Petrolio destinato a guadagnare terreno sulla scia dei segnali di miglioramento della domanda

Petrolio destinato a guadagnare terreno sulla scia dei segnali di miglioramento della domanda
Petrolio destinato a guadagnare terreno sulla scia dei segnali di miglioramento della domanda

Di Shariq Khan

NEW YORK (Reuters) – I prezzi del petrolio sono aumentati venerdì nelle ore di negoziazione asiatiche, con il Brent di riferimento globale impostato per il primo aumento settimanale in tre settimane su segnali di miglioramento della domanda globale e di rallentamento dell’inflazione nei principali consumi di petrolio negli Stati Uniti.

I prezzi del petrolio greggio Brent sono aumentati di 21 centesimi, o dello 0,3%, a 83,48 dollari al barile entro le 0018 GMT. I futures del greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) sono aumentati di 18 centesimi, o dello 0,2%, a 79,41 dollari al barile.

I futures sul Brent sono destinati ad aumentare di circa l’1% su base settimanale, mentre i futures sul WTI sono destinati a guadagnare l’1,4%.

Il recente calo delle scorte di petrolio e prodotti raffinati nei principali centri commerciali globali ha creato ottimismo sulla crescita della domanda di petrolio, invertendo una tendenza all’aumento delle scorte che aveva pesato pesantemente sui prezzi del greggio nelle settimane precedenti. Fino a giovedì, i futures del greggio Brent erano scesi di circa il 10% rispetto al picco di quest’anno di 92,18 dollari al barile del 12 aprile.

Le scorte statunitensi di petrolio e carburante sono diminuite la scorsa settimana, mentre le scorte di distillati medi di Singapore sono scese al minimo di quasi tre mesi questa settimana. Nell’hub commerciale europeo di Amsterdam-Rotterdam-Anversa, le azioni della benzina sono scese del 7,5% nella settimana terminata giovedì, secondo i dati della società di consulenza Insights Global.

I recenti indicatori economici provenienti dagli Stati Uniti hanno alimentato l’ottimismo sulla domanda globale. I prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati meno del previsto ad aprile, come hanno mostrato i dati mercoledì, alimentando le aspettative di tassi di interesse più bassi nel paese.

Tali aspettative sono state ulteriormente rafforzate dai dati di giovedì che hanno mostrato una stabilizzazione del mercato del lavoro statunitense.

Tassi di interesse più bassi potrebbero contribuire ad indebolire il dollaro USA, il che renderebbe il petrolio più economico per gli investitori che detengono altre valute e stimolando la domanda.

“I mercati finanziari ora hanno piazzato la maggior parte delle scommesse su un taglio del tasso di interesse di settembre da parte della Federal Reserve, che continuerebbe a mitigare la forza del dollaro e sposterebbe quella forza verso le materie prime e le azioni”, ha detto giovedì l’analista petrolifero di StoneX Alex Hodes.

(Segnalazione di Shariq Khan a New York; montaggio di Tom Hogue)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare