obbligatorio almeno una volta nella vita per ogni musulmano la cui salute e risorse lo consentono.

(Con informazioni da EFE)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile