La cultura fornirà copertura legale e psicologica alle vittime di abusi prima che presentino una denuncia

Il Ministero della Cultura fornirà supporto psicologico e legale alle vittime di violenza e abuso sessuale prima che presentino una denuncia. Lo hanno annunciato oggi il capo del Ministero, Ernest Urtasun, e il direttore dell’Accademia del Cinema, Fernando Méndez-Leite, che hanno presentato insieme l’Unità di Prevenzione e Attenzione contro la Violenza nel Settore Audiovisivo e Culturale, che richiederà diversi mesi per diventare operativa.

Le vittime avranno a loro disposizione un indirizzo email e un numero di telefono dove potranno avanzare le loro richieste. Potranno farlo prima di andare in tribunale “qualcosa che è supportato dalla legge”, secondo Virginia Yagüe, membro del consiglio di amministrazione e della commissione per l’uguaglianza dell’Accademia.

Con un budget di 60mila euro l’anno, il servizio per le vittime di abusi avrà poco personale, un avvocato e uno psicologo, e sarà lanciato a settembre. I professionisti non sono stati ancora selezionati e molti dettagli restano da specificare.

Secondo Yagüe “l’iniziativa è necessaria e vuole essere parte integrante di un cambiamento storico”. «Le denunce, che verranno presentate in forma anonima e senza necessità di previe denunce giudiziarie. Sarà garantito un avvocato che possa accompagnare la vittima”, ha avanzato. «Vogliamo articolare fasi di sostegno che coinvolgano la prevenzione e la formazione. Prevenzione, perché si raccoglieranno informazioni per elaborare un protocollo di buone pratiche che possa essere implementato in tutto il settore, e verrà realizzato un programma di formazione specifico nelle scuole e nei centri di formazione, affinché le generazioni future abbiano gli strumenti necessari per individuare e prevenire questi abusi “, disse Yagüe.

La nuova unità “ha tra i suoi obiettivi quello di impedire che si diffonda il sentimento di impunità di chi molesta le donne approfittando di posizioni di potere e il timore che soffrono le vittime imponendo una denuncia. In questa unità ci impegniamo per l’uguaglianza e la fine della violenza contro le donne”, ha affermato Méndez-Leite.

«Abbiamo la volontà di coordinarci per prevenire e affrontare la violenza nel settore audiovisivo e nel mondo della cultura e a tal fine la nuova unità offrirà assistenza sia legale che psicologica a chi ne avrà bisogno, accompagnamento e monitoraggio dei casi, proporre un punto d’incontro che generi fiducia e umanizzi la difficile situazione delle donne che hanno subito o potrebbero subire queste molestie e violenze”, ha confermato la direttrice dell’Accademia del cinema.

“È finita l’impunità per gli aggressori – si è congratulato il ministro della Cultura – Tre mesi fa ci siamo impegnati a creare questa unità che ora è una realtà e stiamo già lavorando ad un piano di uguaglianza per la cultura insieme alle associazioni e ai professionisti del settore. che presto vedrà la luce”, ha aggiunto Urtasun.

Ha sottolineato l’impegno del ministero “per il femminismo e l’uguaglianza”. «Ogni volta che una lavoratrice si sente espulsa perché guadagna meno dei suoi colleghi, che viene molestata nel suo ambiente di lavoro, che il maschilismo spezza la strada a registi, scenografi, pittori, scrittori o montatori, a rimetterci non sono le donne, ma i lavoratori Perdiamo tutti. Perdere cultura e perdere la Spagna. Con il lancio di questa unità facciamo un passo avanti in termini di diritti e uguaglianza”, ha affermato il ministro.

L’Accademia delle arti dello spettacolo si unisce a questa iniziativa, la cui presidente, Cayetana Guillén-Cuervo, che si è presentata come vittima di abusi, ha ritenuto “una priorità assoluta fare ciò che è in nostro potere per creare un mondo più equo, sicuro e solidale”. Siamo consapevoli della visibilità del settore culturale. Per rendere valida questa affermazione, dobbiamo fare uno sforzo affinché la società comprenda che dobbiamo cambiare comportamenti inaccettabili e promuovere la sicurezza e il sostegno per tutte le donne, indipendentemente dal settore in cui lavoriamo”, ha concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A nord di Nariño interrotta: la strada El Empate – San José de Albán è crollata nel settore di La Palmas
NEXT Il Fluminense arriva in Cile morto di freddo dopo forti piogge