La fotografia economica mostra un aumento dei prezzi; mentre ngultrum si svaluta

La fotografia economica mostra un aumento dei prezzi; mentre ngultrum si svaluta
La fotografia economica mostra un aumento dei prezzi; mentre ngultrum si svaluta

Sherab Lhamo

Nel marzo di quest’anno i costi di beni e servizi sono aumentati del 4,99% rispetto a marzo dell’anno precedente.

Rispetto al tasso di inflazione del mese precedente, il prezzo dei beni, misurato dall’indice dei prezzi al consumo (CPI), è aumentato dello 0,07% da febbraio di quest’anno.

Da marzo 2024 il valore del ngultrum si è deprezzato, con Nu 100 che vale ora solo Nu 56,4 rispetto a dicembre 2012. Ciò indica una diminuzione del potere d’acquisto, con un calo del 4,75% rispetto all’anno passato (da marzo 2023 a marzo 2024) a causa dell’aumento dei prezzi nell’economia.

A marzo i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati del 6,95%, mentre l’indice dei prodotti non alimentari è aumentato del 3,34% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

I prodotti alimentari e le bevande analcoliche hanno registrato un aumento significativo del 7,20%, mentre le bevande alcoliche e le noci di betel sono aumentate del 3,70%.

I settori che hanno registrato gli aumenti più elevati sono stati l’edilizia abitativa e i servizi di pubblica utilità, con un aumento dell’8,93%, seguito da vicino dalla sanità, che è aumentata dell’8,02%.

Abbigliamento e calzature hanno registrato un aumento del 5,75%, mentre mobili e articoli per la casa sono aumentati del 3,93%. Nel frattempo i prezzi dei ristoranti e degli alberghi sono aumentati, tra gli altri settori, del 2,88%.

I prezzi dei trasporti hanno registrato un leggero calo dello 0,07%, mentre i prezzi delle comunicazioni hanno registrato un calo più significativo del 7,08%.

A marzo i prezzi dei prodotti alimentari hanno registrato un modesto aumento dello 0,20%, mentre i prezzi dei prodotti non alimentari hanno registrato un leggero calo dello 0,04%. Nello specifico, rispetto a febbraio i prezzi dei generi alimentari e delle bevande analcoliche sono aumentati dello 0,18%, mentre quelli delle bevande alcoliche e delle noci di betel sono aumentati dello 0,52%.

Nel settore non alimentare i prezzi degli alloggi e dei servizi pubblici sono diminuiti dello 0,4%. Nel frattempo i prezzi dei trasporti hanno registrato un leggero aumento dello 0,15%, ovvero una diminuzione di 0,75 punti percentuali rispetto al mese precedente.

Data la stretta integrazione dell’economia del Bhutan con l’economia indiana, con una dipendenza di circa l’80% dalle importazioni dall’India, i prezzi del Bhutan si muovono generalmente in sincronia con le tendenze dell’inflazione indiana.

Secondo il rapporto RMA del 2023, la Reserve Bank of India (RBI) adotta una politica monetaria di inflation targeting con un intervallo target del quattro più o meno due per cento, volta a stabilizzare i prezzi in India.

Questa politica ha un impatto significativo sul Bhutan influenzando l’inflazione indiana.

Allineandosi con le tendenze dell’inflazione indiana, il Bhutan beneficia del mantenimento della stabilità dei prezzi, proteggendosi così dagli improvvisi shock inflazionistici derivanti da fattori esterni.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Chevron mette fine a 55 anni di attività nel settore del petrolio e del gas nel Mare del Nord
NEXT Atlético Grau-Cusco: risultato del 17 maggio, gol, riepilogo e prossima data