Apple ha appena presentato un piano di riacquisto da 110 miliardi di dollari. Perché questo non garantisce un vincitore

Apple ha appena presentato un piano di riacquisto da 110 miliardi di dollari. Perché questo non garantisce un vincitore
Apple ha appena presentato un piano di riacquisto da 110 miliardi di dollari. Perché questo non garantisce un vincitore

Le azioni di Apple sono aumentate del 6% venerdì mentre gli investitori hanno esultato per i risultati fiscali del secondo trimestre migliori del previsto e per l’annuncio del più grande programma di riacquisto di azioni proprie nella storia delle aziende statunitensi. In teoria, il programma di riacquisto di azioni proprie da 110 miliardi di dollari di Apple dovrebbe fornire una spinta al prezzo delle sue azioni. Crea ulteriore pressione d’acquisto sul mercato e, riducendo il numero delle azioni, dovrebbe aumentare gli utili per azione e renderlo più attraente per gli investitori. Tuttavia, la storia recente mostra che spendere miliardi per il riacquisto di azioni non è garanzia di rendere il titolo un vincitore travolgente. Dan Nathan, direttore di RiskReversal Advisors, ha dichiarato nell’edizione di giovedì di “Fast Money” sulla CNBC che Apple ha già riacquistato azioni, quindi “non ha molto senso” alimentare un rally. . “Negli ultimi tre anni fiscali, su base trimestrale, hanno registrato una media di 20 miliardi di dollari in riacquisti di azioni. Quindi hanno ritirato queste azioni”, ha detto Nathan. E quegli acquisti precedenti non hanno reso il titolo un successo migliore. Anche con il rimbalzo di venerdì, le azioni di Apple sono ancora in ribasso per l’anno e hanno sottoperformato alcuni dei suoi rivali Big Tech per ancora più tempo. AAPL YTD mountain Le azioni di Apple sono ancora in ribasso da inizio anno nonostante il rimbalzo di venerdì. “Lo hanno acquistato, e il titolo ha sottoperformato enormemente il Nasdaq. Quindi gli investitori hanno deciso che il denaro che hanno in bilancio probabilmente è meglio guadagnare quel 5% piuttosto che tornare indietro e acquistare le loro azioni, “disse Natana. Apple non è la sola a vedere i suoi riacquisti fallire nel creare un breakout nel prezzo delle sue azioni. L’ETF Invesco Buyback Achievers (PKW) ha sottoperformato l’ETF S&P 500 da inizio anno e negli ultimi 12 mesi. Il fondo tiene traccia delle società statunitensi che hanno ridotto le loro azioni in circolazione di almeno il 5% negli ultimi 12 mesi. Apple non è inclusa nelle partecipazioni del fondo. La sottoperformance dell’ETF di riacquisto non è una questione di peso da parte delle società più piccole. Le cinque maggiori partecipazioni nel fondo ponderato in base alla capitalizzazione di mercato modificata finora quest’anno hanno tutte sottoperformato l’indice S&P 500. Ad esempio, il titolo T-Mobile è cresciuto solo del 2,8% nel 2024, rispetto al 7,5% del mercato più ampio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Libertarian Party sceglie Chase Oliver come candidato – Telemundo Washington DC (44)
NEXT Gli inseguitori di Verstappen devono sfuggire ai treni DRS per guadagnare terreno a Miami · RaceFans