Il figlio prolunga i suoi festeggiamenti al Padiglione Cuba

Il figlio prolunga i suoi festeggiamenti al Padiglione Cuba
Il figlio prolunga i suoi festeggiamenti al Padiglione Cuba

Questo 8 maggio a Cuba si celebra il Son Day, epicentro della giornata di festeggiamenti fino al giorno successivo, il 12, con come cornice il Padiglione centrale di Cuba.

In questi giorni, questo spazio culturale popolare nel Vedado dell’Avana ospiterà un gruppo di attività culturali, secondo quanto riportato dalla stampa.

L’inizio della giornata è stato segnato da un panel su Miguel Matamoros nella Sala di Maggio del centro, moderato dal musicologo e ricercatore Nerys González Bello.

Giovedì alle 16 La Pérgola ospiterà il gruppo América e alle 17 sarà presentato lo spazio sul palco centrale. Oggi come ieridi Artex.

Il 10 maggio alle ore 13 avrà luogo il panel omaggio all’Original de Manzanillo e al suo direttore, Pachi Naranjo. Successivamente si svolgeranno il Concerto A Granel, con i vincitori della Borsa di studio Ignacio Villa 2023, e La Original de Manzanillo.

Quest’anno, il Giorno del Figlio 2024 è dedicato al 130° anniversario della nascita di Miguel Matamoros, così come al 60° anniversario dell’Original de Manzanillo e del suo leader, Wilfredo Pachi Albero di arance.

Nell’ottobre 2020, l’8 maggio è stato ufficialmente dichiarato a Cuba come il Giorno del Figlio Cubano, in omaggio a un genere vocale e strumentale di grande popolarità e influenza dentro e fuori l’isola.

L’idea è nata da Adalberto Álvarez (1948-2021), originario di Camagüey, conosciuto come “El Caballero del Son”, uno dei musicisti più costanti nella difesa e promozione di questa espressione musical-danzativa.

Il Son Day Cubano è stato istituito come tale attraverso il Decreto 19 del 2020 del Consiglio dei Ministri di Cuba, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

Il figlio cubano ha già il suo giorno: l’8 maggio

Vedi altro

La notizia è stata data poi dall’Istituto Cubano di Musica, che si è congratulato con “i cultori e i seguaci di questo genere che ci identifica nel mondo come cubani” e ha assicurato che “questa dichiarazione consolida il dossier della sua proposta di candidatura a Patrimonio Immateriale”. dell’Umanità”.

“Il son, originario di Cuba, è un’espressione culturale con una spiccata funzione sociale, un genere musicale-danzativo riconosciuto da comunità, gruppi e individui che ne sono portatori diretti come parte del loro patrimonio immateriale radicato nella cultura popolare tradizionale, come parte degli spazi comunitari che trascendono la manifestazione stessa, motivo per cui è stato dichiarato Patrimonio Culturale della Nazione nel 2012, in riconoscimento di un genere tradizionale i cui valori culturali trascendono il tempo e lo spazio”, precisa il decreto del Consiglio dei Ministri nella sua fondazione.

Emerso nella regione orientale di Cuba nel periodo coloniale, il son è uno degli emblemi della musica cubana, un genere vocale e strumentale ballabile risultante dalla mescolanza di vari elementi musicali dell’Isola che si è consolidato durante tutto il XX secolo il resto del continente e del mondo, ed è servito come base per altri ritmi di danza come salsa, timba e songo.

Pur mantenendo una linea più tradizionale, ha saputo adattarsi ad ogni epoca e fondersi con elementi contemporanei senza perdere la sua essenza e la sua cubanità, che lo conferma come espressione musicale identificativa dell’Isola, riconosciuta a livello internazionale e ballata in tutto il mondo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV CPF Floreña interrompe sabato il taglio della fornitura di gas naturale a Yopal » STAMPA LIBERA CASANARE
NEXT Addio ai Poquianchi! È così che SLP è diventato un set di registrazione Netflix