La nave militare venezuelana arriva a Santiago, mentre gli abitanti dell’Avana fanno la fila per vedere la fregata russa

La nave scuola “Simón Bolívar”, della Marina venezuelana, è arrivata questo sabato a Santiago di Cuba, come avevano annunciato in anticipo le Forze Armate dell’isola.

Il suo arrivo a Cuba coincide con la presenza di una flottiglia russa e di una nave pattuglia canadese nella Baia dell’Avana, e di un sottomarino statunitense a Guantánamo, in un momento insolito di convergenza di navi militari straniere nel paese dei Caraibi.

Il Simón Bolívar arrivò a Santiago come parte del suo corso di addestramento all’estero e appena entrato nella baia fu accolto con 21 colpi di cannone dal Castillo del Morro San Pedro de la Roca.

Inoltre, già al molo è stato ricevuto dalle autorità civili e militari di Cuba, dai rappresentanti diplomatici del Venezuela nell’isola, nonché da artisti di Santiago, riferisce il Agenzia di stampa cubana (ACN).

La nave scuola “Simón Bolívar”, della Marina venezuelana, all’arrivo a Santiago de Cuba il 15 giugno 2024. Foto: Naturaleza Secreta / Profilo Facebook di Eduardo Rodríguez Dávila.

Conosciuta come “Ambasciatrice senza frontiere”, la nave venezuelana arrivò a Santiago con a bordo 173 membri dell’equipaggio, tra ufficiali, sergenti, marinai e cadetti. La sua partenza è prevista per mercoledì 19 giugno, diretto a Santa Marta, in Colombia.

Nella sua quinta visita nella città cubana, l’equipaggio della nave svilupperà “un vasto programma di attività che comprende visite alle scuole, giri della città e scambi con le autorità politiche e governative e con il popolo in generale”, riferisce l’ufficio ufficiale.

Con una lunghezza di 82,4 metri, una larghezza di 10,4 e un pescaggio di 4,4, la Simón Bolívar potrà essere visitata dalla popolazione da questa domenica fino a martedì prossimo, dalle 10:00 del mattino alle 18:00 del pomeriggio.

Code all’Avana per la fregata russa

Nello stesso tempo, questo sabato si sono concluse le visite aperte della popolazione cubana alla fregata russa “Almirante Gorshkov”, ancorata nel porto dell’Avana.

Secondo diversi resoconti della stampa, i cubani hanno fatto lunghe file per visitare la nave, una delle stelle del distaccamento navale russo arrivato nella capitale cubana il 13 giugno.

Nonostante le piogge che hanno colpito l’isola, e in particolare L’Avana, nei giorni scorsi centinaia di persone hanno aspettato per ore per salire a bordo della nave e vedere da vicino anche il sottomarino nucleare Kazan, la cui presenza sull’isola ha generato polemiche e attesa.

Le visite sarebbero state possibili tra mezzogiorno e le 16, secondo quanto riportato in rete dall’ambasciata russa.

“È piuttosto emozionante. “È un’opportunità unica per molte persone ed è qualcosa di super bello”, ha detto all’agenzia. EFE una madre che ha fatto la fila per tre ore con la figlia per visitare la fregata.

I media spagnoli e altre pubblicazioni riferiscono che le code non si sono fermate da giovedì. Molti andavano con ombrelli e parasole, e rimanevano anche sotto la pioggia, mentre altri si rifugiavano nei portoni vicini quando cominciavano gli acquazzoni.

La gente aspetta il proprio turno per visitare una fregata da guerra russa all'Avana, il 15 giugno 2024. Foto: Yander Zamora / EFE.
La gente aspetta il proprio turno per visitare una fregata da guerra russa all'Avana, il 15 giugno 2024. Foto: Yander Zamora / EFE.
La gente aspetta il proprio turno per visitare una fregata da guerra russa all'Avana, il 15 giugno 2024. Foto: Yander Zamora / EFE.
La gente aspetta il proprio turno per visitare una fregata da guerra russa all'Avana, il 15 giugno 2024. Di fronte a loro c'è il sottomarino nucleare russo Kazan. Foto: Yander Zamora/EFE.

La flottiglia russa partirà lunedì dall’Avana e dovrebbe fare scalo anche nei porti venezuelani ed effettuare manovre nelle acque internazionali del Mar dei Caraibi.

Il governo degli Stati Uniti ha assicurato di non essere preoccupato per la visita della squadra russa, che non considera una minaccia. Tuttavia, per coincidenza, questa settimana un sottomarino americano è arrivato alla base navale di Guantánamo e, secondo quanto riferito, le navi russe sono state seguite a distanza da navi statunitensi.

Il governo cubano ha confermato di essere stato informato in anticipo da Washington dell’arrivo del sottomarino, ma ha affermato di non gradire la sua presenza a Guantánamo.

Secondo il vice ministro degli Esteri dell’isola, Carlos Fernández de Cossío, le visite di forze navali straniere a Cuba – come quelle della flottiglia russa e della nave pattuglia canadese – derivano “da un invito e non è così”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile