La provocazione di un giocatore del Crystal Palace sulla disfatta del Manchester United che ha generato polemiche in Premier League: “È una questione di rispetto”

La provocazione di un giocatore del Crystal Palace sulla disfatta del Manchester United che ha generato polemiche in Premier League: “È una questione di rispetto”
La provocazione di un giocatore del Crystal Palace sulla disfatta del Manchester United che ha generato polemiche in Premier League: “È una questione di rispetto”

Eberechi Eze ha subito un duro fallo e si è vendicato con eccessivo lusso in mezzo al campo

Manchester United ha ricevuto un duro schiaffo durante la sua visita a Parco Selhurst: è stato battuto 4-0 da Palazzo di cristallo e complicato seriamente le loro possibilità di qualificarsi per una coppa internazionale attraverso la classifica premier League, alla quale restano solo due impegni da chiudere. Così abituato a umiliare i suoi rivali nel corso della sua storia, la moneta ha cambiato volto e la peggiore sconfitta della stagione ha incluso un’azione che non è passata inosservata a Londra.

Al 70′ il risultato era già deciso per quelli guidati da Erik dieci Hagche vedeva come passava il tempo senza poterlo affrontare Le aquileche ha avuto la palla per meno tempo, ma ne ha approfittato con 10 tiri in porta su 2 dei diavoli Rossi in tempo regolamentare. In uno di quei brevi spazi con la palla, Eberechi Ezela figura locale, ha sofferto una dura mancanza di Diogo Dalot in mezzo al campo. Lungi dal restare a terra, Lui 10 Si alzò e sul suo volto apparve un sorriso, con grande frustrazione del suo aggressore..

Eze allora si vendicò dell’entrata nei suoi confronti perché ha calciato la punizione tirando una rabona con il piede destro lanciare un passaggio all’indietro irrilevante al suo compagno di squadra, Chris Richardsche lo ha restituito, ma la spedizione è stata breve ed è stata anticipata da Alessandro Garnacho. L’azione provocò la rabbia del narratore, Bambino Pons, di fronte al lusso eccessivo: “Perché farlo? 4-0. Il rivale è ferito, bambola. Per una questione di rispetto, per favore, tesoro”.

Sebbene non si riferisse specificamente a questa azione, Eberechi Eze Ha elogiato il valore della vittoria: “Sappiamo di cosa siamo capaci. La qualità che abbiamo nello spogliatoio è alta. Creiamo occasioni, attacchiamo, siamo aggressivi. Continueremo sicuramente a creare occasioni”. È stata la 13esima sconfitta del Manchester United, il maggior numero di sconfitte in un campionato dal 1989/90 (16), mentre le 18 sconfitte in tutte le competizioni in questa stagione sono il numero massimo dal 1977/78 (19). È la peggiore battuta d’arresto della stagione in corso dopo le sconfitte per 0-3 contro Manchester City, Bournemouth in Premier League e Newcastle agli ottavi di finale della Coppa di Lega inglese.

Gli obiettivi di Michele Olise in duplice copia, Jean-Philippe Mateta E Tyrick Mitchell Hanno lasciato l’entità di Manchester fuori dalle posizioni qualificanti per le competizioni internazionali. È nel ottavo posto con 54 punti, lo stesso importo del settimo (Chelsea), ma ha una differenza reti peggiore, il principale criterio di spareggio. IL Blues avrebbero preso il biglietto per il Lega delle conferenze e hanno una partita in scadenza. Lo United potrebbe qualificarsi per l’Europa League se battesse Manchester City nella finale del Coppa d’Inghilterra il 25 maggio prossimo.

Le conseguenze della sconfitta nella capitale dell’Inghilterra hanno lasciato un profondo riflesso di una leggenda del diavoli Rossi, Paolo Scholesnelle dichiarazioni rilasciate dal Premier: “È uno spettacolo molto inquietante e triste stasera.. Sappiamo che ci sono tanti giocatori fuori, ma ci sono ancora alcuni buoni giocatori in quella squadra ed è stato molto facile giocare contro di loro. Era difficile da guardare. Il Manchester United ha creato un’opportunità. Avrebbe potuto essere 7-0″.

Successivamente, il direttore tecnico, Erik dieci Hagha dato un panorama cupo di questa pallida opera: “È chiaro, è evidente, questo non funziona. Non abbiamo agito come volevamo e non è sufficiente. Siamo molto delusi. I nostri tifosi ci hanno sostenuto e avremmo dovuto continuare a lottare come hanno fatto loro. Le ragioni ci sono sempre, tutti vedono il nostro ritardo: abbiamo problemi enormi. Alla fine dobbiamo affrontarlo e avremmo dovuto fare meglio”.

Uno dei calciatori presi di mira era Antonioche è stato invece sostituito dopo 59 minuti Sofia Amrabate l’analista Jamie Carragher Ha criticato il fatto che il brasiliano abbia mantenuto un dialogo con alcuni compagni prima di ritirarsi: “Vai dal campo! Sussurrando dietro la tua mano, sei stato assolutamente orribile. Probabilmente sta parlando di uno dei giocatori o di qualcun altro, o dell’assetto, o dell’allenatore, appena sceso dal campo. Zitto ed entra. Ti hanno sconfitto 4-0, sussurrando, parlando… onestamente, È vergognoso”.

Nel percorso opposto, Palazzo di cristallo ha segnato quattro o più gol per la seconda volta in campionato e È la sua più grande vittoria in 36 giorni. Resta al 14° posto con 43 punti ed ha già la certezza della permanenza. In vista dell’ultimo tratto, sabato affronteranno il Wolverhampton e domenica 19 chiuderanno il calendario contro l’Aston Villa, mentre il Manchester United affronterà la capolista Arsenal, domenica 12 dalle 12.30 (ora argentina) in Old Trafford e ospiterà il Newcastle alla conclusione del torneo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Andreescu, sugli infortuni: “Non mi sembra che il mio corpo abbia 23 anni”
NEXT La mattinata impegnativa di Gustavo Álvarez prima della partita dell’Universidad de Chile contro il Deportes Iquique a Concepción