Denunciano posti di blocco illegali dell’ELN, tra Silvia e Piendamó, nel nord del Cauca

Circa 15 uomini armati con braccialetti dell’ELN hanno creato un posto di blocco illegale tra Piendamó e Silvia. Sono comuni situati nel centro di Cauca.

Secondo i criteri di

Ecco come lo hanno riferito contadini e indigeni della contrada di Usenda, nella zona rurale del comune di Silvia, che hanno indicato che i fatti sono avvenuti nel pomeriggio del 20 giugno.

I membri del gruppo armato sono scesi in strada per chiedere informazioni ad automobilisti e motociclisti.

Anche e d’accordo Insieme alle comunità, hanno dipinto graffiti sulle facciate di alcune case dei villaggi locali, aumentando il terrore tra gli abitanti di villaggi come El Jardín e Usenda.

Di conseguenza, la Polizia di questi comuni ha attivato un piano di difesa mentre l’Esercito ha spostato diverse unità verso questo settore per proteggere la popolazione civile. Otto dissidenti si arresero.

Nel frattempo, a El Bordo, Patía, nel sud del dipartimento, una commissione di dissidenti delle FARC, la struttura “Jaime Martínez”, si è arresa all’Esercito Nazionale.

I membri di questo gruppo armato, a quanto pare, Sostenevano la struttura “Franco Benavides” in azioni violente nel dipartimento di Nariño ed erano stati inviati per continuare a compiere azioni terroristiche nel dipartimento di Cauca.

(Leggi anche: Esclusiva: allerta della Procura della Repubblica per presunta alleanza tra i dissidenti del fronte ‘Jaime Martínez’ e gli ‘Espartanos’ di Buenaventura).

Tra le otto persone ci sono due minorenni di 15 e 17 anni, reclutati da questo gruppo armato, secondo l’Esercito.

“A seguito delle operazioni militari nella zona e in presenza delle truppe, i membri della struttura Jaime Martínez, “Hanno deciso di sottoporsi alla giustizia, mentre i minorenni sono stati messi a disposizione dell’istituto colombiano di assistenza familiare per il ripristino dei loro diritti”, ha affermato il generale di brigata Giovanni Valencia, comandante della Terza Divisione dell’Esercito Nazionale.

MICHEL ROMOLEROUX

Speciale per EL TIEMPO

Popayan

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-