Il Consiglio Mondiale per la Pace si è riunito a Cuba; Israele ha ordinato lo sfollamento di migliaia di palestinesi; Mulino viene dichiarato presidente di Panama; In Bolivia inizia il processo contro i golpisti › Hilo Directo › Granma

Il Consiglio Mondiale per la Pace si è riunito a Cuba; Israele ha ordinato lo sfollamento di migliaia di palestinesi; Mulino viene dichiarato presidente di Panama; In Bolivia inizia il processo contro i golpisti › Hilo Directo › Granma
Il Consiglio Mondiale per la Pace si è riunito a Cuba; Israele ha ordinato lo sfollamento di migliaia di palestinesi; Mulino viene dichiarato presidente di Panama; In Bolivia inizia il processo contro i golpisti › Hilo Directo › Granma

INCONTRO DEL CONSIGLIO MONDIALE PER LA PACE A SANTIAGO DE CUBA

L’incontro regionale per le Americhe del World Peace Council si è riunito a Hero City. Nella sessione plenaria sono stati evidenziati il ​​pensiero di Marti e la solidarietà di Fidel Castro Ruz, la necessità di salvaguardare l’unità e l’integrazione dei popoli delle Americhe, e il rifiuto dell’ingerenza negli affari interni dei paesi da parte delle potenze, in particolare in Palestina. L’evento è stato presieduto da Fernando González Llort, presidente dell’Istituto Cubano di Amicizia con il Popolo (ICAP), e dalle autorità politiche e governative della provincia di Santiago di Cuba. (Editoriale internazionale)

EhiSRAELE HA ORDINATO LO SFOLLAMENTO FORZATO DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PALESTINESI DA RAFAH EST

Dopo una notte di intensi bombardamenti, Israele ha ordinato lo sfollamento forzato di centinaia di migliaia di palestinesi insediati a est di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. In quello che viene visto come il preludio di un’offensiva di terra, condannata dalla comunità internazionale, le Forze di difesa israeliane hanno comunicato sui social network che, sulla base delle disposizioni del governo, “una valutazione della situazione in atto consentirà di orientare il graduale trasferimento delle unità civili dalle aree specificate alla zona umanitaria. (Telesur)

JOSÉ MULINO È DICHIARATO ELETTO PRESIDENTE DI PANAMA

La Corte Elettorale di Panama ha dichiarato José Mulino (sostituto di Ricardo Martinelli) nuovo presidente eletto della nazione centroamericana, secondo il rapido conteggio (risultati preliminari) delle elezioni generali. Il presidente della Corte, Alfredo Juncá, ha dichiarato che, in via preliminare e ancora ufficiosa, il candidato Mulino aveva un andamento già irreversibile, con l’85% delle tabelle scrutinate, quando ha accumulato il 34% dei voti. (Telesur)

IN BOLIVIA INIZIA IL PROCESSO CONTRO I REPRESSORI DEL COLPO DI STATO DEL 2019

Diversi ex ministri del governo de facto (2019-2020) della Bolivia, e altri accusati di traffico illecito di armi e violazione dei doveri, sono stati processati in un processo orale per il cosiddetto caso dei gas lacrimogeni dell’Ecuador. Spiccano i nomi degli ex capi di governo Arturo Murillo (detenuto per corruzione negli Stati Uniti), Fernando López (Difesa) e Roxana Lizárraga (Comunicazione), così come altri sette imputati. “Siamo stati informati dal Secondo Tribunale Anti-Corruzione della città di La Paz, che ha ordinato l’apertura di un processo orale pubblico, continuo e contraddittorio”, ha confermato il procuratore dipartimentale di La Paz, William Alave. (PL)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A Cuba entra in vigore il congedo di maternità e paternità di 15 mesi
NEXT Marceranno a Tabossi per chiedere giustizia ai giovani morti nello schianto