La leadership di María Fernanda Garza cerca di cambiare il mondo

María Fernanda Garza evidenzia una qualità che l’ha contraddistinta per tutta la sua vita: voler cambiare il mondo per renderlo un posto migliore. Si tratta della prima donna a ricoprire la presidenza della Camera di commercio internazionale (ICC), un’organizzazione che rappresenta 55 milioni di aziende nel mondo, presente in 170 paesi e le cui regole consentono scambi commerciali equivalenti al 20% del Pil mondiale .

“Cosa attira la mia attenzione su queste organizzazioni [de empresas] è che è un modo […] fare molto per collaborare con i governi per cambiare la situazione”, spiega.

E, dal punto di vista di questa imprenditrice, oggi il mondo è al livello di “cooperazione” più basso di tutta la storia, mentre il commercio sarà il filo conduttore che permetterà di riprendere detta cooperazione.

La visione attuale di Fernanda Garza si comprende meglio raccontando la propria storia. Dopo aver completato gli studi universitari, la messicana ha avviato la propria azienda e questa impresa le ha fatto capire che era molto difficile che i progetti imprenditoriali avanzassero in Messico.

Così, iniziò ad unirsi a gruppi che condividevano l’interesse nella lotta per condizioni migliori per gli uomini d’affari nel paese.

Foto: ©Lizeth Arauz / XquendaFoto per Forbes Messico

“Ho iniziato ad aderire ad organizzazioni imprenditoriali e ho visto che con il lavoro congiunto di diversi imprenditori stavamo facendo progressi”, afferma Fernanda Garza.

L’imprenditrice ha partecipato ai lavori della Confederazione dei datori di lavoro della Repubblica messicana (Coparmex), e successivamente è stata coinvolta nella Camera di commercio internazionale, dove è diventata Coordinatrice regionale delle Americhe.

Oggi Fernanda Garza ha anche altre preoccupazioni riguardo al mondo: il cambiamento climatico, gli svantaggi per le donne e l’attenzione del governo su entrambe le questioni.

“Il cambiamento climatico è una cosa che mi preoccupa molto e che negli ultimi anni in Messico ci siamo lasciati alle spalle. Penso che dovremmo recuperare la questione dei progressi in termini di azione per il clima, ma anche recuperare un po’ della leadership del Messico nel mondo”, commenta.

Allo stesso modo, il presidente della ICC ritiene che l’industria della plastica dovrebbe essere circolare e che il governo messicano dovrebbe guidare questa iniziativa.

Potrebbe interessarti: Le 100 donne più potenti del Messico 2024: un nuovo fronte di lotta

Per quanto riguarda la popolazione femminile, Fernanda Garza ritiene grave che dopo la pandemia meno donne siano tornate al lavoro, alla scuola e all’imprenditoria, ma ritiene che siano le donne in posizioni di leadership quelle che dovrebbero attrarre più donne.

“Dobbiamo adottare misure molto forti non solo per arrivare al punto in cui eravamo prima della pandemia, ma anche per accelerare questo passo, perché metà della popolazione mondiale non può generare solo un quarto del PIL globale”.

Ti piace informarti tramite Google News? Segui la nostra vetrina per avere le migliori storie

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La risposta di “Tronco” dopo le polemiche per l’audio aberrante andato in onda su Neura
NEXT Migliaia di persone voteranno in Venezuela con il desiderio di un cambiamento economico e di ricongiungimento familiare