Notizie false. Weretilneck attacca la lotta didattica a Río Negro con false informazioni

Notizie false. Weretilneck attacca la lotta didattica a Río Negro con false informazioni
Notizie false. Weretilneck attacca la lotta didattica a Río Negro con false informazioni
  1. Politica

Con lo stesso metodo con cui ha diffuso notizie false sulla lotta degli operatori sanitari e ha cercato di criminalizzare le misure coercitive, Weretilneck ha utilizzato i media ufficiali per dividere le comunità educative.

Quando venerdì 14 si è resa conto della forza del sindacato degli insegnanti UnTER, il governatore Alberto Weretilneck ha subito lanciato una campagna mediatica. Affidandosi ai media ufficiali che riproducono il suo discorso e a X (ex Twitter), ha rilasciato le seguenti dichiarazioni che sostanzialmente diffondono informazioni false e fuorvianti:

– “Gli insegnanti della nostra provincia hanno i migliori stipendi del Paese”.

IMPOSTORE: in una regione dove il paniere di base è anche il più alto del Paese, ci si aspetta almeno che lo stipendio sia alto. È necessario confrontarlo con il costo della vita. La maggior parte dei posti di insegnante non raggiungono il paniere di base totale, che nel maggio ’24 era di 828mila pesos. Vale a dire Tecnicamente sono salari da povertà, non sono “i migliori stipendi del Paese”.

-“…un aumento del 132% da febbraio.”

INGANNEVOLE: Per alcune posizioni come quelle degli insegnanti universitari, l’aumento da febbraio ad aprile rappresenta il 132%, ma analizzando L’anno scorso l’aggiustamento è stato del 282% contro il 290% dell’inflazione. Per la maggior parte dei lavoratori gli aggiustamenti annuali rappresentano tra il 170 e il 210%, il che significa un impoverimento sicuro e ripetuto per tutti i settori del Paese. Weretilneck ha potuto dare un aumento maggiore agli insegnanti perché i loro stipendi erano ai minimi termini. Tutti gli insegnanti sono sempre più poveri.

Attraverso questi dati distorti, il governo Juntos Rio Negro cerca di dividere la comunità educativa incolpando gli insegnanti di togliere giorni di scuola quando sono i lavoratori a mantenere aperte le scuole nonostante il definanziamento e la crisi. Weretilneck garantisce l’aggiustamento che Javier Milei deve imporre a tutto il paese per riscuotere i creditori del FMI e del Castello Bond, ai quali la provincia ha pagato due mesi fa 47 milioni di dollari.

Weretilneck ha riferito che venerdì gli studenti hanno saltato un giorno di lezione. Ma non dice nulla sulle politiche di aggiustamento che portano a scuole senza riscaldamento o con grosse perdite che perdono anche giorni di scuola a causa delle aule chiuse, e non dice nulla sull’eliminazione del programma di sci scolastico, motivo per cui insegnanti e famiglie sono stati concentrati nella piazza dei fazzoletti e dei kultrunes della scuola a Bariloche il giorno dello sciopero.

La strategia di attaccare gli scioperi dei lavoratori non è nuova. Ogni anno il governatore del Rio Negro (che amministra la provincia già da 13 anni) criminalizza utilizzando i suoi mezzi. Due mesi fa aveva denunciato l’abbandono di pazienti presso l’Ospedale Zonale di Bariloche durante il conflitto sanitario. Non solo ciò non è avvenuto durante le misure coercitive, ma ha evitato di menzionare le terribili condizioni dell’ospedale che costringono i pazienti a farsi curare in istituti sanitari privati.

L’anno scorso Weretilneck ha stretto alleanze con il peronismo e il radicalismo per assicurarsi la sua elezione a governatore. Oggi è fedele ai piani di La Libertad Avanza, offrendo pieno appoggio al Senato e ai deputati per l’approvazione della Legge Base, un attacco brutale al futuro delle grandi maggioranze e adattato ai piani estrattivisti che già erano in mano ai Juntos. agenda. Siamo Río Negro.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-