Le morti infantili innescano una spinta urgente per i vaccini antinfluenzali da parte degli esperti

Le morti infantili innescano una spinta urgente per i vaccini antinfluenzali da parte degli esperti
Le morti infantili innescano una spinta urgente per i vaccini antinfluenzali da parte degli esperti

Wallis Wang

Il settore medico esorta i bambini, gli anziani, le donne incinte e i malati cronici a vaccinarsi il prima possibile contro l’influenza stagionale per prevenire gravi complicazioni come l’infiammazione del cervello.

Ciò è avvenuto in un appello congiunto di 15 gruppi medici, tra cui la Società pediatrica di Hong Kong, la Società per le malattie infettive e la Società geriatrica di Hong Kong, insieme ai membri del Consiglio legislativo David Lam Tzit-yuen e Rebecca Chan Hoi-yan.

Hanno sottolineato l'”assoluta necessità” delle vaccinazioni per i soggetti ad alto rischio al fine di prevenire malattie gravi, ospedalizzazione e persino la morte.

Si ritiene che i gruppi ad alto rischio siano più suscettibili a malattie gravi, ospedalizzazione, ricovero in unità di terapia intensiva e altre complicazioni se infetti dall’influenza.

“I bambini, in particolare, hanno frequenti contatti sociali e si impegnano in attività di gruppo a scuola, che possono facilmente diffondere virus respiratori, compresa l’influenza”, hanno detto. “Possono anche riportare i virus a casa, mettendo a rischio gli individui ad alto rischio.”

Una delle gravi complicazioni che possono sviluppare gli individui ad alto rischio è l’encefalite necrotizzante acuta, che è una grave condizione neurologica derivante dall’invasione del sistema nervoso centrale da parte del virus e dalla successiva infiammazione, hanno avvertito.

“Questa condizione può portare a sintomi quali convulsioni, rapido deterioramento della coscienza e, in alcuni casi, coma e morte. Anche se i pazienti sono abbastanza fortunati da riprendersi, possono manifestare estesi danni a più organi e deficit neurologici permanenti, che richiedono un trattamento prolungato e riabilitazione.”

I professionisti medici hanno sottolineato l’importanza che i genitori e gli operatori sanitari che assumono soggetti ad alto rischio si vaccinino il più presto possibile sia contro l’influenza stagionale che contro il Covid-19, per salvaguardare la loro salute.

Queste raccomandazioni sono particolarmente attuali in quanto seguono la sfortunata morte di una bambina di quattro anni con problemi di salute sconosciuti. La ragazza è morta il 29 aprile dopo aver contratto il virus dell’influenza A, segnando la terza morte di un bambino a causa dell’influenza stagionale nell’arco di due settimane.

La ragazza accusava febbre e mal di gola dal 25 aprile ed è stata inizialmente portata al St Paul’s Hospital. A causa del peggioramento dei sintomi, è stata trasferita al reparto di terapia intensiva pediatrica del Pamela Youde Nethersole Eastern Hospital, ma sfortunatamente le sue condizioni non sono migliorate.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Biden commemora gli eroi caduti nel Memorial Day 2024
NEXT La NASA lancia una missione per studiare il calore ai poli della Terra