“Matilde”: la teoria sul perché Cristiano Ronaldo ha ceduto il gol a Bruno Fernandes nel trionfo del Portogallo che spopola negli Europei

“Matilde”: la teoria sul perché Cristiano Ronaldo ha ceduto il gol a Bruno Fernandes nel trionfo del Portogallo che spopola negli Europei
“Matilde”: la teoria sul perché Cristiano Ronaldo ha ceduto il gol a Bruno Fernandes nel trionfo del Portogallo che spopola negli Europei

Cristiano Ronaldo e Bruno Fernandes si abbracciano dopo che il centrocampista del Manchester United ha segnato il terzo gol contro la Turchia nel secondo turno di Euro 2024 (REUTERS/Leon Kuegeler)

Per qualche motivo, la decisione di Cristiano Ronaldo di dare il gol a Bruno Fernández ha suscitato sorpresa. Sabato 22 giugno il Portogallo ha affrontato la Turchia nel secondo turno del girone F di Coppa degli Europei. La partita era 2-0 a favore dei portoghesi e la vittoria era in vista. Bernardo Silva aveva segnato il primo gol e il difensore centrale turco Samet Akaydin aveva realizzato – contro – uno dei gol più assurdi del torneo. Il duello ha finito per diluire ogni accenno di reazione turca quando al 56′ Bruno Fernandes ha segnato con la porta a sua disposizione per il 3-0.

Oggetto di analisi è stato lo sviluppo di quell’opera. Ruben Neves ha effettuato un passaggio profondo dietro i difensori centrali, Cristiano Ronaldo è stato respinto. È andato mano nella mano contro il portiere anche se leggermente appoggiato alla sua destra, con un angolo di tiro storto. In mezzo Bruno è arrivato senza segno. È successo ciò che la natura del gioco imponeva: un passaggio senza rischi per un tiro più sicuro. Ciò che colpisce è la generosità del marcatore, qualcosa che desta sospetti. Perché Cristiano Ronaldo ha scelto di regalarlo al suo compagno di squadra invece di definirlo?

Bruno Fernandes spinge in rete il passaggio di Cristiano Ronaldo, che avrebbe potuto definire invece di assistere il suo compagno di squadra (REUTERS/Carmen Jaspersen)

Analisti e tifosi hanno concepito due letture che hanno espresso, approvato o sconfessato in rete. Il primo parla di un interesse personale nascosto in tale assistenza. Cristiano Ronaldo è il recordman nella competizione continentale europea: più edizioni giocate (sei), più partite giocate (25), più minuti accumulati (2.033) e gol segnati (dodici). Con quel passaggio in rete di Bruno Fernandes ha battuto un altro record: Così, nella sua ultima Coppa dei Campioni, è diventato il miglior assistente del torneo. arrivando a sette e superando di uno l’esterno ceco Karel Poborsky.

Ma forse il motivo è meno narcisistico, più empatico. È una teoria più contorta. Un ritorno di gentilezza. Un modo per ringraziarti del prestito. I difensori di questa ipotesi hanno avvertito che nella ripresa il 39enne attaccante portoghese è sceso in campo con scarpe diverse. Nella prima fase avevo utilizzato quelli verde fluo. Nell’accessorio ne ha indossati altri in bianco e rosa, sempre del brand che lo sponsorizza. Con una lente d’ingrandimento lo scoprirono nello stivale destro del Lusitano Sopra c’era scritto un nome: Matilde.

La scarpa destra di Cristiano Ronaldo prende il nome dalla figlia di Bruno Fernandes

Cristiano Ronaldo ha cinque figli. Nessuna di loro si chiama Matilde. Il più grande è Cristiano Jr. e ha 14 anni, i gemelli Eva e Mateo, nati da madre surrogata, ora ne hanno sei; Alana Martina, la sua prima figlia insieme a Georgina Rodríguez, ha sette anni; e Bella Esmeralda, venuta al mondo nell’aprile 2022, ne ha solo due. Chi è Matilde? La figlia di Bruno Fernandes, che ha già compiuto sette anni. Quattro anni dopo nacque Gonzalo, il loro secondo figlio. Una volta ha spiegato perché festeggia i gol coprendosi le orecchie: “Quando ero in Portogallo e ho iniziato a giocare la mia seconda stagione allo Sporting, mia figlia stava crescendo. A volte io e mia moglie le parliamo, ma lei inizia a farlo. Quindi ho deciso di compiere questo gesto per celebrare i gol e dedicarli a lei”.

Ana Pinho, Gonzalo, Matilde e Bruno Fernandes nel giorno del settimo compleanno della prima figlia del calciatore portoghese

Considerando questo dettaglio, si presume che durante l’intervallo il 29enne centrocampista del Manchester United abbia prestato le sue scarpe all’attaccante dell’Al-Nassr della Saudi Professional League. Forse, secondo la scoperta circolata sui social, quel gesto ha ispirato Cristiano Ronaldo a dovergli attribuire la paternità del gol nella vittoria sulla Turchia. Con quella vittoria, il Portogallo è arrivato agli ottavi di finale dell’Euro Cup in corso in Germania e rimane in testa al girone F con un punteggio ideale dopo le due date giocate. L’ultima giornata sarà mercoledì 26 giugno contro la Georgia, ultima nella zona che condivide con Turchia e Repubblica Ceca.

Il cambio scarpette di Cristiano Ronaldo: nel primo tempo ha indossato il verde, nel secondo il bianco e il rosa

A Cristiano Ronaldo resta solo un record da battere in Coppa dei Campioni. Oltre ad essere quello con più edizioni, più partite, più minuti, più vittorie, più gol e più assist nella storia del torneo, Potrebbe diventare il calciatore con più finali di Europei. Ne ha già giocate due: la prima nel 2004 contro la Grecia con una sconfitta per 1-0 e la seconda nel 2016 contro la Francia con una vittoria con lo stesso risultato. La loro grande sfida ora è raggiungere un’altra partita decisiva per continuare ad aumentare la loro importanza nella competizione e il loro record individuale.

Il brutale colpo di un agente della sicurezza a Goncalo Ramos dopo Portogallo-Turchia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I migliori meme della vittoria della Nazionale argentina contro il Canada in Copa América
NEXT La nazionale colombiana avrà dei “rinforzi” per affrontare l’Uruguay